Come disegnare una tigre

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se vi trovate alle prime armi riguardo all'arte del disegnare ricordate che: per imparare a disegnare per bene, esiste soltanto un metodo principale, l'unico modo è infatti la passione unita a tanto, ma tanto, esercizio. Ebbene sì, il talento da solo non basta. Dimenticate il "tutto e subito", chi si avventura in questo mondo per la prima volta, sarà soggetto a momenti di sconforto, ma combinare disastri fa parte della dura e motivante fase iniziale. Se siete interessati a questo argomento, e se anche voi siete alle prime armi con il disegno, allora non smettete di leggere questo articolo, in quanto in seguito vi verrà spiegato nel modo più semplice come disegnare una tigre.

26

Occorrente

  • foglio rigido e ruvido
  • matite mina morbida
  • gomma pane
36

Primi consigli

Partendo dal presupposto che nel disegnare in maniera classica, intendiamo andare a riprodurre il soggetto nel modo più fedele possibile all'originale, individuandone quindi la relativa struttura e successivamente le caratteristiche principali. L'obiettivo è creare su un piano bidimensionale (il vostro foglio), una figura tridimensionale, per fare questo, a venirci in aiuto ci saranno i chiaroscuri, ossia le sfumature tra toni più chiari e più scuri che danno la percezione del tridimensionale.

46

Prime fasi di lavoro

A questo punto, possiamo iniziare ad introdurre questo secondo passo, con l'andarci a procurare gli strumenti adatti. Procuratevi una bella foto di una tigre, e se la prendete da internet, stampatela in modo tale da averla davanti mentre disegnate. Come supporto al vostro piano di lavoro è sufficiente un foglio spesso, con un'alta grammatura e ruvido. La carta ruvida viene utilizzata per i chiaroscuri. Le matite per le sfumature devono avere una mina morbida, quindi con sopra scritto: B, 2B, 3B.

Continua la lettura
56

Consigli finali

A questo punto, che avete tutto il materiale necessario possiamo cominciare. Iniziate creando la struttura della tigre evitando i particolari, con una mano il più leggera possibile delineate la sua forma. Poi pian piano proseguite aggiungendo bocca naso ed occhi, ed infine i dettagli: sono loro che fanno la differenza. Ottenuta la la tigre ben disegnata, attraverso il tratteggio o la sfumatura andate a scurire nelle parti più in ombra e alleggerite nelle parti esposte alla luce. Un consiglio è sicuramente quello di guardare spesso l'immagine secondo la quale ispirate il vostro disegno. Ricordatevi che è molto importante l'igiene, quindi agite sempre con le mani pulite in modo da non sporcare anche eventualmente il vostro foglio di lavoro. A questo punto il vostro bellissimo lavoro sarà quindi terminato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tenere la matita sempre appuntita
  • mani sempre pulite prima di toccare il foglio per non lasciare impronte

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Il mito della Fenice

La Fenice è una creatura mitologica unica al mondo nel suo genere. I primi a nominare questo animale furono gli storici greci Esiodo ed Erodoto e il poeta latino Ovidio. Nel corso degli anni, però il mito della fenice è diventato sempre più forte...
Letteratura

Guida all'oroscopo cinese

L'oroscopo cinese, conosciuto anche come Sheng Xiao, è un ciclo ripetitivo di 12 anni ognuno dei quali è rappresentato da un animale ed i suoi attributi di fama. Tradizionalmente, questi animali dello zodiaco sono stati utilizzati per datare gli anni...
Letteratura

10 libri classici della letteratura per l'infanzia

Tra i classici della letteratura, sia italiana che straniera. Figurano indubbiamente titoli adatti ai più piccini. È molto importante infatti trasmettere il piacere e l'amore per la lettura ai bambini, atta a stimolare in loro creatività e proprietà...
Arti Visive

Consigli per disegnare il chiaroscuro

Il chiaroscuro è una tecnica della pittura ad olio che risale all'epoca del Rinascimento. Nacque infatti nel XVI secolo grazie al Caravaggio che, con i suoi capolavori, riesce ad attrarre come una calamita lo sguardo dell'osservatore di tutti i tempi,...
Arti Visive

Cimabue: biografia e dipinti

Cenni di Pepo, sicuramente più conosciuto con lo pseudonimo Giovanni Cimabue, è nato a Firenze attorno al 1240 ed è morto a Pisa nel 1302. Il pittore si è collocato in una scia artistica legata ancora al classicismo bizantino, pur elaborando un proprio...
Arti Visive

Trompe l'oeil: la tecnica

Il Trompe l'Oeil è una tecnica pittorica le cui radici risalgono all'antica Grecia. Qui il pittore Zeusi dipingeva grappoli d’uva alquanto realistici. Infatti attiravano uccelli in cerca di cibo. Sappiate che tale termine deriva dal francese. Letteralmente...
Arti Visive

Come disegnare un pesce tridimensionale

Disegnare non è di certo facile, ma sicuramente è una passione che colpisce molte persone. Non tutti sono però in grado di realizzare ottimi disegni e non tutti sono anche in grado di utilizzare i vari colori e le varie tecniche artistiche per poter...
Arti Visive

Come fare un disegno tridimensionale

Quando si inizia a disegnare generalmente si parte da immagini base, semplici e bidimensionali. Che si tratti di un disegno geometrico o di un disegno artistico, questo è il modo più semplice per partire. Però è anche più noioso! I disegni bidimensionali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.