Come disegnare un gelato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Che ne dite di disegnare un bel gelato? Comunemente chiamiamo "gelato" sia il classico cono sia la crema in vaschetta o i ghiaccioli. Ma partiremo proprio da quello che per l'immaginario collettivo è il gelato per eccellenza: il cono. Per disegnare un cono gelato bastano pochi dettagli. Vediamo ora come fare.

26

Occorrente

  • Foglio di carta.
  • Matita.
  • Pennarelli o pastelli.
  • Gomma.
36

Disegnare è un'arte che spesso richiede un certo talento. Non tutti lo possiedono, ma talvolta si possono sviluppare le abilità artistiche con lo studio e l'esercizio. Chiunque voglia imparare dovrebbe iniziare dalle basi e dedicarsi a soggetti semplici. Potrebbe partire, per esempio, da oggetti della vita quotidiana. Partiremo proprio dalla parte superiore, cioè la pallina di gelato. Tracciamo un semicerchio, di cui allungheremo leggermente le estremità. Disegniamo poi la parte inferiore della pallina di gelato. Sarà la base che poggerà sul cono, perciò diamole un aspetto soffice, come una nuvola.

46

Disegniamo tutti i dettagli della crema soffice, poi aggiungiamo particolari anche alla pallina. Possiamo disegnare qualche piccolo buco nella crema, qualche increspatura e irregolarità. Servirà a dare un tocco di realismo al gelato. Diversamente sembrerà una sfera di plastica. Quando l'aspetto del gelato ci soddisferà completamente passiamo finalmente al cono. Un gelato può essere di moltissimi gusti. Al cioccolato, alla vaniglia, alla frutta o alla menta... Le scelte sono infinite! Scegliamo dunque i colori che preferiamo in base ai nostri gusti. Con un bel verde possiamo disegnare un gelato alla menta o al pistacchio. Con un rosa avremo un gelato alla fragola o alla ciliegia. La cialda è solitamente marrone, ma possiamo sbizzarrirci con il giallo, il rosa o il celeste. Possiamo aggiungere qualche piccolo tocco di colore al gelato simulando degli zuccherini. Ora il nostro cono gelato è davvero completo. E se siamo dei veri golosoni, aggiungiamo pure qualche pallina di crema in più.

Continua la lettura
56

Tracciamo una V leggermente allungata. Il vertice della V deve trovarsi al centro del disegno. Per facilitare questo compito possiamo tracciare una lieve retta che divida perfettamente il foglio. Disegniamo dunque la V, poi iniziamo a riprodurre la classica trama delle cialde per gelato. I coni hanno quasi sempre un disegno a scacchiera. Cominciamo a tracciare linee oblique e parallele in un senso. Disegniamone altre, stavolta nel senso opposto, che si incrocino alle prime. A questo punto il nostro cono gelato è già riconoscibile. Ma un disegno come questo non è completo senza degli sfavillanti colori.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Naturalmente possiamo disegnare vari tipi di gelato, come coppe, ghiaccioli o semifreddi. Con la pratica sapremo riprodurre ognuna di queste delizie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come realizzare una wet palette

La wet palette, letteralmente "tavolozza bagnata", rappresenta un contenitore specifico per colori acrilici che consente di mantenerne l'umidità ed evita i frequenti inconvenienti dati dalla lunga esposizione all'aria. Si tratta di un accessorio molto...
Letteratura

Come incentivare lettura

Leggere apre la mente perché grazie ad essa si apprendono nozioni e immaginazioni che difficilmente si possono trovare altrove. Inoltre è un ottimo esercizio per il cervello senza dimenticare che la lettura mette di buon umore e spesso aiuta a riposare...
Musica

5 esercizi per un tenore

Il tenore in ambito musicale è la più alta delle voci maschili all'interno di un orchestra. Nei primi due secoli della storia del melodramma italiano non ebbe il ruolo di protagonista, a vantaggio soprattutto delle voci femminili. La prima opera che...
Musica

Come realizzare uno strumento musicale con un guscio di cocco

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire per bene come poter realizzare uno strumento musicale, con l'aiuto di un guscio di cocco. Cercheremo di fare tutto ciò, mediante il metodo del fai da te. Iniziamo subito con il dire...
Musica

Come riparare un disco in vinile graffiato

Il vinile è un oggetto di culto per i "musicomani" (e non solo) che, di recente, è tornato molto in auge. Nel mercato musicale, infatti, si registra una ripresa nella vendita dei dischi in vinile, nuovi e usati. Può capitare di fare dei veri e propri...
Mostre e Musei

Le statue più significative del cimitero monumentale di Milano

Il cimitero monumentale di Milano nasce dall'estro dell'architetto Carlo Maciachini. La costruzione fu avviata nel 1864 e conclusa nel 1866. A renderlo famoso è il suo stile eclettico che mescola il gotico al romantico. Nel susseguirsi dei secoli, il...
Arti Visive

Come disegnare un gatto da colorare

Disegnare è una delle prime attività che impariamo durante l'infanzia. Per un bambino il disegno non è solo divertente e stimolante. È anche un modo per esprimersi e dare una forma alla propria immaginazione. Disegnare può diventare, col tempo, una...
Mostre e Musei

Come illuminare una mostra

La guida che andremo a impostare nei prossimi cinque passi, avrà come tematica l'arte, o meglio, come poter riuscire a impostare una mostra. Nello specifico, ci concentreremo su come illuminare una mostra, un aspetto che potrebbe sembrare ovvio o di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.