Come creare una colonna sonora

di Annalisa Musio tramite: O2O difficoltà: media

La guida che vi state apprestando a leggere andrà a occuparsi di musica. Cercando di essere più precisi, il fulcro che svilupperemo chiamerà in causa una tematica collegata ai film: la colonna sonora. Vi spiegheremo in pochi passi e in modo molto semplice come creare una colonna sonora. Cominciamo immediatamente questo interessante percorso argomentativo.
La colonna sonora è un valore in più alle immagini, un punto cardine di una pellicola. Riempie le scene senza dialogo, sollecita interrogativi e la drammaticità degli eventi. Sottolinea i rumori ed anticipa le azioni. Ma in modo particolare, cattura l'attenzione dello spettatore e favorisce l'immedesimazione. Il sonoro occupa circa il 10% del costo totale di un film. Ogni regista ne conosce l'importanza perché può influenzare pesantemente il risultato finale di un progetto.

Assicurati di avere a portata di mano: Software professionali

1 Il collegamento tra film e colonna sonora Il film, attraverso le sue immagini, si pone come obiettivo finale quello di suscitare negli spettatori delle emozioni, che devono comunque essere amplificate al massimo, per ottenere un gradimento maggiore. La colonna sonora, risponde anche a questa necessità, in quanto accompagna la narrazione creando la giusta atmosfera.
Non sempre la creazione è lineare e ben progettata. Infatti, il compositore deve proiettarsi mentalmente nella sceneggiatura. Per farlo ha bisogno di tempo e metodo. I migliori software professionali per creare una colonna sonora sono Magix Music Maker (Soundtrack edition), Final Cut Studio e Pro Tools. Certi di una minima preparazione in composizione, non ci soffermeremo sugli aspetti musicali della colonna sonora. Procediamo invece su quelli della realizzazione cinematografica.

2 La produzione di una colonna sonora Generalmente, il regista del film contatta un compositore spiegandogli gli aspetti generali della trama, in modo tale che il compositore possa impostare il suo lavoro cercando di renderlo molto vicino a ciò che cerca di trasmettere il film. Un altro aspetto di cui si tiene conto, è l'enfatizzazione degli effetti speciali.
Nella migliore ipotesi ha già una sceneggiatura in mano. In questo primo step, il musicista ha quindi molta libertà di immaginazione. Lavora essenzialmente sulle poche informazioni fornitegli. Questa è però un'arma a doppio taglio. Le immagini della pellicola infatti potrebbero discostarsi molto dal messaggio del film. Il risultato quindi potrebbe "stonare" o non soddisfare il regista. Pertanto, vanno preparate alcune bozze da sviluppare dopo qualche scena.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Il montaggio Attraverso il montaggio della colonna sonora ha inizio la parte del lavoro che viene chiamata post produzione, in cui sarà il compositore a diventare l'attore principale del lavoro.  Avviene la messa delle scene in perfetto ordine cronologico, con l'attuazione di tagli specifici nei punti superflui della narrazione.  Approfondimento Come scegliere la colonna sonora di un cortometraggio (clicca qui) A questo punto, si possono creare dei temi musicali definitivi.  Pertanto, verranno abbinati alle immagini ma senza troppa precisione.  La sincronizzazione sarà l'elemento principale nella Picture Lock, l'ultima fase prima degli effetti speciali.  In questo frangente, le scene sono definitive pertanto il compositore lavorerà in sincrono sulla traccia completa.  Chiaramente, creare una colonna sonora non è semplice.  Bisogna essere veri professionisti e sentire un film con l'anima.
Eccovi un approfondimento: https://it.wikipedia.org/wiki/Colonna_sonora.

Non dimenticare mai: Chi commissiona la colonna sonora, deve fornire un copione, una trama o un'idea generale. Il compositore dovrà sviluppare la musica e suscitare le emozioni. Il lavoro, non dovrà mai essere affrettato. Possibilmente sottoporre ad orecchie critiche il progetto, prima di passarlo al regista. Alcuni link che potrebbero esserti utili: L’importanza tutt’altro che secondaria della colonna sonora

Le colonne sonore più belle dei film La musica si lega a moltissime arti, compresa quella cinematografica. Non ... continua » Le colonne sonore più belle dei film La musica si lega a moltissime arti, compresa quella cinematografica. Non ... continua » Come scrivere la sceneggiatura di una commedia teatrale La sceneggiatura rappresenta quel particolare progetto da cui parte la nascita ... continua » Come scegliere la colonna sonora per uno spettacolo Nel mondo dello spettacolo rientrano attività professionali ed attività dilettantistiche, gli ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come recensire un film

Fino a qualche anno fa, per conoscere la qualità di un determinato prodotto o servizio si utilizzava la cosiddetta tecnica del passaparola. Oggi, invece, grazie ... continua »

La storia del cinema in 10 film

L'arte cinematografica è sicuramente di derivazione moderna ma contemporaneamente è uno dei più grandi fenomeni culturali dell'intera umanità.
Si calcola che dalla sua ... continua »

Come fare l'aiuto regista

Una pellicola cinematografica è certamente il risultato di un lavoro svolto collettivamente e professionalmente da un gruppo di specialisti. La figura più nota è certamente ... continua »

Guida al cinema di Stanley Kubrick

Stanley Kubrick è sicuramente uno dei più importanti registi del XX secolo. Tutto ciò grazie soprattutto ad un particolare linguaggio cinematografico, con una capacità fuori ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.