Come disegnare una sagoma umana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se vi state appassionando al magico mondo del disegno, da autodidatti oppure seguendo uno specifico corso, sicuramente presto o tardi vi imbatterete nel disegno di una figura umana. Riportare su carta la tridimensionalità di un individuo in carne ed ossa potrebbe sembrarvi molto complicato, ma con i trucchi giusti e dei consigli mirati riuscirete sicuramente nell'impresa. In questa breve guida tratteremo proprio l'argomento del disegno e, nello specifico, della figura umana. In particolare, nel testo qui di seguito, vi forniremo qualche utile suggerimento su come disegnare una sagoma umana. Prendete carta e penna o, meglio ancora, matita e gomma da cancellare e mettevi all'opera! Buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • Carta e penna
  • Matita e gomma da cancellare
  • Eventuali colori per completare
36

La prima cosa da fare per disegnare una sagoma umana è prendere spunto da qualcosa che visualizzate davvero. Può essere un individuo in carne e ossa oppure un ritratto o una fotografia: l'importante è che, almeno ai primi tentativi, abbiate ben chiaro cosa andrete a replicare. Ora osservate bene il vostro soggetto, spogliandolo mentalmente di tutti gli accessori e il superfluo. Concentratevi sulle linee della silhouette. Cercate di trasferirle su carta nel modo più semplificato possibile, utilizzando linee dritte. Definite il capo, le braccia, il busto e le gambe.

46

Una volta spogliata e semplificata la vostra sagoma umana, dovrete realizzare il passo successivo: quello di individuare i punti di snodo più salienti della vostra figura. Cosa si intende per punti di snodo? I punti di snodo di una sagoma umana sono i punti in cui ci sono variazioni di movimento. Dovrete definire meglio il collo, le braccia, le giunture. Delineare il busto, con la relativa spina dorsale e poi concentrarvi sugli snodi del viso: le guance, il mento, l'incavatura degli occhi. Potete farvi un'idea di ciò che vi stiamo descrivendo dando un'occhiata alla foto qui accanto.

Continua la lettura
56

Il "più" del lavoro per disegnare la vostra sagoma umana è fatto. Avete ora davanti a voi la vostra figura, con tutti i punti di snodo ben definiti e le linee del movimento ben accennate. L'ultimo passo per la realizzazione di una sagoma umana sono le rifiniture. Giocate sulle luci e sulle ombre, sempre senza perdere l'occhio il vostro modello iniziale, in carne e ossa o cartaceo. Concentratevi sulle fasce muscolari, arricchite la vostra figura di particolari. In questa fase del disegno dovrete "rivestire" mentalmente ciò che avete "spogliato" e "semplificato" all'inizio.  

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non scoraggiatevi se la sagoma umana non vi viene perfetta al primo tentativo: solo tanta pratica vi aiuterà!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guida delle opere di Gaudì

Antoni Gaudì, nasce a Reus (Tarragona), in Catalogna, ed è oggi uno dei più grandi architetti spagnoli di cui si possa fare menzione. La sua vita è costellata di lutti e disgrazie familiari, a partire dalla prematura morte del fratello Francesc, col...
Arti Visive

Magritte: le migliori opere

René Magritte è stato uno dei maggiori esponenti europei della corrente surrealistica. Tra i tanti nomi con cui era conosciuto possiamo ricordare “le saboteur tranquille”, a causa del suo modo delicato di insinuare un dubbio nello spettatore. Bisogna...
Arti Visive

Theodore Gericault: le opere principali

Nato in Francia nel 1791, Theodore Gericault è stato uno dei più grandi esponenti dell'arte romantica di inizio XIX secolo. I suoi temi preferiti furono la lotta sociale, l'emarginazione, la sofferenza umana e la sconfitta. È stato forse il più importante...
Arti Visive

Espressionismo in breve

L' espressionismo è un movimento artistico che basa il suo operato su contenuti sociali e sensazioni legate alla drammaticità degli eventi. È un movimento a 360° poiché riguarda un po' tutti i vari campi culturali come pittura, letteratura, musica...
Arti Visive

Le principali tecniche di scultura

La scultura si sa è una disciplina plastica che di solito si inizia a studiare alle superiori, principalmente al liceo artistico. Chiamata anche modellato, è una materia che vi insegnerà a utilizzare più materiali, principalmente legno e argilla....
Letteratura

I maggiori esponenti del cognitivismo

Riuscire a comprendere la complessità degli schemi mentali, delle sue funzioni e di come si svolgano le rielaborazioni delle informazioni che il cervello riceve, è di estremo interesse; si sviluppano così diversi approcci di ricerca in questo ambito,...
Arti Visive

Come disegnare il corpo in movimento

Tutti coloro che si cimentano con il disegno trovano nella rappresentazione del movimento del corpo umano uno dei più grandi ostacoli. Sicuramente per raggiungere l'eccellenza nella raffigurazione del movimento occorre tanto esercizio, ma anche tanto...
Arti Visive

Fotografia di strada: tecniche e consigli

Realizzare un fotografia di strada, non è un impresa per niente semplice, infatti serve una buona dose di fantasia e soprattutto la capacità di cogliere il particolare interessante e spesso non immediato. Altro aspetto da non trascurare, le persone...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.