Come creare un disegno con i gessetti bagnati

di Ant Adi tramite: O2O difficoltà: media

Se amate le arti figurative e in particolare dipingere, tra le varie tecniche è possibile utilizzare quella dei gessetti bagnati. In questo caso, l'applicazione su di un cartoncino o una parete in muratura, avviene bagnandoli con una procedura particolare.

Nella presente guida, illustreremo, passo dopo passo, come creare un disegno con i gessetti bagnati.

1 Occorrente Prima di iniziare la descrizione della preparazione dei gessetti, vediamo cosa ci occorre per portare a termine il lavoro. Innanzitutto ci servono diversi recipienti (anche bicchieri) in cui versiamo dell'acqua, e in ognuno inseriamo poi dei gessetti di diverse tonalità. Come già accennato in fase introduttiva, come superficie possiamo utilizzare un cartoncino nero lucido o ruvido, oppure direttamente una parete che sia perfettamente levigata. Infatti, quest'ultima ci consente di eseguire disegni e graffiti simili a quelli realizzati dagli artisti di strada.

2 Realizzazione In primo luogo dobbiamo immergere i gessetti nell'acqua per circa dieci minuti, e poi esporli all'aria per farli seccare. Tuttavia, se sono abbastanza sottili, l'intervallo di tempo deve essere minore, ossia di un minuto, altrimenti si corre il rischio di frantumarli. Per ottenere un risultato più luminoso, proviamo a diluire un po' di zucchero nell'acqua prima di immergervi i gessetti.

A seconda del soggetto che decidiamo disegnare, i gessetti ci consentono di ottenere degli effetti molto naturali. Se optiamo per una natura morta, come ad esempio un cesto con della frutta, gli agrumi, con la loro superficie liscia e porosa, sono quelli che risentono maggiormente di questa particolare tecnica, diventando quasi tridimensionali. Se, invece, il soggetto è una persona, i gessetti bagnati sono ideali per creare delle mèches sui capelli oppure dei chiaroscuri nel caso di fiori e piante.

In base al quantitativo di gessetti che applichiamo su di una parte del disegno, avremo uno spessore maggiore che tuttavia possiamo sfumare, utilizzando un normale pennellino imbevuto sempre in acqua.

Durante il loro utilizzo, evitiamo di esercitare troppa pressione, in quanto i gessetti bagnati sono più delicati di quelli asciutti.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Utilizzo su altre superfici Infine, se intendiamo utilizzare i gessetti bagnati anche su altre superfici come ad esempio il legno, è necessario intervenire con un'azione preliminare.  Nello specifico si tratta di applicare al pennello della cementite in polvere opportunamente diluita in acqua, che, una volta essiccata, funge da isolante, e nello stesso tempo consente ai gessetti bagnati utilizzati per il disegno di attecchire in modo uniforme e senza il rischio di sgretolamento.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Come creare un disegno con i gessetti bagnati

Come disegnare a mano libera Si definisce disegno a mano libera un'elaborazione grafica eseguita senza ... continua » Come dipingere ad olio La quantità di pitture disponibili oggi per dipingere su ogni tipo ... continua » Come realizzare uno sfondo sbiadito per un fumetto Se amate disegnare e state pensando di lanciarvi in una nuova ... continua » Errori da evitare nell'uso degli acquerelli Se amate l'arte del disegno e della pittura, prima o ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come valutare un dipinto

Un'opera d'arte è una creazione artistica, è assemblata da professionisti, o comunque comporta una funzione primariamente estetica. Un'opera d'arte può essere ... continua »

Come valutare un dipinto

Un'opera d'arte ha in genere una funzione estetica. L'arte fisica si esprime attraverso la pittura, la scultura, l'architettura nonché la fotografia ... continua »

Come disegnare una libellula

"Inseguendo una libellula in un prato..." recitava una famosa canzone. Fra gli insetti la libellula è infatti uno dei più poetici, anche per la sua ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.