Come Mescolare I Colori

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Saper mescolare i colori nella maniera corretta è davvero fondamentale, specialmente nel momento in cui si è alle prese con la realizzazione di un dipinto o di un qualsiasi disegno e ci si rende conto che il colore di cui abbiamo bisogno è terminato. Tuttavia, nei passi seguenti vedremo come Mescolare I Colori.

28

Occorrente

  • Colori
38

Sin dai primi disegni fatti a scuola ci hanno sempre insegnato, che nel mondo dei colori, esistono diverse tipologie, quelli primari, quelli secondari e quelli terziari. I cosiddetti "colori primari" sono tre, il rosso, il blu e il giallo. Sono particolarmente importanti perché mescolandoli tra loro si ha la possibilità di ottenere quasi tutti i colori che i nostri occhi sono capaci di vedere, i cosiddetti "colori secondari". Quelli "terziari" sono invece tutti i colori ottenuti mescolando tra loro i secondari con i primari.

48

Iniziamo dunque cercando di ottenere il colore arancione. Per questo scopo ci serviremo del colore giallo e del rosso. In base agli accesori che abbiamo tra le mani, come ad esempio, tempere o pastelli, non dovremmo aver timore di non riuscire a crearlo, poiche, se mescolati con il giusto ordine, tutto andrà a buon fine. Quindi, utilizzando il giallo, ripassiamo sul rosso tante volte, fino a quando non avremo ottenuto la tonalità di arancione che desideriamo.

Continua la lettura
58

Per riuscire a ottenere il verde ci serviremo invece del giallo e del blu. In particolare, se vogliamo ottenere un verde più chiaro dovremo mettere prima il giallo e poi il blu, mentre per una tonalità più scura utilizzeremo prima il blu e poi il giallo, fino al momento in cui, nuovamente, non saremo soddisfatti del risultato ottenuto.

68

Adesso vediamo cosa bisogna fare per poter ottenere il marrone: si tratta di un colore poco usato rispetto agli altri, ma che può sempre servire. Per crearlo ci serviremo di tutti e tre i colori primari, e quindi il giallo, il rosso e il blu. Anche in questo caso non è importante l'ordine con cui coloriamo sul foglio, poiché il colore desiderato uscirà a buon fine.

78

Per quanto riguarda il viola, dovremmo servirci del rosso e del blu. Infatti il rosso mischiato al blu fa diventare quest'ultimo più scuro, creando di conseguenza il colore viola. Per concludere questa rassegna sui colori vediamo un altro metodo per poter ottenere il marrone. In questo caso, però, ci serviremo di un colore non primario: il nero. Coloriamo quindi il foglio prima con il giallo e successivamente con il colore nero. Il risultato ottenuto sarà un po' diverso dal marrone che abbiamo creato in precedenza con la miscela di tutti e tre i colori primari, ma ugualmente fattibile per il tipo di colore di cui additiamo in maniera desiderata. Mescolare i colori non è mai stato così semplice e divertente! Potremmo creare tutto ciò che vogliamo a tal fine di realizzare disegni straordinariamente colorati dai migliori artisti che conosciamo, noi!

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Miscelare fino ad ottenere il colore desiderato

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come creare tutti i colori con le tempere

Per dipingere un quadro con i colori a tempera, non occorre acquistare tutte le tonalità che ci occorrono: ti basterà acquistare i colori primari, ossia il rosso magenta, il blu e il giallo, più il bianco ed il nero. Mescolandoli tra loro potrai ottenere...
Arti Visive

Come dipingere un tramonto con le matite colorate

Quante volte vi è capitato di assistere ad un tramonto meraviglioso e sentire il bisogno di riportare quegli splendidi colori su un foglio di carta? Quante volte avete desiderato di poter immortalare quelle sfumature di rosso, di rosa e di arancione...
Arti Visive

Come miscelare colori ad acquarello

Gli acquarelli sono dei colori in polvere mescolati a leganti speciali che ne facilitano l'utilizzo: solitamente vengono venduti sotto forma di dischetti solidi ma in commercio ne esistono varie tipologie. L'acquarello in tubetto è più pastoso, facilmente...
Arti Visive

Come comporre i colori da quelli primari

In natura esistono tre colori primari, ovvero colori che non possono essere realizzati, ma che sono la base dell'infinita gamma di colori presenti in natura. In più esistono due colori (non colori), ovvero il bianco e il nero che aiutano a scurire o...
Mostre e Musei

Guida al Museum Berggruen

Berlino è sicuramente una delle capitali europee più artistiche e culturali, in quanto ospitano il maggior numero di musei. Uno dei fiori all'occhiello della città, anche se poco conosciuto, è senz'altro il Berggruen Museum. Dal 1996 il museo si trova...
Arti Visive

Come creare degli acquerelli atossici

Gli acquerelli sono degli utilissimi strumenti di disegno che vengono utilizzati sin da piccoli per colorare e dipingere. Disegnare è senza alcun dubbio il miglior sistema di comunicazione, che viene utilizzato soprattutto dai bambini: loro amano infatti...
Arti Visive

Come preparare il colore marrone con le tempere

Per preparare il colore marrone con le tempere occorre semplicemente conoscere un pochino la teoria dei colori primari. Questi sono il giallo, il rosso e il blu. Quando combinati tra loro, danno vita a tutte le tinte della tavolozza. Per questo motivo...
Arti Visive

Come preparare il colore azzurro con le tempere

In tale tutorial vi spiegheremo come creare il colore azzurro usando in modo semplice i colori primari. Come è ben risaputo, tutta la gamma di colori che ci sono in natura, non sono altro che combinazioni infinite ricavate dai colori primari, che sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.