Come caratterizzare un personaggio nella recitazione

di Rita Malizia tramite: O2O difficoltà: media

Il modo in cui un attore interpreta un ruolo, utilizzando la sua capacità di agire per creare un personaggio in un dramma, è noto come la caratterizzazione. Il carattere di una persona può essere mostrato in molti modi e questo è dove l'abilità dell'attore entra in gioco. È possibile mostrare il carattere anche nel modo di camminare e muoversi (linguaggio del corpo), nel modo di parlare (qualità vocali) e nella reazione agli eventi del dramma. Quando si crea un personaggio possiamo utilizzare tecniche come hot-posti a sedere per sviluppare il ruolo, ma abbiamo anche bisogno di pensare a questi altri aspetti della presentazione del personaggio, in modo che possano venire fuori all'interno del dramma. Ecco come caratterizzare un personaggio nella recitazione e renderlo quanto più possibile vicino alla realtà.

1 Modulare la voce Per caratterizzare il personaggio che si vuole interpretare è di fondamentale importanza saper utilizzare e modulare la voce alla perfezione. Non conta soltanto conoscere a memoria le battute del copione, quello rappresenta solo un primo gradino. La voce deve essere del giusto timbro, non deve avere brusche oscillazioni, deve vibrare e cambiare registro in base alle emozioni che il personaggio sta sperimentando.

2 La comunicazione non verbale La comunicazione non verbale è una componente imprescindibile nella recitazione. L'arte di far corrispondere le battute ai gesti, le espressioni facciali e tutto ciò che fa parte della comunicazione non verbale quindi del linguaggio del corpo non è da tutti. Quando si recita una parte in cui il personaggio è arrabbiato, l'attore non può certamente mostrare un viso sereno o inespressivo. Al contrario dovrà corrugare la fronte, alzare la sopracciglia, stringere i pugni, in caso contrario non sarà stato in grado di esprimere il proprio personaggio.

Continua la lettura

3 La postura e l'andamento Due elementi imprescindibili per caratterizzare alla perfezione un personaggio sono senza dubbio la postura e l'andamento.  Entrambe danno l'idea di un personaggio prima ancora che egli apra bocca.  Approfondimento Le migliori tecniche di recitazione (clicca qui) Vedere salire sul palco un soggetto con una postura perfettamente eretta e un andamento fiero ci da l'idea di un personaggio sicuro di sè, forte, con una certa posizione sociale nell'ambito della recita.  Se poi l'attore, invece, rappresenta un personaggio debole ecco che qualsiasi cosa esso potrà dire con la voce non coinciderà affatto con la comunicazione non verbale che paradossalmente ha già raggiunto il pubblico prima di quella verbale.

10 consigli per la recitazione teatrale Quando si assiste ad una rappresentazione teatrale, talvolta si può pensare ... continua » Come interpretare un ruolo comico La recitazione è un tipo di arte a cui bisogna dedicarsi ... continua » Recitazione: i migliori corsi in Italia La recitazione è un'arte che si perde nella notte dei ... continua » Recitazione: tecniche di improvvisazione teatrale Qualora foste interessati al teatro e vorreste provare a cimentarvi con ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come migliorare la recitazione

La recitazione è un valido strumento per poter lavorare nel campo dello spettacolo sia esso cinema, teatro o televisione, consente di orientare la propria carriera ... continua »

Come si impara a recitare

Lo scricchilio delle assi di legno sotto i piedi, il rosso fuoco di un vecchio, pesante sipario, l'atmosfera di cultura e di passaggio che ... continua »

Come iniziare a recitare

Non sempre la persona che esprime il desiderio di diventare un attore ha in realtà come scopo quello di diventare famoso o di vincere un ... continua »

Come recitare in un musical

L'arte della recitazione è un'arte piuttosto antica come anche quella della musica. Entrambe hanno generato nel corso dei secoli moltissime opere degne di ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.