Come ottenere diverse sonorità da un rullante

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Con il termine rullante, si intende uno strumento musicale, costituito da un fusto generalmente in legno o metallo, e da due pelli tenute in tensione e fissate ad esso mediante due cerchi. Solitamente è il tamburo principale che costituisce una batteria e che dunque possiede un'importanza fondamentale rispetto agli altri strumenti che la compongono. Esso infatti insieme alla cassa, si occupa della pulsazione ritmica. Le sue diverse tonalità dipendono dai materiali usati per il fusto, il suo diametro e profondità, dai tipi di pelli impiegate, dal tipo di cordiera utilizzata e soprattutto dalla padronanza dei batteristi verso lo strumento. Di seguito troverete dei pratici consigli su come ottenere diverse sonorità da un singolo rullante.

25

Occorrente

  • nastro telato
  • una pelle per batteria della stessa misura del rullante
  • fazzoletti di carta
  • asciugamani
35

Il primo passaggio fondamentale riguarda l'accordatura dello strumento. Se un rullante è accordato con l'ausilio di pelli molto tese, sarà in grado di produrre un attacco di ottima qualità, caratterizzato da una buona definizione e un suono squillante. In caso contrario, se un tamburo è accordato con una tensione inferiore, produrrà un suono dall'attacco minore ma con una quantità maggiore di basse frequenze. Nel caso in cui vogliate eliminare gli armonici superflui, è possibile mediante l'ausilio di un fazzoletto di carta, che andrà fissato con un nastro in telo o con lo scotch all'altezza del bordo della pelle.

45

Per eliminare ulteriormente i vari armonici, potete realizzare i cosiddetti "rings". Si tratta appunto di anelli in plastica, dal diametro uguale a quello della pelle e che vanno solamente poggiati al di sopra di essa. In commercio ne sono disponibili una grande varietà, ma è possibile anche realizzarli da sé, ricavando un anello di questo tipo da una pelle di un vecchio rullante, aiutandovi con un taglierino. Un tale stratagemma viene adoperato molto spesso sia quando si suona dal vivo sia in uno studio di registrazione, poiché permettono di controllare facilmente le sfumature di suono indesiderate, consentendo di ottenere un suono più pulito e definito, ma soprattutto più profondo.

Continua la lettura
55

Se il vostro scopo è quello di ottenere un suono vagamente retrò, che si evidenzia per la totale mancanza di armonico e per l'incessante presenza della cordiera, potete coprire il rullante con un semplice asciugamano. In conclusione per ottenere finalmente un suono ricco di frequenze basse e dal volume elevato, potete servirvi di una pelle del rullante capovolta su di esso. Se accordate il tamburo ad un livello basso, potete ottenere un suono molto somigliante ad una tonalità elettronica, mentre se scegliere di utilizzare una tensione media potete provare l'ebbrezza di suonare uno strumento risalente ai mitici anni '60!!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come suonare il Tamburo

Il tamburo può essere suonato per percussione o tramite battenti.. È uno strumento tipicamente rituale, utilizzato per accompagnare sia cerimonie solenni che per scandire il ritmo delle feste e delle danze. La cassa cilindrica del tamburo può essere...
Musica

Dubstep: nuove tendenze musicali

Come molti generi musicali del 2000, anche il "dubstep" nasce a Londra, sulla scia di altri generi come il "garage", il "drum'n'bass" ed in special modo del "2step". In poco tempo questo genere musicale elettronico, generò vari sottogeneri e vide in...
Musica

Come scegliere le pelli della batteria

Sono molti i fattori che influiscono sul suono di un tamburo; le sue dimensioni, il tipo di legno, la pelle utilizzata e l'accordatura sono i principali. In base al suono desiderato, il batterista può agire su questi fattori a piacimento. La scelta della...
Musica

Come scegliere una batteria acustica

Scegliere la batteria acustica giusta per il proprio studio, scuola o casa comporta tutta una serie di conoscenze specifiche in materia. In questa guida vi aiuteró a sapere come comprendere le caratteristiche fondamentali di questo complesso strumento,...
Musica

Come accordare una batteria acustica

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire come poter accordare una batteria acustica, nella maniera più semplice e veloce possibile, senza incorrere in errori e sbagli, che potrebbero compromettere il nostro lavoro. Il batterista...
Musica

silenziare la batteria acustica con materiali di facile reperibiltà

Sei un amante e un abile suonatore della batteria ma i tuoi i vicini non ne possono più e minacciano di denunciarti? Niente paura, non occorrono grandi lavori di insonorizzazione. La batteria si può silenziare anche con materiali di scarto o comunque...
Musica

Come iniziare a fare beatbox

Per iniziare a fare beatbox occorre innanzitutto saper riconoscere il giusto ritmo, ossia uno dei principali elementi per svolgere questa attività. Successivamente occorre fare molta pratica per sviluppare al meglio la pronuncia di varie consonanti o...
Musica

Come montare una batteria

La batteria si compone di diversi elementi. Essenzialmente si distinguono piatti, tamburi ed altri strumenti a percussione. I piatti, di vari modelli, differiscono per diametro, profilo, spessore. Si riconoscono il crash, il ride, lo splash, l'hi-hat...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.