Come cambiare le corde al contrabbasso

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Cosa succede se si rompe una corda del vostro contrabbasso, oppure volete sostituirle perché ormai vecchie? E allora, che tu sia un appassionato contrabbassista alle prime armi, o un professionista di lunga data, vogliamo darti un consiglio per iniziare a risparmiare sulla manutenzione del tuo strumento, senza rinunciare alla qualità del suono. Segui questa guida: come cambiare le corde al contrabbasso!

24

Parti del contrabbasso:

Ecco le parti del contrabbasso da prendere in considerazione quando decidete di cambiare le corde:
1 - Cavigliere- dentro il quale scorrono i piròli della meccanica per l'accordatura.
2 - Capotasto- in cui, attraverso una scanalatura, scorrono le corde.
3 - Ponticello- situato sul piano armonico all'altezza delle "effe" .
4 - Anima- piccola asta cilindrica d'abete situata tra il piano armonico e il fondo, utilizzata per contrastare la pressione delle corde sul piano armonico e a ritrasmettere le vibrazioni al fondo.
5 - Cordiera- a cui vengono ancorate le corde.

34

Sostituire le corde:

Ipotizziamo di dover sostituire una corda: il SOL
1 - Sfila la corda rotta o, se vecchia ma intatta, tagliala con una tronchesina
2 - Taglia la nuova corda alla lunghezza desiderata e mantenendo una certa tensione, fissala al relativo foro della cordiera, esattamente come era fissata la vecchia corda
3 - Controlla che il diametro della corda sia posizionato per metà della sua circonferenza nell'intaglio praticato sul ponticello.
4 - Infila il capo libero della corda nel foro del piròlo corrispondente, facendolo passare sotto la corda del "RE" nella scatola delle meccaniche.
5 - Avvolgimento:
- inserisci dal davanti la corda nel foro
- gira la chiave di accordatura affinché il piròlo avvolga verso l'alto
- dopo aver fatto mezzo giro avrai davanti il capo della corda
- tieni la corda in modo che si avvolga alla sinistra del capocorda sporgente e completa l'operazione con un altro mezzo giro
Per intenderci, all'infuori della prima spira a sinistra del foro e quindi del capocorda, tutte le altre devono essere affiancate verso destra, dopo aver scavallato il capocorda al primo giro, verso l'ingranaggio della chiave.
Questo procedimento è uguale ma invertito se le corde sono quelle di sinistra LA e MI (guardando dal davanti).
In sintesi ricorda che:
- la prima spira va verso la fine del piròlo, accavallandosi per effetto dello spostamento di direzione.
- tutte le altre invece, devono andare verso l'inizio del piròlo, ossia, verso la chiave di manovra.

Continua la lettura
44

Accordatura:

In caso di errore di valutazione iniziale della lunghezza della corda, se troppo lunga, si deve ripetere l'operazione inserendo più corda nel foro al mezzo giro iniziale. In accordatura da orchestra, il contrabbasso è accordato in quarta:
1° corda - SOL
2° corda - RE
3° corda - LA
4° corda - MI.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Errori da evitare nella manutenzione del contrabbasso

Il contrabbasso è lo strumento piú grande e piú grave fra quelli appartenenti ai cordofoni ad arco. Poco noto ma indispensabile in ogni orchestra che si rispetti, è molto apprezzato ed impiegato in differenti generi musicali: dalla musica barocca...
Musica

Come suonare il contrabbasso

Pur essendo uno strumento di origini molto antiche, il contrabbasso risulta ancora oggi molto apprezzato ed utilizzato sia nella musica classica che in quella moderna, come nel jazz e nel rock. Nasce nell'ambito della musica classica, nell'Europa del...
Musica

5 consigli per acquistare un contrabbasso

Il contrabbasso è uno degli strumenti della famiglia degli archi ed il suo suono è molto basso. Per questo motivo non è usuale che lo si sente suonare come solista ma è essenziale in un'orchestra per amalgamare i suoni di tutti gli strumenti. Solitamente...
Musica

Musica classica: i principali strumenti

Gli strumenti principali della musica classica sono raggruppati in diverse categorie a seconda di come viene prodotto il suono. Le quattro famiglie principali sono gli strumenti a corda, a fiato, gli ottoni e le percussioni. Solitamente è l'orchestra...
Musica

Come sostituire le corde di un violoncello

In questo tutorial vediamo come sostituire le corde di un violoncello. La procedura in sé è abbastanza semplice ed include un trucchetto per impedire alla corda di scivolare via dal pirolo. Il cambiamento di una sola corda richiede pochi minuti e quello...
Musica

Come accordare una chitarra con l'accordatore

Per accordare qualsiasi tipo di chitarra con l'accordatore è necessario, prima di tutto, conoscere le sei corde dello strumento e sapere quale nota ognuna di essa deve produrre, per rientrare in un'accordatura. Esistono diversi tipi di accordatura possibili...
Musica

Come scegliere le corde per basso elettrico

Avete bisogno di corde nuove per il basso elettrico, ma non sapete quali scegliere? Ce ne sono molte e siete indecisi? Innanzitutto dovete sapere che il suono di un basso elettrico dipende da una serie di fattori quali il modello di pick-up utilizzato...
Musica

Come accordare l'arpa

L'arpa è uno strumento antichissimo, risalente all'epoca degli antichi greci, che trasmetteva con la vibrazione delle sue corde un suono soave e piacevole. Ancora oggi viene suonato e non ha perso il fascino. L'arpa è uno strumento che ha bisogno giornalmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.