Come scolpire il marmo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La scultura è una delle forme d'arte più antiche attualmente esistenti. In Egitto i primi lavori scultorei risalgono al quattordicesimo secolo avanti Cristo, e già in quell'era gli egiziani conoscevano bene tutte le tecniche per trattare i vari materiali. Scolpire il marmo è molto difficile ma nello stesso momento passionale, infatti è come far emergere una vita da un embrione, dalla lavorazione di una semplice materia grezza si può godere l'esaltante emozione di vedere nascere qualcosa che non esisteva, in maniera tangibile. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo insieme come scolpire il marmo!

26

Attrezzi specifici

Per prima cosa è di fondamentale importanza l'utilizzo di specifici attrezzi protettivi. Il nemico numero uno è la polvere, e quindi è doveroso difendere i polmoni. Basterà indossare una buona mascherina che copra il naso e la bocca, e stare attenti a sostituirla spesso. Anche gli occhiali sono importanti, per proteggere gli occhi da eventuali schegge di materiale, e dovrebbero avere anche dei ripari laterali. Utilizzando strumenti meccanici elettrici l'udito potrebbe risentirne, ecco perché si proteggeranno le orecchie con delle apposite cuffie.

36

Preparazione

Le squadre sono strumenti necessari per prendere le misure precise e dare all'opera in marmo la giusta proporzione. Esistono di varie dimensioni, ad angolo retto e ad angolo variabile. Anche i compassi potranno avere varie forme, e servono per misurare le distanze. Gli attrezzi meccanici sono importanti per scolpire in maniera efficace il marmo, specialmente il compressore ad aria che gioca un ruolo molto importante, dato che ci permetterà di pulire il marmo molto più velocemente.

Continua la lettura
46

Procedimento

Un altro utensile indispensabile per la lavorazione di tale materiale è la smerigliatrice elettrica. Con quest'ultima si eseguirà la sgrossatura della materia marmorea e con i dischi diamantati da taglio si potranno eseguire delle fenditure nel marmo. Dopo essersi aiutati con gli strumenti elettrici, si passa a quelli manuali, detti anche raspe ed abrasivi. Servono per eliminare i segni lasciati dagli scalpelli. Subito dopo il loro utilizzo, si procederà con l'uso degli abrasivi. Ci sono tante tecniche, ma la sensibilità estetica è una materia molto personale, dato che ogni persona ha dei gusti che lo contraddistinguono da un'altro artista. Man mano che un artista matura un certo tipo di esperienza, tenderà ad usare il metodo con cui più si trova produttivo e versatile.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come modellare un volto con la creta

Ci sono delle cose che richiedono l'intervento di un esperto ma nella maggior parte dei casi non è così. Molti si chiedono come modellare un volto con la creta e pensano di non esserne capaci: bè si sbagliano. Tutti possono creare qualcosa utilizzando...
Arti Visive

Come dipingere con effetto marmo

L'idea di creare una superficie diversa dalle altre può contribuire a renderla originale. Le tecniche sono varie e si distinguono per la loro caratteristica. Infatti, è possibile cogliere aspetti particolari del dipinto realizzando un effetto unico...
Arti Visive

Scultura: i principali esponenti del 700

La scultura offre un panorama immenso di opere e artisti. Se molto noti sono il 1500 e il 1600 come periodi in cui la civiltà occidentale ha conosciuto un susseguirsi particolarmente florido di opere artistiche e scultorie, è altrettanto vero che anche...
Arti Visive

Scultura arcaica greca: i principali esponenti

La scultura greca arcaica si sviluppò tra il VI secolo a. C. e il 480 a. C., quando vennero distrutte le mura della città di Atene dai Persiani. La scultura greca arcaica si distingue in tre diverse correnti, in rapporto alle zone in cui si svilupparono:...
Arti Visive

Le principali tecniche di scultura

La scultura si sa è una disciplina plastica che di solito si inizia a studiare alle superiori, principalmente al liceo artistico. Chiamata anche modellato, è una materia che vi insegnerà a utilizzare più materiali, principalmente legno e argilla....
Arti Visive

Dipingere su tela: da dove cominciare

L'arte nella sua totalità permette all'artista di esprimere il proprio mondo interiore, sia attraverso una scultura o utilizzando la pittura. Tuttavia se scolpire richiede un talento sopraffino, coloro che avvertono la necessità di esprimere uno stato...
Arti Visive

Modigliani: biografia e opere principali

La guida di oggi ci presenterà la figura di un pittore e scultore dallo stile davvero unico, sorto da un talento creativo innato ed inimitabile: il famoso Amedeo Clemente Modigliani. Egli nacque a Livorno il 12 luglio 1884, ultimo di quattro figli, con...
Mostre e Musei

Come visitare Castel Sant'Angelo Roma

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri cari lettori, a capire come poter visitare Castel Sant'Angelo di Roma. Quando si cammina lungo il Tevere a Roma, oltre ai ponti che permettono di andare da una parte all'altra, la cosa che più fra tutte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.