Come mescolare le tempere e creare nuovi colori

di Gabriele Lecce difficoltà: facile

Come mescolare le tempere e creare nuovi colori   fuoriradio.com L’arte è la forma più complessa di espressioni, che consentono di trasmettere emozioni attraverso l’ausilio di varie attività creative. L’arte visiva, può avere maggiore impatto se viene studiata e compresa in maniera più che approfondita. Come si può creare un’alta forma di espressione visiva, se non con l’ausilio dei colori? Come ottenere le varie tonalità, partendo dai cosiddetti colori primari? Ottenere nuovi colori, attraverso l'uso delle tempere non è mai stato così facile! Mescolare i vari colori, è tanto divertente quanto intuitivo.
Qui di seguito, troverete un’utile guida per immergervi nel meraviglioso mondo dei colori.

Assicurati di avere a portata di mano: Tempere Tavolozza Pennelli Fogli da disegno Bicchiere con un po' di acqua

1 Come mescolare le tempere e creare nuovi colori   fuoriradio.com Per prima cosa, occorre capire il concetto di colore primario. Esso non è altro che un colore “non derivabile”, ossia non è possibile ottenerlo mescolando altri colori. I colori primari, si distinguono in colori primari additivi e colori primari sottrattivi. La differenza tra i due, riguarda la tecnica utilizzata. I colori primari additivi, che utilizza la tecnica additiva sono: rosso, giallo e blu. I colori primari sottrattivi, che utilizzano la tecnica di sottrattiva, sono: ciano (una tonalità di blu), magenta (una tonalità di rossso) e giallo.

2 Come mescolare le tempere e creare nuovi colori   Gabriele Lecce Mescolando due colori primari, si ottiene un colore secondario. Per ottenere una perfetta tonalità del colore secondario, la miscela deve poter mescolare i due colori primari in uguale proporzione. I colori secondari sono: verde, arancione e viola.

Ecco come ottenere i colori secondari:

Giallo + Blu = Verde
Giallo + Rosso = Arancione
Blu + Rosso = Viola

Continua la lettura

3 Come mescolare le tempere e creare nuovi colori   Gabriele Lecce Cosa succede se si mescola un colore primario con un colore secondario? Semplice quanto intuitivo, si ottiene un colore terziario.  I colori terziari, più complessi da ottenere poiché occorre prima formare i colori secondari, sono: giallo/arancione – rosso/arancione – rosso/viola – giallo/verde – blu/verde – blu/viola.

Qui di seguito, sono riportati i colori da mescolare (prima il colore primario, poi il colore secondario) per ottenere quelli terziari:

Giallo + Arancione = Giallo aranciato
Rosso + Arancione = Rosso aranciato
Rosso + Viola = Rosso violaceo
Giallo + Verde = Verde giallognolo
Blu + Verde = Blu verdastro
Blu + Viola = Blu violaceo. 

4 Come mescolare le tempere e creare nuovi colori   Gabriele Lecce Per ottenere un colore più chiaro o più scuro, basterà utilizzare i due colori neutri. Il colore neutro bianco, consentirà di avere una tonalità più chiara. Viceversa, il colore neutro nero consentirà di ottenere una tonalità più scura.
Inoltre, i colori si suddividono anche in base alla tonalità. La tonalità calda, comprende i colori rosso, arancione e giallo. La tonalità fredda, includono i colori azzurro, verde e viola.
Con un po’ di pratica, si riuscirà a controllare con perfetta padronanza il mondo così variegato dei colori.

Non dimenticare mai: Ogni qualvolta si utilizza il pennarello per mescolare due colori, una volta finita la miscela è opportuno ripulire il pennarello con un po' di acqua. In tal modo, non si rischia di rovinare la miscela successiva. Il pennello deve essere utilizzato quando è umido, non va utilizzato né troppo asciutto né troppo bagnato. L'acqua del bicchiere, va cambiata di tanto in tanto per evitare di lasciare residui di colore nel pennarello.

Come miscelare colori ad acquarello Come creare tutti i colori con le tempere Come dipingere un tramonto con le matite colorate Come preparare il colore arancione con le tempere

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili