Come disegnare un pianta di ornitogallo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'ornitogallo, che fa parte della famiglia delle Liliacee, è una pianta bulbosa perenne, i cui fusti raggiungono un'altezza che va dai 30 agli 80 cm. I fiori sono generalmente bianchi, anche se in alcune varietà possono essere gialli o arancioni. La forma dei 6 petali del fiore assomiglia ad una stella. Il nome ornitogallo è dovuto alla sua forma, che quando è chiusa, ricorda la forma della cresta di un gallo. Un altro nome con il quale è più nota questa pianta è Stella di Betlemme, poiché questo piccolo fiore bianco a forma di stella, cresce rigoglioso in Terra Santa. In questa guida vediamo come disegnarne una.

27

Occorrente

  • Matita con mina HB
  • Carta da disegno
  • Gomma pane
  • Pennarelli a punta fine
37

Una volta osservata e compresa la struttura di questa pianta, possiamo iniziare a tracciare i suoi contorni sulla carta. Prendiamo quindi una matita con mina HB, e tracciamo uno schizzo della forma. Possiamo essere approssimativi in questa fase, delineando solo la silhouette della pianta, a cui in seguito andremo ad aggiungere e rifinire i dettagli. Disegnare i fiori, non è affatto difficile, poiché, come già detto, hanno una forma che ricorda quella di una stella. Sono dotati di 6 petali, iniziamo quindi a disegnarne uno in modo da poter poi tracciare gli altri 5, tenendo conto delle proporzioni.

47

Avendo eseguito il disegno a matita è necessario procedere a pulire delicatamente lo schizzo con una gomma pane e soffiare poi sul foglio per eliminarne i residui. Fatto questo, possiamo prendere una penna o un pennarello nero da disegno a punta fine e scurire i tratti fatti a matita, giocando con i chiaroscuri per enfatizzarne le forme ed i movimenti. Come per ogni cosa però è sempre una questione di gusti, possiamo quindi anche decidere di colorarlo, usando colori a tempera o matite colorate, per renderla delicata e raffinata.

Continua la lettura
57

Per ultima cosa cerchiamo di determinarne la forma, in modo da rendere più semplice la conclusione del disegno. La forma della pianta ricorda quella dell'aglio, pur non avendone lo stesso profumo. Un ricco drappeggio di foglie verde intenso, la rendono una perfetta pianta ornamentale. Le foglie trasmettono un senso dinamico di movimento, e sembrano creare una spirale. I fiori sono bianchi, piccoli e con sei petali a forma di stella. Ha una forma particolare, e proprio per questo ha catturato l'attenzione di Leonardo da Vinci, che attirato dalla complessità e dalla perfezione di questa pianta, ne ha realizzato un disegno che ci dimostra le sue competenze in materia botanica, piuttosto avanzate per l'epoca. Nella foto precedente a questo passo della guida, possiamo ammirare il disegno di Leonardo e cercando di trarne ispirazione, possiamo iniziare a disegnare, appassionandoci alla dinamicità che questa pianta offre all'osservatore.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Leonardo da Vinci: le opere più importanti

Leonardo da Vinci (1452-1519) è stato uno delle figure più importanti del Rinascimento italiano ed è considerato uno dei più grandi geni dell'umanità. Leonardo si occupò infatti di scultura, architettura, anatomia, e fu pittore, musicista e inventore....
Arti Visive

Guida alla Gioconda di Leonardo da Vinci

L'illustre personaggio Leonardo da Vinci nasce ad Anchiano, una frazione di Firenze, il 15 aprile 1452. Figlio di una relazione illegittima, Leonardo da Vinci si è distinto in molte categorie come: ingegneria, pittura, scienza e scultura. Esso è uno...
Arti Visive

Come disegnare una bolla di sapone

Disegnare è una forma di espressione che andrebbe imparata fin da piccoli. Attraverso di essa ognuno di noi può esprimere, attraverso le varie tecniche, ciò che pensa e sente di dover donare al resto del mondo. Ma per poter padroneggiare bene le tecniche...
Arti Visive

Come disegnare le fiamme

Ci sono forme in natura che sono facili da disegnare. Ma per poterle fare occorre osservarle, per poi rappresentare ogni minimo particolare. Tra le più comuni: le fiamme. Tuttavia, non esistono metodi esclusivi, ma una delle tecniche ideali e quella...
Arti Visive

Consigli per dipingere bene i corpi umani

Dipingere un corpo umano è sicuramente una delle tecniche più difficili da applicare. Bisogna stare attenti ai minimi particolari, anche alla più piccola sfumatura. Solo cosi un disegno può avere la sua credibilità. Bisogna anche avere delle conoscenze...
Arti Visive

Ultima cena: guida del Cenacolo

La figura simbolo della genialità made in Italy è senza dubbio Leonardo da Vinci. Inquadrarlo in un'unica categoria è riduttivo. Infatti, durante la sua straordinaria vita Leonardo, si interessò di molteplici argomenti: noti sono i quadri, le invenzioni...
Arti Visive

Biografia e opere del Bergognone

Ambrogio da Fossano (ca. 1451 - ca. 1522), detto il Bergognone, fu un pittore lombardo allievo di Vincenzo Foppa e strettamente legato artisticamente al mondo del minuzioso naturalismo in voga presso i pittori fiamminghi dell'epoca. Le notizie riguardanti...
Arti Visive

Breve guida alla pittura rinascimentale

Con la chiusura dell'oscuro periodo del Medioevo, si entra nell'età culturale del Rinascimento. Negli anni che vanno dal 400 al 1500 l'Europa vede una grande rinascita in ogni campo culturale, dalla letteratura alla musica all'arte in particolare. In...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.