Come scegliere il plettro per una chitarra elettrica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli amanti della musica e in particolare di chi suona strumenti musicali possono trovarsi nella situazione di dover acquistare qualche parte per il proprio strumento, che per vari motivi deve essere sostituito. Se siete proprietari di una chitarra elettrica e dovete acquistare un nuovo plettro, allora continuate a leggere questa guida e vi troverete alcuni suggerimenti utili. Ricordate che il plettro è una parte molto importante e scegliere quella giusta vuol dire molto dal punto di vista della tecnica, sia del suono prodotto. Vediamo allora come scegliere il plettro per una chitarra elettrica.

26

Plettro ideale per chi suona Heavy Metal

In genere un chitarrista possiede decine di plettri per ogni evenienza, tuttavia ne predilige solitamente solo due oppure tre. Se il musicista suona Heavy Metal, ovviamente userà plettri con uno spessore elevato, almeno 1.5 mm. Uno da 0.50 mm per le ritmiche Metal oppure per tecniche relativamente difficili come l'alternate piking non andrà mai bene perché ha un ritorno lento e inoltre si può correre il rischio che si spezzi.

36

Plettro ideale per chi suona Blues e Rock

Nel Blues, Rock, Hard Rock e così via, l'esecuzione si alleggerisce e plettri molto duri e spessi non sono più consigliabili. Lo spessore ideale è 0.73 mm. Magari si può salire e scendere in base a come ci si trova più comodi, ma l'importante è non farlo di molto. Ciò per evitarvi situazioni live in cui si potrebbe spezzare un plettro, oppure mentre studiate nuove tecniche non riuscite a suonarle perfettamente non andando a pensare che il vero problema sia in realtà il plettro.

Continua la lettura
46

Plettro per chi suona il Pop

Nel Pop invece, potete tranquillamente scendere di spessore, dato che si ha a che fare con ritmiche lente, soli non troppo tecnici e spesso anche parti acustiche. Un plettro sottile potrebbe essere l'ideale, soprattutto nelle parti in cui si suonano solo accordi con un suono pulito. Capita che un plettro duro e spesso, in questi generi, dia un suono diverso da un plettro sottile, troppo 'aggressivo' soprattutto nei suoni distorti, e ciò potrebbe anche dare fastidio a chi ascolta.

56

Plettri Dunlop

I plettri migliori, dal punto di vista qualitativo, sono i Dunlop. Sono più duraturi dei prodotti di altri marchi e quindi si consumano meno. Alcuni sono fatti di un materiale che riduce le probabilità che vi scappi incidentalmente mentre state suonando. In ogni caso, parlando sempre della Dunlop, il rapporto qualità prezzo è davvero ottimo. Spero che questa guida possa esservi stata d'aiuto nella scelta del plettro più adatto alla vostra chitarra elettrica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cerca di avere più plettri tutti diversi tra loro, per ogni esigenza.
  • Per la chitarra elettrica, non usare plettri eccessivamente grandi o lunghi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come suonare il Mandolino

Il mandolino è uno strumento che appartiene al genere dei cordofoni a pizzico, che prendono questo nome proprio a causa della maniera in cui devono essere suonati dal musicista. Il mandolino è formato da un manico dritto e dalla classica cassa armonica...
Musica

Chitarra elettrica: 10 consigli per iniziare

La chitarra elettrica è un tipo di chitarra in cui la vibrazione delle corde viene rilevata da uno o più pick-up. Il segnale viene quindi prelevato all'uscita e convogliato in un amplificatore acustico affinché il suono dello strumento sia reso udibile....
Musica

Come eseguire l'arpeggio con la chitarra

L'arpeggio è una delle tecniche più belle utilizzate con la chitarra classica o semi-acustica. Esso permette di scomporre il suono di un accordo, pizzicando le corde singolarmente e facendo emettere il loro suono uno per volta. È adatto soprattutto...
Musica

Come tenere la chitarra classica

La chitarra è uno degli strumenti musicali più suonati, si può imparare a farlo da autodidatti ed è perfetta per stare in compagnia. Con essa si può accompagnare una bella canzone ed eseguire brani di qualsiasi tipo, sia da soli che insieme ad amici....
Musica

Come Trasformare La Tua Chitarra In Un Basso

Trasformare la tua chitarra in un basso è possibile! Senza dover ricorrere a modifiche troppo 'importanti', che potrebbero danneggiare il tuo strumento, sarai in grado di costruire il tuo personalissimo basso artigianale. Nei mercatini dell'usato, possiamo...
Musica

Guida agli accessori per chitarristi

In questa guida ci occuperemo di dare alcuni consigli su come procedere per scegliere gli accessori per chitarristi. Se vi siete dati alla musica, e in particolare, avete cominciato a studiare la chitarra, ecco per voi una guida semplice e pratica per...
Musica

Come suonare gli accordi diesis con la chitarra

La chitarra è uno degli strumenti più usati nel mondo della musica. Non passa mai di moda, ma per impararla occorre molta passione. Inoltre, invoglia molti giovani a volerla imparare. Che sia classica o elettrica, essa è in grado di conferire ad ogni...
Musica

Chitarra: la pennata alternata

La pennata alternata rappresenta una delle svariate tipologie di metodi in cui è possibile "plettrare" la corda di una chitarra. Il proprio impiego determina numerosi vantaggi e svantaggi rispetto ad ulteriori tecniche. Nella presente guida sulla musica,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.