Breve storia della musica classica

di Marco Rossomanno tramite: O2O difficoltà: facile

La musica classica ha radici molto antiche ed è un genere considerato universale. Infatti è un genere colto che comprende musica sacra e profana, nato e molti secoli fa e tutt'ora molto attuale. La caratteristica della musica classica è quella di non avere tempo e di entrare nell'anima di chi la ascolta. Anche chi non è esperto del genere, non può far a meno di apprezzarla, anche solo come sottofondo. La storia della musica classica è molto lunga e di certo sono stati scritti interi manuali per cercare di non tralasciare nulla. Questa guida invece si propone di illustrarvi una breve storia della musica classica.

1 Medioevo Il Medioevo rappresenta per la musica un periodo veramente eccezionale e ricco di nozioni e avvenimenti. Per comprendere il significato della grande innovazione che venne apportata alla musica in quel periodo, dobbiamo soffermarci su alcune cognizioni musicali. Fino ad allora la musica era stata monodica cioè a una voce o a più voci o più strumenti che cantavano e suonavano all’unisono (suono unico). Ebbene la grande innovazione consiste in questo: si trovò il modo di far emettere contemporaneamente più note diverse, alle voci e agli strumenti. Naturalmente i canti e i suoni dovevano incrociarsi e fondersi meravigliosamente, al punto da produrre effetti musicali grandiosi e gradevoli all’orecchio. Nasceva così la polifonia (più suoni). E’ facile capire che tale innovazione dava alla musica una maggiore possibilità di espressione.

2 Seicento Età barocca, arriviamo al Seicento. Johann Sebastian Bach è stato definito uno dei maggiori geni musicali che abbia avuto il mondo. Sia nella musica vocale che in quella strumentale egli creò opere di perfezione e bellezza sublimi. Fra le sue composizioni di musica vocale le più note sono la “Passione secondo San Matteo”, la “Passione secondo San Giovanni”, “L’Oratorio di Natale” e il “Magnificat”. Uno dei suoi capolavori di musica strumentale è il “Clavicembalo ben temperato” che comprende 48 stupende composizioni per cembalo.

Continua la lettura

3 Settecento Il secolo XVIII fu caratterizzato dalla musica operistica.  Basti pensare che è stato proprio in questo secolo in cui nacquero in Europa i maggiori teatri.  Approfondimento Johann Sebastian Bach: vita e opere (clicca qui) In Italia vennero costruiti il San Carlo di Napoli, il Reggio di Torino, il Comunale di Bologna, La Scala di Milano e la Fenice di Venezia.  Il secolo XVIII rappresentò anche un periodo particolarmente fortunato per la musica operistica italiana.  Si deve all’Italia la creazione di un nuovo genere di spettacolo musicale che ebbe ben presto grande fortuna.  Si tratta dell’ opera buffa, dovuta allo spirito inventivo di quei poeti e musicisti che formarono la cosiddetta “scuola napoletana”.  L’opera buffa metteva in scena i casi più ridicoli che si possono verificare nella vita di ogni giorno.

4 Ottocento Fuori d’Italia il musicista che eccelse nell’opera buffa fu l’austriaco Wolfgang Amadeus Mozart. Le “Nozze di Figaro”, il “Don Giovanni” e “Così fan tutte” sono veri gioielli di eleganza e di genialità melodica. Altri grandi del XIV secolo sono: - Francesco Schubert nella sua breve vita questo grande musicista compose oltre un migliaio di opere, soprattutto di origine popolare. - Ludwig Van Beethoven è riuscito ad esprimere con la sua musica tutti i sentimenti dell’animo umano. Il genere in cui espresse tutta la potenza del suo genio fu la sinfonia. - Di Robert Schumann sono particolarmente famose le composizioni per pianoforte e le sinfonie.- Johannes Brahms è considerato il continuatore di Beethoven. Il suo “Requiem tedesco” è una delle opere più potenti che siano state scritte dopo le “Passioni” di Bach e gli oratori di Haendel.-Federic Chopin fu chiamato l’anima del pianoforte, infatti pochi musicisti come lui hanno saputo comporre “pezzi” per pianoforte tanto originali e avvincenti. I “Preludi”, le “Sonate” i “Valzer”, le “P olacche” sono le più celebri composizioni pianistiche di questo grande musicista.

Non dimenticare mai: Si consiglia di prestare attenzione ai brani che oggi si ascoltano perché sempre più artisti contemporanei ripropongono i loro più famosi brani con l'arrangiamento sinfonico

La musica nel romanticismo Nel Romanticismo la musica si sviluppò inizialmente dal 1770 con la ... continua » Musica classica: le opere di Mozart Mozart è senza dubbio uno dei più grandi musicisti mai esistiti ... continua » Storia della musica italiana La cultura italiana è sempre stata particolarmente fiorente. Non fa eccezione ... continua » Breve storia della musica leggera Il termine musica leggera si riferisce a tutta quella produzione musicale ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Donizetti e le sue opere maggiori

Gaetano Donizetti è uno dei più importanti compositori della storia della musica italiana. Nato a Bergamo nel 1797, è diventato famoso prevalentemente come autore di ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.