Breve storia della musica hip hop

di Gianni Cataldo tramite: O2O difficoltà: media

L'hip hop è attualmente un fenomeno musicale e culturale molto diffuso in tutto il mondo. Di origine molto recente, prese le mosse a New York grazie all'attività di un famoso dj degli Anni '70. Attualmente questa cultura influenza non solo l'ambito musicale, ma anche abbigliamento e design. Spesso legata all'immagine delle gang americane, l'hip hop appassiona e coinvolge milioni di persone in tutto il mondo. In questa guida vedremo in breve la storia della musica hip hop, ripercorrendo i passaggi fondamentali di questa cultura.

1 La nascita musica hip hop Sembra che la data ufficiale di nascita di questo movimento culturale sia l'11 novembre del 1973. In quegli anni, il dj Kool Herc sperimentava nuove tecniche di missaggio per far apprezzare agli ascoltatori newyorchesi generi come il reggae, soul e funk. Da quel momento, la musica si arricchì di numerose influenze, soprattutto africane e caraibiche, per dare vita al genere musicale che tutti noi oggi conosciamo. Inizialmente l'hip hop rimase un genere di nicchia, ascoltato soprattutto durante i "block party", feste di strada che mettevano in comunicazione numerosi giovani - soprattutto afroamericani e latini - attraverso danza e musica.

2 Interesse mediatico Attorno agli Anni Novanta, l'hip hop cominciò a diventare un fenomeno di grande interesse mediatico, cosa che aiutò la sua diffusione oltre i confini americani, in tutto il mondo. L'hip hop, che include sonorità giamaicane e latinoamericane, si avvale spesso della tecnica del "rapping", e del "beatboxing". Il fenomeno si accostò ben presto a quello del "writing", cioè l'arte del disegnare graffiti nelle pareti delle città. Gli strumenti di cui si avvale il movimento hip hop sono sintetizzatori e "DAW", particolari strumenti per la registrazione e il missaggio di tracce audio. I testi delle canzoni sono spesso scritti in gergo e inerenti a temi di attualità e interesse sociale: per questo l'hip hop è un genere spesso accostato all'attivismo politico.

Continua la lettura

3 Movimento culturale La cosa che stupisce e affascina dell'hip hop è il fatto che un movimento culturale così di nicchia, che dava voce a gusti ed esigenze di una ristretta cerchia etnica, abbia conquistato ascoltatori di ogni cultura ed estrazione sociale in tutto il mondo, facendo dell'hip hop un imponente fenomeno sociale.  Negli ultimi anni molti Stati europei hanno visto musicisti locali interessarsi ed occuparsi dell'hip hop, arricchendo lo stile di nuove influenze regionali.  Approfondimento 5 semplici passi Hip Hop (clicca qui) Tra i maggiori esponenti del movimento si annoverano artisti del calibro di 50 Cent e Lil' Wayne; fra gli esponenti più recenti si possono citare Fabri Fibra, Club Dogo e Ics.

Come iniziare a ballare hip hop Nato negli Stati Uniti, l'Hip Hop è un ballo ormai ... continua » Generi musicali degli anni 90 La musica è stata da sempre una delle forme d'arte ... continua » Breve storia della musica pop La pop music, ovvero quella che conosciamo sotto il nome di ... continua » Storia della danza hip pop Il mondo della danza è molto vasto e pieno di contaminazioni ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Breve storia della musica rock

Se siamo degli amanti della musica sicuramente ci piacerebbe conoscere la storia dei vari generi musicali esistenti. Per fare ciò potremo cercare su internet delle ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.