Breve storia della musica pop

di Rossella Cecchini tramite: O2O difficoltà: media

La pop music, ovvero quella che conosciamo sotto il nome di musica pop, è un genere che risale agli anni '50.
Si tratta sostanzialmente di una derivazione del rock 'n roll, ovvero di un macro genere musicale contemporaneo che comprende alcuni sottogeneri appartenenti alla canzone popolare.
Il termine "pop" deriva dunque dall'abbreviazione del termine anglofono "popular", che in italiano traduciamo con "popolare".
Qui di seguito, andremo a ripercorrere brevemente alcune tappe significative della storia della musica pop. Se amate questo genere musicale, sicuramente sarete curiosi di proseguire nella lettura di questo breve spaccato di storia musicale.

Assicurati di avere a portata di mano: Qualche libro di storia della musica Dischi di musica pop Passione per la musica

1 Anzitutto è importante ricordare che la musica pop nasce nel XX secolo. Essa incarna una serie di tendenze musicali che si distinguono per una spiccata orecchiabilità, un'estrema semplicità di linguaggio, e un forte disimpegno verso la tematica dei brani di breve durata.
Inoltre, in questo genere, si fa abbondante uso della melodia, i tempi musicali sono pari e le strofe si alternano a ritornelli. Nella musica pop, la ritmica è semplice e il sottofondo musicale si presenta poco elaborato.
Questo innovativo genere musicale ha potuto affacciarsi sul mercato grazie all'organizzazione di numerosi concerti e manifestazioni. Oltretutto, la diffusione mondiale di questa musica mediante trasmissioni radiofoniche e televisive ha dato un importante contributo all'ascesa del genere.

2 La musica pop riscosse un grande successo a partire dagli anni '60. In questo lasso di tempo, si verificò un fenomeno che si definisce "plugging". Con questo termine si indica una prassi teorica di standardizzazione, che si basa sulla continua proposizione di un brano da parte dei media.
La musica pop mira a suscitare nel pubblico delle reazioni emotive strettamente connesse al fattore del riconoscimento, mediante la presentazione (sotto forma di di brani melodici) di argomenti generalmente inerenti al tema dell' amore romantico.
Per questo motivo, la musica pop doveva risultare fruibile ed accessibile ad un vasto pubblico. Essa doveva inoltre e perseguire una logica di mercato che si trovasse a contrastare la cosiddetta musica "impegnata".

Guarda il video:

Continua la lettura

3 In Europa fece la sua comparsa sulle scene il gruppo musicale dei Beatles.  I quattro ragazzi di Liverpool costituirono un fenomeno vero e proprio per la musica britannica a metà degli anni '60, esportandola in tutto il mondo.
La musica pop italiana, invece, si definisce generalmente con il termine nostrano "musica leggera".  Approfondimento Breve storia della musica leggera (clicca qui) Prima della British invasion, la definizione di pop music risultava pressoché sconosciuta ai più.  Essa prese piede a seguito della fama conquistata dai gruppi di origine straniera. 
Attualmente utilizziamo il termine "pop" per definire la musica commerciale internazionale.  Tra i massimi esponenti del genere, ricordiamo il re del pop per antonomasia, ovvero il grande artista afroamericano Michael Jackson, scomparso qualche anno fa.

4 Negli anni '70 e '80, la musica pop divenne un genere di spicco grazie a numerosi artisti e gruppi musicali. Tra i più famosi solisti ricordiamo Elton John, David Bowie ed Eric Clapton. Per quanto riguarda le band, impossibile non citare i Queen e gli Abba.
Negli anni '80 vediamo protagonisti assoluti artisti del calibro di BIlly Joel, Madonna, lo stesso Michael Jackson, Bruce Springsteen, George Michael e molti altri. Tra i gruppi musicali ricordiamo gli intramontabili Depeche Mode, i Dire Straits di Mark Knopfler e gli U2.
Anche gli anni '90 vedono la comparsa di molti artisti ancora in attività, come Britney Spears e Christina Aguilera. La band che resta ai vertici, nonostante abbia deciso di sciogliersi anni fa, è quella guidata dai fratelli Gallagher, ovvero gli Oasis.

Non dimenticare mai: Ascoltate alcuni tra gli album più famosi degli artisti pop sopra citati per conoscere meglio il genere. Leggete qualche documento storico sul genere musicale in questione per conoscere tematiche e tecniche. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Breve storia del pop e della musica leggera

La musica dance anni '90: storia e protagonisti Per chi non fa parte della nuova generazione, è comprensibile che ... continua » Breve storia della musica elettronica La musica ha fin dall'antichita' suscitato un certo fascino in ... continua » I più famosi gruppi musicali inglesi della storia Il Regno Unito ha dato alla luce moltissimi cantanti che sono ... continua » Storia della musica: i Rolling Stones Di origine britannica, i Rolling Stones sono stati uno dei gruppi ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Generi musicali degli anni 60

Negli anni 60 nacquero nuove tendenze musicali, altre si consolidarono e il panorama dell'intera musica venne rivoluzionato. Nel rock videro la luce band come ... continua »

Come fare la danza del robot

La danza è una espressione del corpo considerata una vera e propria arte. In genere la danza propone una sinuosità dei movimenti seguendo il ritmo ... continua »

Generi musicali degli anni 50

La musica ha da sempre accompagnato la vita di moltissime persone, se non dell'intero genere umano. Attraverso melodie, suoni e canzoni create da moltissimi ... continua »

Come ascoltare la musica jazz

Se state leggendo questa guida è perché, probabilmente, avete avuto modo di ascoltare qualche brano che vi ha fatto appassionare di un genere musicale ricco ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.