Come Disegnare Un Viso

di Giulia Ciaramitaro difficoltà: media

Come Disegnare Un Viso Senza dubbio, ognuno di noi è predisposto per il disegno: si tratta unicamente di apprendere la tecnica, adoperandoci con ferma volontà e molta costanza, seguendo un metodo e procedendo per gradi. Non è necessario essere dei grandi pittori come Giotto: è sufficiente fare molto esercizio, inizialmente con forme molto semplici (un vaso, un'arancia...) e farsi un'idea chiara delle misure e delle proporzioni. Per saperne di più su come disegnare un viso, seguite attentamente i passi di questa esauriente guida.

Assicurati di avere a portata di mano: fogli di carta ruvida, a grana spessa 1 matita 2B, mediamente morbida, ottima per le sfumature, o un carboncino 1 gomma "ghiaccio" per cancellare

1 Prima di passare al disegno vero e proprio, è consigliabile fare uno schizzo, o bozzetto, significa incominciare un disegno in modo rapido e senza dettagliare troppo i particolari. Gli schizzi si possono eseguire su carta da pacco, Un consiglio: il foglio non va mai posato su una superficie troppo dura, né "aggredito" con matite troppo appuntite. Al primo problema, si può ovviare disponendo alcuni fogli di giornale sul piano di lavoro, al secondo, semplicemente, scegliendo mine morbide ed eventualmente, "spuntandole" lievemente con dei piccoli colpetti di punta su una superficie dura. Evitate, per quanto potete, le cancellature, è sempre e comunque controproducente. Se proprio siete obbligati a cancellare, controllate che la gomma che state per usare sia pulitissima, o rischiate di macchiare irrimediabilmente il foglio.

2 Innanzitutto, bisogna tracciare sul foglio un ovale, non necessariamente perfetto (dal momento che la sua unica utilità è quella di delimitare l'area su cui si dovrà lavorare). Il tratto dovrà essere leggerissimo, la matita impugnata con dita morbide, inclinata di circa 45° rispetto al foglio. Ora, è necessario tracciare le linee cosiddette "dominanti": prima la linea centrale, quella che attraverserà verticalmente la fronte, il naso e il mento. Questa linea deciderà se il viso rappresentato sarà frontale o a tre quarti: nel primo caso, attraverserà l'ovale, tagliandolo esattamente a metà. Nel secondo caso, sarà decentrata, e una parte del viso resterà "in ombra".

Continua la lettura

3 Adesso, tracciamo tutte le linee dominanti orizzontali, quelle che stabiliscono dove posizioneremo sopracciglia, occhi, punta del naso, bocca e mento.  Ricordiamoci che tutte queste linee sono sempre parallele, che la distanza tra un occhio e l'altro equivale alla misura dell'occhio stesso, e che il lobo dell'orecchia è allineato con la parte inferiore del naso.  Approfondimento Come disegnare un volto in stile manga (clicca qui) Tuttavia, per correggere gli errori tipici dei principianti è necessario fare esercizi di allenamento.  In seguito, si dovranno cancellare le linee dominanti, lasciando però intravedere dove passavano.  Si incominceranno a tratteggiare leggermente gli occhi, le sopracciglia, in naso, la bocca, il mento e il collo.  Contemporaneamente, si inizierà a dare una certa tonalità per mezzo di un minimo di sfumatura (attenzione a dove "cade" la luce!), e a "macchiare".

4 L'ideale è avere di fronte un modello, come una foto, a cui fare continuamente riferimento, perché ora bisogna particolareggiare ciascuno degli elementi: ad esempio, ombreggiare lievemente il labbro inferiore, e in modo un po' più deciso quello superiore; scurire l'iride, ma lasciando da un lato un punto di luce che conferisca profondità allo sguardo; dare una curva definitiva alle sopracciglia, alle narici e al contorno delle labbra, dettagliare i capelli e le orecchie.

Non dimenticare mai: - Accingendoci a disegnare, non facciamo mai caso alla luce: tranne che per i mancini, la luce dovrà provenire da sinistra, in modo da non farsi ombra con la mano con cui si disegna.

Come dipingere un ritratto ad olio Come disegnare la Sirenetta Come Disegnare Benjamin Franklin Manga: disegnare un personaggio maschile

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli