Come mescolare le tempere e creare nuovi colori

di Annalisa Spasiano tramite: O2O difficoltà: facile

L’arte è la forma più complessa di espressioni, che consentono di trasmettere emozioni attraverso l’ausilio di varie attività creative. L’arte visiva, può avere maggiore impatto se viene studiata e compresa in maniera più che approfondita. Come si può creare un’alta forma di espressione visiva, se non con l’ausilio dei colori? Come ottenere le varie tonalità, partendo dai cosiddetti colori primari? Ottenere nuovi colori, attraverso l'uso delle tempere non è mai stato così facile! Mescolare i vari colori, è tanto divertente quanto intuitivo.
Qui di seguito, troverete un’utile guida per immergervi nel meraviglioso mondo dei colori.

Assicurati di avere a portata di mano: Tempere Tavolozza Pennelli Fogli da disegno Bicchiere con un po' di acqua

1 Per prima cosa, occorre capire il concetto di colori primari, secondari e terziari. I tre colori primari sono: rosso, giallo e blu; sono gli unici colori che non possono essere fatte mescolando altri due colori. I tre colori secondari sono: verde, arancione e viola; ciascuno di essi è una miscela di due colori primari. La loro tonalità è una via di mezzo tra i due colori primari che sono stati utilizzati per mescolarli. I sei colori terziari (rosso-arancio, rosso-viola, giallo-verde, giallo-arancio, blu-verde e blu-viola) sono realizzati mescolando un colore primario con un colore secondario adiacente. Sulla ruota dei colori, i colori terziari si trovano tra i colori primari e secondari.

2 Mescolando due colori primari, è possibile ottenere un colore secondario. Per ottenere una perfetta tonalità del colore secondario, la miscela deve poter mescolare i due colori primari in uguale proporzione. I colori secondari sono: verde, arancione e viola.

Ecco come ottenere i colori secondari:

Giallo + Blu = Verde
Giallo + Rosso = Arancione
Blu + Rosso = Viola.

Continua la lettura

3 Cosa succede se si mescola un colore primario con un colore secondario? Molto semplice quanto intuitivo, e cioè si ottiene un colore terziario.  Qui di seguito, sono riportati i colori da mescolare (prima il colore primario, poi il colore secondario) per ottenere quelli terziari:

Giallo + Arancione = Giallo aranciato
Rosso + Arancione = Rosso aranciato
Rosso + Viola = Rosso violaceo
Giallo + Verde = Verde giallognolo
Blu + Verde = Blu verdastro
Blu + Viola = Blu violaceo.

4 Per ottenere un colore più chiaro o più scuro, sarà sufficiente utilizzare i due colori neutri: ovvero il bianco e il nero. Il colore neutro bianco consentirà di avere una tonalità più chiara. Viceversa, il colore neutro nero consentirà di ottenere una tonalità più scura.

Non dimenticare mai: Il pennello deve essere utilizzato quando è umido, non va utilizzato né troppo asciutto né troppo bagnato. L'acqua del bicchiere, va cambiata di tanto in tanto per evitare di lasciare residui di colore nel pennarello.

Come creare tutti i colori con le tempere Per dipingere un quadro con i colori a tempera, non occorre ... continua » Come miscelare colori ad acquarello Gli acquarelli sono dei colori in polvere mescolati a leganti speciali ... continua » Come dipingere un tramonto con le matite colorate Come si fa a dipingere un tramonto con le matite colorate ... continua » Come comporre i colori da quelli primari In natura esistono tre colori primari, ovvero colori che non possono ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come dipingere il mare

Con questa guida ci proponiamo di darvi delle dritte sulla tecnica per raffigurare, attraverso la pittura, un elemento naturale come il mare. L'arte della ... continua »

Come disegnare un'alba

Uno dei soggetti preferiti da molti artisti e che incanta lo sguardo di chi lo ammira è sicuramente il sole. Offre spunti di ispirazione infiniti ... continua »

Come cominciare a dipingere

L'arte rappresenta da sempre, per l'essere umano, uno dei modi più intimi e particolare di manifestare ed esternare i proprio sentimenti, pensieri, ideali ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.