Come dipingere ad olio

di Gianni Cataldo tramite: O2O difficoltà: media

La quantità di pitture disponibili oggi per dipingere su ogni tipo di supporto è davvero notevole; vi sono gessetti, penne, matite e pastelli, pitture acriliche, colori per vetro, ceramiche e stoffe e numerosi altri materiali. Eppure, nonostante la grande varietà a disposizione, la pittura ad olio è sempre la più diffusa sia tra gli artisti “di professione”, sia tra i neofiti ed gli amatori. Vediamo insieme come si può realizzare un dipinto con i colori ad olio.

1 kit di base Chi vuole cominciare a dipingere con i colori ad olio, deve dotarsi di un kit essenziale di base, cui aggiungere via via altri colori e pennelli man mano che si comprende quali siano le proprie esigenze e le proprie specializzazioni. Una tavolozza per principianti deve essere composta dai seguenti colori: il bianco, l'ocra gialla, il giallo di cadmio, il rosso di cadmio, il cremisi di alizarina, il violetto di cobalto, il blu oltremare, il blu di Prussia e il verde smeraldo; è pur vero che la composizione della tavolozza dipende dal soggetto che si vuole dipingere, per cui da questo esempio di base si può partire facendo qualche minima variazione.

2 Caratteristice È bene sapere che i colori ad olio sono molto apprezzati per la versatilità, caratteristica che consente di poterli usare in vari modi, di poterli adeguare agli stili, ai soggetti ed alle dimensioni del dipinto; altra caratteristica dei colori ad olio è che sono facili da usare, e altrettanto facilmente possono essere manipolati e raschiati, dando la possibilità di ridipingere sopra e di ricoprire gli errori. I colori ad olio possono essere mescolati con altri tipi di vernici e materiali: possono, per esempio, essere usati insieme ai pastelli ad olio per ottenere effetti drammatici, oppure vi si può disegnare sopra con le matite, oppure ancora si possono mischiare alla sabbia per ottenere superfici dalle tessiture particolari.

Continua la lettura

3 Le linee di riferimento Se si dipinge un soggetto molto semplice, allora non è necessario tracciare in precedenza un disegno sulla tela, ma basteranno due-tre linee di riferimento; al contrario, per i soggetti più complessi si rende opportuno effettuare un disegno preliminare sulla tela per elaborare la posizione e la composizione degli elementi che devono essere raffigurati e per pianificare il bilanciamento dei colori scuri e di quelli chiari; per un ritratto, infine, sarà necessario stabilire come disporre il soggetto in relazione allo sfondo e bisognerà stabilire con esattezza le proporzioni da attribuire.  Possiamo affermare, dunque, che un'attenta pianificazione iniziale consentirà di essere più spontanei e spediti nella successiva fase pittorica.

Come scegliere l'attrezzatura per dipingere a olio Cercheremo di creare con il bricolage ed il metodo del fai ... continua » Come dipingere il paesaggio con l'acquerello L'obiettivo che andremo a cercare di perseguire lungo i tre ... continua » Come dipingere il paesaggio con l'acquerello Questa guida tecnica è forse un po' difficile da comprendere per ... continua » Consigli utili per la pittura La pittura è un'arte. Attraverso l'uso di varie tecniche ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come cominciare a dipingere

Dipingere non è affatto difficile anche se è importante avere una buona mano per il disegno e abilità nel miscelare i colori siano essi tempre ... continua »

Come dipingere a olio

La pittura ad olio è una delle forme più antiche e nobili di pittura, la maggior parte degli artisti famosi che si conoscono e si ... continua »

Come dipingere l'arcobaleno

Se vi siete da poco avvicinati alle belle arti ed in particolare alla pittura, avete fatto un'ottima scelta. Dipingere non solo vi permetterà di ... continua »

Guida alla pittura su tela

Fin da quando l'uomo ha memoria, la principale fonte di comunicazione e scrittura è stata la pittura. Agli albori l'uomo era solito lasciare ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.