Come riconoscere il valore delle note, delle pause e delle legature musicali

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La musica consiste in un'arte che ci ha regalato dei brani musicali definiti veri e propri poemi attraverso i secoli, grazie a determinati strumenti ma soprattutto all'utilizzo delle note. Studiare musica, vuol dire imparare i principi fondamentali su cui questo tipo di materia si basa. Per questo motivo è importante sapere che, oltre alle stesse note che sono presenti in uno spartito musicale, si deve riconoscere il loro valore ma anche quello delle pause e delle legature. In riferimento a tutto questo, nei successivi passi vedremo come ottimizzare il risultato, fornendo i concetti base della musica.

24

Tra i valori musicali presenti sul pentagramma la più utilizzata è la semibreve 4/4

Per cominciare, parliamo immediatamente dei valori musicali, che nello specifico non sono altro che dei simboli presenti sul pentagramma. Generalmente quello che maggiormente si utilizza è la cosiddetta semibreve 4/4. Inoltre, per citarne altre tra le più significative troviamo quelle inferiori, come la minima 2/4, la semiminima 1/4, la croma 1/8, la semicroma 1/16, la biscroma 1/32 e la semibiscroma 1/64.

34

La legatura ed il punto di valore fanno riconoscere la figura musicale e la pausa di una nota

È chiaro che in un pentagramma, quando ci sono delle note con lo stesso valore, vengono sintetizzate insieme sul grafico. Pertanto sono utilizzate in successione. Tuttavia anche le pause sono molto importanti, dal momento che servono a determinare quelle stabilite in un brano musicale. Per ottenere delle altre figure musicali, oltre ai valori che abbiamo citato fino a questo momento ed alle pause, è importante sottolineare che sono anche presenti "la legatura ed il punto di valore". Entrambi, infatti, danno l'opportunità, a chi legge il pentagramma, di saper riconoscere sia la figura musicale che la pausa di una nota. Sul pentagramma, tra l'altro, può anche capitare di dover visualizzare delle linee. Tra queste annoveriamo quella curva, che nello specifico rappresenta una vera e propria legatura di valore, e che viene utilizzata per unire due note aventi la medesima altezza, e nel contempo consente di prolungarne il suono.

Continua la lettura
44

Altri simboli che meritano di essere citati sono il diesis ed il bemolle

Il diesis ed il bemolle, invece, rappresentano degli altri simboli che sono strettamente correlati al concetto che abbiamo esposto fino a questo momento. In buona sostanza, possiamo affermare che servono a variare l'altezza della nota, e vengono ad essa anteposti. Il diesis, tra l'altro, viene utilizzato per innalzare la nota di un semitono, mentre il bemolle ha la funzione di abbassarlo. Nel caso in cui in uno spartito musicale si trova il diesis oppure il bemolle che precedono la chiave di sol del pentagramma, ciò significa che è necessario suonare in maniera costante, con le note corrispondenti proprio al diesis o al bemolle su tutto quanto lo spartito. Per concludere questa rapida carrellata in merito al valore, alle legature ed alle pause di una nota, in riferimento a quest'ultima è importante mettere in evidenza che sono rappresentate da specifici segni facilmente riconoscibili da chi ha studiato l'arte musicale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come suonare una canzone con gli accordi su una tastiera

I brani sono facilmente reperibili su internet o in qualsiasi negozio di strumenti e spartiti musicali; ma. Più difficile è trovare l'accompagnamento dello stesso su una tastiera o un pianoforte. Ebbene, questa guida affronterà proprio tale insegnamento:...
Musica

Come leggere la musica dal pentagramma

Prima d'imparare a suonare uno strumento musicale, bisogna essere capaci a leggere il pentagramma. Ma che cos'è? È un piano cartesiano, composto da cinque linee orizzontali, dove può essere annotata una composizione o una melodia. Le basi da imparare...
Musica

Come disegnare una chiave di violino

Quando nacque l'uomo, dopo poco nacque anche la musica: canti tribali, ritmi, musiche in cui voci e strumenti erano essenziali e di grande semplicità. Con il tempo e l'evoluzione dell'uomo si sviluppò anche la musica. La musica è da sempre presenza...
Musica

Come eseguire il giro di Si maggiore con la chitarra

Questo breve articolo è destinato a tutti coloro che stanno imparando a suonare la chitarra e magari hanno alcuni dubbi di carattere tecnico. In particolare, nei passaggi successivi, ci occuperemo di spiegarvi, brevemente e in maniera molto semplice,...
Musica

Come arricchire il repertorio delle note col flauto dolce

Il flauto dolce è uno strumento musicale della famiglia degli aerofoni ed è realizzato esclusivamente in legno, e l'emissione del suono è generata dall'incanalamento dell'aria in un apposito condotto, ricavato nell'imboccatura dello strumento, che...
Musica

Come studiare un brano musicale

Questa guida è dedicata agli appassionati di musica che a causa di motivi economici o per mancanza di tempo, non hanno mai potuto dedicarsi alla musica in maniera approfondita, nonostante il desiderio di farlo prima o poi. Attraverso queste pagine vi...
Musica

Come imparare a suonare il flauto traverso

Il flauto traverso è lo strumento a fiato per eccellenza, fa parte della famiglia dei legni e se si vuole imparare a suonarlo, è necessario, per prima cosa, saper leggere la musica dal pentagramma in Chiave di Sol o di violino, ossia la chiave specifica...
Musica

Come Suonare il giro di Mi con la chitarra

La chitarra, come tutti gli strumenti musicali, ha bisogno di passione e dedizione per essere compresa appieno e padroneggiata con armonia. Per questo motivo ogni nota deve essere compresa fino in fondo e necessita di moltissima pratica per essere riprodotta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.