Breve storia della musica jazz

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Jazz è un particolare genere musicale nato negli Stati Uniti, nello stato della Louisiana, nel corso del XIX secolo, la cui caratteristica peculiare è l’improvvisazione. Il jazz si differenzia in particolare per la grande libertà di espressione degli strumenti solisti, per il ritmo basato essenzialmente sul sincopato e per l’uso del vibrato. Fin dall’inizio ha subito notevoli influenze, sia dal blues che dalla musica leggera, modificandosi e mescolandosi nel corso del tempo anche con i generi musicali più moderni, non solo americani. Con questa guida, andiamo a conoscere la breve storia della musica jazz.

26

Origine del jazz

L’origine del jazz è molto antica e si colloca negli Stati Uniti. Già a partire dal XVII secolo sbarcarono nella colonia inglese della Virginia i primi schiavi di colore provenienti dal continente africano, i quali venivano impiegati nelle sterminate piantagioni di tabacco, riso, zucchero e cotone. Fu durante questo periodo che nacquero i primi canti con cui gli schiavi erano soliti accompagnare il loro duro lavoro. Si trattava prevalentemente di cori collettivi e cadenzati, i cosiddetti “work songs”, la cui cadenza ritmica coincideva con quella dello sforzo fisico. La successiva evoluzione di questi cori furono gli “spirituals”, considerati i veri e propri antenati del jazz, che consistevano in canti collettivi a sfondo religioso (i testi erano tratti dalla Bibbia) e che nacquero in seguito alla progressiva opera di conversione religiosa degli schiavi, effettuata per mano di missionari cristiani.

36

Luogo di diffusione

Il jazz vero e proprio cominciò a diffondersi a New Orleans, la più grande città degli stati del Sud, a partire dal 1920. La particolarità di questa città, importantissimo porto sul Golfo del Messico situato alla foce del fiume Mississipi, era di costituire un punto di confluenza tra culture ed etnie diverse. Qui operavano le prime Brass Band, impiegate nei battelli che risalivano il fiume. Già 10 anni dopo si affermarono i primi complessi e vennero registrati i primi dischi di musica jazz.

Continua la lettura
46

Maggiori esponenti

La consacrazione di questo genere musicale la si deve a musicisti come: Louis Armstrong, il trombettista più famoso di tutti i tempi, Duke Ellington, Jo Jones e Bessie Smith. Dopo gli anni '40 però, finì il momento d'oro del jazz vero e proprio e cominciò a prendere piede lo stile del bepop. I pionieri di questo stile furono: Charlie Parker, sassofonista morto prematuramente a causa della sua vita sregolata, Miles Davis, trombettista, e il virtuosissimo John Coltrane, anch'egli sassofonista. Sempre negli anni ’60 cominciano a formarsi artisti jazz il cui stile è riconducibile ancora oggi ad un'originalità che non può essere schematizzata: è il caso del pianista Chick Corea, del chitarrista Pat Metheny, artisti ancora in attività, e la cui presenza nel panorama internazionale dimostra la modernità dello stile jazz e delle sue originalità.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il jazz è simile al blues, poiché anch'essi è nato dagli schiavi americani deportati negli USA.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

La musica Jazz in Italia

Quando si parla di Jazz italiano, si farà sicuramente riferimento, sia al genere eseguito da artisti italiani, sia ad una sinergia tra musica Jazz e l'Italia. Lo stile Jazz, che ricordiamo essere nato in America, è sbarcato nel continente europeo nel...
Musica

Dove trovare tutti gli standard jazz

Viene definito uno standard jazz un pezzo del repertorio jazz che è conosciuto, apprezzato e spesso riprodotto da diversi musicisti nel corso della storia, e che gli ascoltatori riconoscono già dalla prima nota.Come potete immaginare, non essendoci...
Musica

I maggiori esponenti del jazz

Il jazz è una tipologia di musica nata nei primi anni del '900. Essa ha origine nelle comunità afroamericane del sud degli Stati Uniti, già grandi amanti del blues. Oltre alla sua importanza fondamentale per sconfinate tipologie di generi successivi,...
Musica

Thelonius Monk: Il jazz degli anni 40'

La musica che siamo soliti ascoltare oggi è molto differente rispetto a quella di decenni fa. Tuttavia parecchi maestri di allora, hanno lasciato le loro "impronte" ed ancora oggi molti testi ricordano sotto certi aspetti quelle caratteristiche. Tra...
Musica

Come improvvisare un pezzo jazz al piano

La musica jazz è nata all'inizio del Novecento in America; con la deportazione e la schiavitù del popolo africano. In quegli anni, la patria indiscussa del jazz era New Orleans, in Louisiana. All'inizio i pezzi si eseguivano con la batteria e gli strumenti...
Danza

Breve storia della danza jazz

Se siamo degli amanti della danza, per riuscire ad apprezzarla e comprenderla correttamente, dovremo necessariamente conoscere la sua storia. Su internet potremo trovare tantissime guide ed articoli che trattano i vari periodi storici anche nel campo...
Musica

Come imparare ad improvvisare nel jazz

Il Jazz è un genere musicale americano proveniente dal ragtime e dal blues. Le sue caratteristiche includono i ritmi sincopati, la polifonia e l'improvvisazione ovvero l'arte di creare e organizzare una linea melodica in modo estemporaneo ovvero senza...
Recitazione

I passi base della danza jazz

La danza jazz è un misto di diverse tipologie di danza che la rendono difficile da caratterizzare in modo univoco. Certo è che le origini risalgono alle comunità afro-americane, come la musica con cui ne condivide il nome. Proprio a causa della pluralità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.