Art Decò: storia, stile e maggiori esponenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'Art Deco' trova il suo nome solo a partire dal 1960 anche se le sue radici affondano nel più remoto 1925, quando a Parigi si tenne l' Exposition Internationale des Arts Decoratifs et Industriels Modernes, ossia un'esposizione che guardava soprattutto alle arti considerate minori rispetto la pittura. Parigi rimase, durante gli anni del movimento, la città principale di riferimento anche se l'Art Decò coinvolse altri territori, europei e non. Come indicava il nome dell'esposizione stessa, questo fenomeno inglobava soprattutto le arti visive come l'architettura, la moda, la grafica ed il design. Seguitate a leggere per scoprire i tre principali punti della sua evoluzione attraverso la sua storia, lo stile e i suoi maggiori esponenti.

24

La storia

L'Art Decò non nasce, a differenza di altri movimenti di quell'epoca, con un manifesto od un'ideologia ben definita, ma tale fenomeno indicava piuttosto un certo gusto estetico e stilistico che ben si inserivano nel contesto storico che si ebbe a cavallo delle due guerre mondiali. Ebbe fulcri temporali che variarono a seconda del paese interessato, in quanto non coinvolse soltanto l'Europa ma anche gli Stati Uniti ed il Canada, paesi che videro manifestarsi tale corrente soprattutto durante gli anni 30, anni durante la quale l'Art Decò vedeva già il suo tramonto nei paesi europei. L'Art Decò si spinse fino all'India dove ebbe seguito fino gli anni '60. Solo al suo sfumare questo movimento prese il nome di Art Decò.

34

Lo stile

Per comprendere rapidamente lo stile dell'Art Decò occorre pensare in primo luogo ai materiali che in quegli anni vennero abbondantemente utilizzati nel campo artistico. L'acciaio, l'alluminio, le lacche e i legni intarsiati furono le materie prime alle quali ricorsero gli artisti dell'epoca. Esse venivano impiegate attraverso forme moderne e dinamiche, ampie curvature che si contrapponevano a quelle più ricche dell'Art Nouveau. Essendo uno stile che riguardò anche gli stilisti di moda ed i designer di oggetti domestici, è facile capire quanto, lo stile dell'Art Decò, coinvolse ad influenzò all'epoca un enorme numero di persone.

Continua la lettura
44

I maggiori esponenti

Tutti i settori artistici coinvolti dall'Art Decò ebbero illustri esponenti che contribuirono alla celebrazione di questo movimento.
Nel settore della grafica spicca il nome di Cassandre (1901 - 1968) cartellonista pubblicitario e grafico; George Barbier (1982 - 1932) fu illustratore e disegnatore di moda ed autore delle famose "figurine" di moda molto in voga all'epoca. Eileen Gray (1878-1976), oltre che nota designer fu anche un famoso architetto autore di opere come la "casa E-1027"
Nella pittura emerge invece il nome di Tamara De Lempicka (1898 - 1980) che con i suoi dipinti continuò ad influenzare altri artisti fino i giorni nostri.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

I maggiori esponenti del cubismo

All'inizio del '900 diversi pittori francesi cominciarono a riprendere i loro soggetti da varie angolazioni simultaneamente, riportando sopra la tela anche i dettagli degli oggetti che loro già erano a conoscenza. Il risultato fu veramente sorprendente...
Arti Visive

Arte: i principali esponenti del futurismo

Il futurismo, nasce in un periodo di grande fase evolutiva dove tutto il mondo dell'arte era stimolato da tanti fattori determinanti, principalmente: le guerre, la grande trasformazione sociale dei popoli, i grandi mutamenti politici, le nuove scoperte...
Letteratura

Arte: i principali esponenti del neoclassicismo

Barocco e Rococò sono due correnti artistiche caratterizzate dallo sfarzo, dal lusso e dall'esagerazione. Il XVII secolo, infatti, fu oberato proprio da questo stile fantasioso, bizzarro e potente, il quale andò a scatenare, tra la seconda metà del...
Arti Visive

Barocco: storia, stile e maggiori esponenti

La parola "barocco" definisce lo stile che predominò la cultura e l'arte del diciassettesimo secolo. Questo termine iniziò ad usarsi a partire dal XVIII secolo. Ma spesso soltanto negativamente, per indicare la pochezza di spirito, la leziosità e la...
Letteratura

Rinascimento: il pensiero filosofico e i maggiori esponenti

Con il termine Rinascimento si è soliti ricordare quel periodo storico tra la fine del Trecento e la seconda metà del Cinquecento. Si tratta di un periodo in cui avvenne un grande sviluppo della cultura italiana e che influì notevolmente sugli eventi...
Arti Visive

Anacronismo: storia, stile e maggiori esponenti

Se pronunciamo la parola anacronismo facciamo riferimento a una descrizione o riferimento di determinati fatti o personaggi, in un tempo che non appartiene alla loro natura. Questa parola trae origine dal vocabolo greco "ἀνά" che significa "contro"...
Arti Visive

I maggiori esponenti del barocco

Il termine "barocco", deriva dal francese baroque e fu inventato nel corso del Settecento per contrapporre l'enfasi e l'esagerazione del Seicento alla razionalità illuminista. Proprio per questo, il suo stile mirava a stupire e affascinare, con l'abbondanza...
Arti Visive

Scultura: i principali esponenti del 700

La scultura offre un panorama immenso di opere e artisti. Se molto noti sono il 1500 e il 1600 come periodi in cui la civiltà occidentale ha conosciuto un susseguirsi particolarmente florido di opere artistiche e scultorie, è altrettanto vero che anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.