Come preparare il colore verde con le tempere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con i colori primari (giallo, rosso e blu), si possono andare a creare tutte le altre tinte della tavolozza e anche in modo migliore. Per preparare il colore verde con le tempere, infatti, c'è solo bisogno del giallo e del blu. Si può anche determinare la scala di profondità, chiarezza o intensità del colore stesso. Dopotutto nel mondo dell'arte dire "verde" equivale a dire qualcosa di molto (troppo) generico, in quanto le sfumature sono tantissime: dal verde acqua al verde smeraldo, dal verde prato al verde vescica e così via. Nella guida che segue, vediamo insieme come preparare il colore verde con le tempere, imparando anche qualche astuzia per modificarlo.

26

Occorrente

  • Pennelli di diverse dimensioni e tela
  • Fogli di prova
  • Acqua
  • Colori primari: giallo e blu
  • Piatti di plastica o fiore dei colori
36

Pensando ai tubetti di tempera, immagino ne abbiate un minimo di cinque. In questi, sicuramente avrete il rosso, il giallo e il blu, colori primari per eccellenza. Per preparare il colore verde con le tempere vi serviranno solo il giallo e il blu, quindi cominciate a prenderli e a metterli da parte. Prendete ora un piatto di plastica o meglio ancora quello che in gergo viene definito un "fiore" per creare così più verdi diversi. Ora spremete da una parte un po' di giallo e dall'altra parte un po' di blu. Scegliete un pennello abbastanza grosso per mescolare, come per esempio un numero 8 o un numero 10.

46

Ora seguite questo criterio: più blu metterete rispetto al giallo, più il verde ottenuto sarà scuro e particolarmente profondo. Al contrario, più giallo metterete rispetto al blu, più il vostro verde sarà chiaro e luminoso. Se fate un prato quindi, vi serviranno entrambe le sfumature. Ecco perché potete divertirvi come meglio credete e, in questo modo, creare tante tinte diverse ma appartenenti allo stesso colore madre. Ricordatevi di usare per ogni colore di verde creato un pennello diverso, per impedire che vi si "sporchi" un verde scuro con un verde chiaro e viceversa.

Continua la lettura
56

Ora che avete creato una rosa di diverse tonalità e avete imparato come preparare il colore verde con le tempere, dovete anche pensare alla sua consistenza. Accanto a voi mettete sempre un bicchiere di acqua. Più acqua utilizzerete per mescolare le vostre tinte, più il risultato che otterrete sarà un colore trasparente o comunque più chiaro di quanto pensiate. Per questo motivo adottate questo consiglio finale: fate sempre delle prove in fogli di brutta per capire meglio la resa reale del vostro colore una volta steso. Una volta asciugato, se il risultato sarà di vostro gradimento allora potrete procedere. Seguendo gli accorgimenti di questa guida, avrete imparato come preparare il colore verde con le tempere e anche come sfumarlo a vostro piacimento!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Create sempre più colore che meno, poiché meglio buttarne un pochino che rischiare di non riprodurlo uguale, anche perché difficilmente accade.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come preparare il colore azzurro con le tempere

In tale tutorial vi spiegheremo come creare il colore azzurro usando in modo semplice i colori primari. Come è ben risaputo, tutta la gamma di colori che ci sono in natura, non sono altro che combinazioni infinite ricavate dai colori primari, che sono...
Arti Visive

Come creare tutti i colori con le tempere

Per dipingere un quadro con i colori a tempera, non occorre acquistare tutte le tonalità che ci occorrono: ti basterà acquistare i colori primari, ossia il rosso magenta, il blu e il giallo, più il bianco ed il nero. Mescolandoli tra loro potrai ottenere...
Arti Visive

Lavoretti per bambini con le tempere

Giocare insieme ai bambini è un metodo educativo e divertente. Renderli partecipi facendo con loro dei lavoretti insieme, è un modo per farli divertire. In questo caso si possono realizzare tantissimi lavoretti. L'idea di realizzare qualcosa insieme...
Arti Visive

Come Creare Un Dipinto Con Tempere Sulla Base Di Una Cassetta In Legno

In questa guida troverete validi suggerimenti per creare un bellissimo dipinto sulla base di una vecchia cassetta in legno. Se non avete a disposizione una buona base sulla quale dipingere con le tempere, una vecchia cassetta di legno farà al caso vostro....
Arti Visive

Ricettario: i vari tipi di tempere

Quando si parla di arte non si può non parlare della pittura. Se ne conoscono tante tecniche ma sicuramente fra le più antiche e conosciute, è la pittura a tempera. La parola è di origine latina e significa temperare o meglio mescolare. Per i meno...
Arti Visive

Come preparare il colore arancione con le tempere

Il termine colore a tempera indica colori coprenti all'acqua formati da pigmenti con sostanze leganti quali uovo, caseina, colle animali o gomme vegetali. I colori a tempera veri e propri sono raramente reperibili in commercio perché deperiscono facilmente...
Arti Visive

Come realizzare il color ghiaccio con le tempere

I colori si suddividono in due grandi categorie: i colori caldi e i colori freddi. Fanno parte del primo gruppo le tinte che suggeriscono una sensazione di calore come il rosso, l'arancione e il giallo mentre i colori freddi sono quelli che suggeriscono...
Arti Visive

5 consigli per dipingere con le tempere

Pigmenti in polvere mescolati con emulsionanti in fase acquosa danno vita alla particolare tecnica della pittura a tempera. Questo stile di pittura, molto antico e già in uso ai tempi degli Egizi, incontra ancor oggi una grande utilizzazione per la semplicità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.