Cicerone: concetti chiave del suo pensiero filosofico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Scrittore, oratore e uomo politico romano, Cicerone fu una figura molto importante ma ancora più fondamentali furono i concetti chiave racchiusi all'interno del suo pensiero filosofico. Attraverso l'attività letteraria, Cicerone cercò di trovare il rimedio a tutte le delusioni e le amarezze che si susseguirono sia all'interno della sua sfera privata sia nel mondo esterno. Cerchiamo quindi di analizzare, molto brevemente, la sua figura in modo da capire quali fossero i concetti chiave del suo pensiero filosofico.

25

Politico, pensatore ed artista, questa è la definizione di Cicerone, figura estremamente complessa, fu oggetto di valutazioni a volte parziali e in altre occasioni contrastanti fra loro. Ammirato e osannato per la sua maestria stilistica, per la sua prosa cristallina e armonica sapientemente articolata, viceversa criticato per il suo operato politico che invece, a valutazione di altri, fu classificato principalmente come ambiguo e spesso incerto. Ed è proprio da questo ultimo punto che bisogna partire, per capire a fondo i concetti chiave del suo pensiero filosofico.

35

Le opere di Cicerone riguardavano principalmente la problematica dell'etica, il contrasto umano diviso tra bisogni materiali e le virtù, poesie considerate però opere minori e diverse operette di carattere morale. Cicerone ebbe una visione sicuramente conservatrice dello Stato, purtroppo però in una fase di grandi trasformazioni di carattere politico e sociale, che caratterizzarono quel tempo, questa sua convinzione fu considerata a dir poco ambigua. Troppo convinto del suo pensiero, egli non seppe prevedere gli sviluppi di una visione nuova della politica che piano piano stava prendendo forma sotto gli occhi di tutti. Tenacemente rimase quindi attaccato alla convinzione che era necessario restaurare i vecchi ideali, senza invece prendere atto che questi oramai erano del tutto tramontati. Secondo il filosofo, solo attraverso l'uso della dialettica sarebbe stato possibile ottenere risultati, rendendo così del tutto privo di senso l'utilizzo di ogni altra forma di forza. In conclusione Cicerone era fermamente convinto che non vi fosse nessun altro tipo di comunicazione se non quella del dialogo, di conseguenza solo attraverso la parola era possibile appianare ogni tipo di problematica e divergenza.

Continua la lettura
45

Tutto si può dire di Cicerone, ma non certamente che fosse un pensatore originale, infatti egli attinse il proprio sapere attraverso scuole del tutto differenti fra loro, rimanendo sempre e comunque ben lontano della dottrina epicurea, ripudiata in quanto considerata antisociale. Questa sua corrente filosofica fece da ponte tra la classicità e il cristianesimo, tra la filosofia greca e la cultura europea. Tra tutti i suo scritti e le sue opere, quella che sicuramente rende maggior giustizia a quello che è il suo pensiero filosofico, sono le "Lettere", una raccolta di pensieri scritti quotidianamente dove trovano posto le impressioni, gli stati d'animo, le situazioni di vita reale del filosofo stesso.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per capire a fondo il pensiero di Cicerone, può essere utile leggere Lettere una raccolta di pensieri quotidiani indispensabili per capire a fondo questo controverso filoso romano.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Ludovico Geymonat: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Ludovico Geymonat è stato uno dei più importanti filosofi e matematici italiani del Novecento. È nato a Torino l'11 maggio del 1908. Nel 1930, ha conseguito la laurea in filosofia presso l'Università della capitale piemontese, discutendo la tesi sul...
Letteratura

Hegel: concetti chiave del suo pensiero filosofico

All'interno di questa guida il nostro argomento sarà molto interessante, perché ci occuperemo di un grande filosofo: Hegel. Andremo a trattare i concetti chiave inerenti al suo pensiero di carattere filosofico.La guida verrà gestita attraverso un primo...
Letteratura

Ludwig Wittgenstein: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Ludwig Wittgenstein nacque nel 1889 a Vienna ed è ricordato per il suo contributo alla filosofia del linguaggio e in qualità di fondatore della logica moderna. I concetti chiave del suo pensiero filosofico infatti ruotano intorno al linguaggio, alla...
Letteratura

Pierre Duhem: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Pierre Duhem è stato un famoso filosofo francese, oltre che fisico, matematico e più in generale teorico della scienza; è conosciuto soprattutto per i contributi offerti alla definizione e all'indagine della storia del progresso scientifico durante...
Letteratura

Jean Paul Sartre: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Jean Paul Sartre nacque a Parigi il 21 giugno 1905 e morì, sempre a Parigi, il 15 giugno 1980. Viene considerato come uno dei maggiori rappresentati dell'esistenzialismo ed è sicuramente un personaggio poliedrico. Nel corso della sua vita, infatti,...
Letteratura

Appunti di letteratura latina: Sallustio

Gaio Sallustio Crispo, a noi noto semplicemente come Sallustio, fu un senatore romano del periodo repubblicano, fedelissimo seguace di Cesare. La sua importanza, nell'ambito della letteratura latina, è dovuta alla sua estrema competenza come storico....
Letteratura

Vita e opere di Voltaire

Francois Marie Arouet (1694-1778), vero nome del filosofo noto come Voltaire, fu la figura che meglio incarnò gli ideali dell'illuminismo. Egli è l'emblema dell'intellettuale moderno che non si vanta della sua vuota erudizione, ma che utilizza le sue...
Letteratura

Rinascimento: il pensiero filosofico e i maggiori esponenti

Con il termine Rinascimento si è soliti ricordare quel periodo storico tra la fine del Trecento e la seconda metà del Cinquecento. Si tratta di un periodo in cui avvenne un grande sviluppo della cultura italiana e che influì notevolmente sugli eventi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.