Come organizzare un flashmob musicale

di Alessandro Spasiano tramite: O2O difficoltà: media

Il fenomeno dei "flashmob" è nato a New York nel 2002 ed giunto nel nostro Paese l'anno successivo, quando alle Messaggerie Musicali di Roma venne organizzato il primo evento di questo genere in ambito europeo. "Padre" di questo fenomeno è Howard Rheingold, sociologo americano ed autore del saggio "Smart Mobs: The next social revolution" (2002), nel quale evidenziava come fosse possibile, grazie alle attuali tecnologie ed al potere dei social network, mettere in contatto sempre più persone da un capo all'altro del Mondo, grazie ad una sorta di passa parola virtuale. Nel corso degli ultimi anni, infatti, questa novità culturale ha preso sempre più piede anche in Italia. Vediamo più da vicino di cosa si tratta, con alcuni semplici ma essenziali consigli per organizzare il vostro primo flashmob musicale in tutta sicurezza.

Assicurati di avere a portata di mano: Tante persone motivate ed allegre Minime capacita' organizzative e coreografiche Buona volonta' Qualche brano musicale a vostra scelta Un lettore mp3 e delle casse professionali Un luogo pubblico (piazza, centro commerciale, giardini...) Abbigliamento a tema, facilmente reperibile in casa propria Una pagina Facebook/Twitter per pubblicizzare il flash mob e invitare utenti

1 Innanzitutto, sappiate che per organizzare e/o partecipare ad uno di questi eventi NON è necessario essere freschi di diploma in danza classica e moderna, oppure essere usciti dal Conservatorio: chiunque, purché abbia un minimo di passione, voglia di divertirsi e, come minimo, una discreta coordinazione nei movimenti, potrà fare la propria parte egregiamente. Proprio per questo motivo è sempre necessario organizzare il flashmob con largo anticipo, in modo tale da permettere a tutti di prepararsi nei balli e nelle coreografie. Sara' quindi indispensabile avere anche in mente uno spazio dove, lontani da occhi indiscreti e senza creare disturbo alla quiete pubblica ed intralcio alle attività lavorative, ci si possa ritrovare insieme per le prove. Il tutto, ricordatevelo, dovrà avvenire in maniera segreta: solo voi ed i partecipanti dovrete sapere dell'evento in programma!

2 Dovrete sostenere alcune spese per la parte tecnica relativa all'amplificazione della musica (nel caso non siate tra i pochi fortunati che posseggono già casse professionali e i cavi necessari). Al di la delle casse e degli adattatori, vi basterà tuttavia dotarvi di un piccolo lettore mp3, purché abbia l'attacco idoneo per le casse, altrimenti comprate un jack delle opportune dimensioni. Se potete, utilizzate solo materiale che funzioni tramite pile o batterie e non tramite corrente elettrica: si comunque di uno spettacolo di pochi minuti e, nel caso il gruppo dovesse spostarsi, sara' cosi' possibile portarsi dietro anche la strumentazione.
Per rendere più allettante la vostra iniziativa, potreste anche decidere di creare un breve videoclip introduttivo da caricare su Youtube: fate sempre molta attenzione ad essere dettagliati ed inserite nella descrizione i links alle pagine Facebook Twitter create appositamente per il flashmob. Permettete alle persone di contattarvi privatamente, indicando un indirizzo e-mail o abilitando i messaggi privati, onde evitare equivoci e perdita di partecipanti non idoneamente informati. Sarebbe anche un'ottima idea quella di creare un video-tutorial della vostra coreografia, cosi' da offrire a tutti, anche a chi non può partecipare alle prove, la possibilità di studiare i passi a casa propria.

Continua la lettura

3 Un'ultima regola per il corretto svolgimento della manifestazione è quella di sgomberare immediatamente il luogo al termine del flashmob, senza creare ulteriore intralcio al pubblico.  È vietato quindi sedersi in gruppo o fermarsi a chiacchierare, sbaciucchiarsi, salutarsi e mettersi in posa per foto di gruppo.  Approfondimento Come organizzare eventi musicali (clicca qui)
Se verrete meno a tutti questi punti, significherà che non avrete colto l'anima del flash mob, che è quello di arrivare al cuore delle persone manifestando ordinatamente con gioia e tranquilla le vostre idee, ma se seguirete questi pochi, semplici consigli ed userete soprattutto il buonsenso, il vostro evento sara' un vero successo: oltre che ad esservi divertiti voi stessi, avrete fatto divertire migliaia di persone, senza contare che le vostre "gesta" potrebbero venire addirittura pubblicizzate su giornali e TV.

Non dimenticare mai: Da organizzarsi possibilmente nei giorni festivi e in orari non di punta Rispettare l'ordine pubblico

Come organizzare un saggio in teatro Se state leggendo questo articolo sicuramente recitare è la vostra passione ... continua » Come organizzare un concorso letterario Se siete degli appassionati di letteratura e volete promuovere un evento ... continua » Come organizzare un corteo storico Sicuramente molti di voi avranno avuto almeno un'occasione per assistere ... continua » Come organizzare un Festival Pensare di organizzare un festival, non è idea da tutti. È ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come organizzare una sagra

La sagra è un tipologia di festa diffusa tra i comuni, soprattutto nel sud Italia; il nome stesso (dal latino "sacrum") ne denota la religiosità ... continua »

Come creare una base musicale

Per coloro che amano la musica, cantare è un hobby davvero coinvolgente. Perdersi tra le note di una bella canzone è un'esperienza davvero indescrivibile ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.