Come scrivere un testo argomentativo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La definizione "testo argomentativo" potrebbe sembrare inizialmente abbastanza difficile da comprendere bene, ma in realtà è una tipologia di scritto estremamente comune e rilevante nella vita quotidiana.
Saper redigere un buon testo argomentativo (ovvero chiaro, esauriente, corretto sia formalmente che ortograficamente e convincente) è sempre utile e non soltanto a scuola: basterà pensare a quando si ha l'esigenza di scrivere una lettera personale o di presentazione in vista di un colloquio lavorativo.
Precisamente, si tratta di una capacità che potrà essere conseguita facilmente e velocemente: nella seguente dettagliata e completa guida esplicata nei passaggi successivi, vi darò qualche valido consiglio pratico su come scrivere un testo argomentativo, che qualsiasi persona può applicare (con un pochino di attenzione e una minima dose d'esercizio), ottenendo i risultati finali desiderati senza nessuno sforzo.

27

Occorrente

  • Carta
  • Penna
  • Fonti (libri, Internet, enciclopedie)
37

Innanzitutto, sarà preferibile cominciare dal principio, ovvero dal titolo o dall'intestazione epistolare (come "Caro/a", "Egr. Sig.", "Chiar. Mo Prof." e "Spett. Le ..."): successivamente, dovrà seguire un'introduzione, nella quale deve essere esposto l'argomento che si desidera trattare, il problema, l'idea principale e la tesi.
Non servono dei giri di parole (in quanto la sintesi e la semplicità sono degli enormi pregi), ma basterà semplicemente accennare alla tematica che verrà sviluppata in seguito con una maggiore ricchezza di dettagli e particolari.
Il discorso presente nel testo argomentativo deve essere bene organizzato, in modo da non correre il rischio di scordare alcuni passaggi rilevanti: potrà essere abbastanza utile farsi una "scaletta" da seguire in ogni suo punto.

47

All'interno del testo argomentativo, quindi, deve essere introdotta la prima argomentazione a sostegno della tesi che si porta avanti, spiegandola con estrema chiarezza mediante delle statistiche, delle esperienze personali, delle informazioni documentate ricavate da svariate fonti (come i libri, Internet e le enciclopedie).
Quest'ultime devono essere indubbiamente attendibili e vanno rigorosamente citate e riportate: più numerose saranno le argomentazioni presenti, maggiormente convincente risulterà la tesi portata avanti.

Continua la lettura
57

Dopodichè, bisognerà passare al momento più rilevante nello sviluppo di un testo argomentativo, ossia l'inserimento nel discorso di quella che viene denominata "antitesi" (opinione contraria alla tesi che si desidera dimostrare).
Quest'ultima è di essenziale importanza perché, una volta confutata tramite l'elenco delle informazioni che la smentiscono, conferisce ulteriore forza e validità quasi definitiva alla tesi, che verrà poi ribadita in breve nella conclusione del testo argomentativo.
L'antitesi deve essere scelta con estrema cura e attenzione poiché, se non verrà confutata a dovere, l'unico risultato che si otterrà sarà quello di un testo confuso e incoerente.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guida alle opere di Guttuso

Il pittore e politico italiano Renato Guttuso è nato a Bagheria (Sicilia) nel 1911 ed è stato tra i più importanti dopo la Seconda Guerra Mondiale: fin da quando era piccolo, egli manifestò una certa predisposizione verso la pittura e questo amore...
Letteratura

Il leviatano di Hobbes

Quando parliamo de Il levatiano di Hobbes, ci riferiamo al testo più conosciuto dell'autore. Pubblicato nel 1651, prende il suo titolo per l'appunto dal leviatano: una creatura marina mostruosa presente nella Bibbia. Egli descrive lo stato come un serpente...
Letteratura

10 buoni motivi per andare in biblioteca

Luogo di indubbio fascino e di indiscussa utilità, la biblioteca è un servizio pubblico esistente ormai da millenni. Ogni città o paese che si rispetti ne ha almeno una. Sei inscritto all'Università? Frequenti le Superiori? Questo è il luogo che...
Recitazione

Il cinema di Ingmar Bergman

Ingmar Bergman, regista, sceneggiatore e drammaturgo di origini svedesi, è stato una delle figure più importanti nella storia del cinema. La morale che permea i suoi film è spesso pessimista, quasi nichilista, derivata da una famiglia con a capo un...
Letteratura

Banana Yoshimoto: biografia e opere

Banana Yoshimoto (pseudonimo di Mahoko Yoshimoto) è una grande autrice della letteratura contemporanea giapponese. Insieme ad altre due autrici, ossia Hayashi Masako e Yamada Eimi, la Yoshimoto ha dato vita ad una sorta di letteratura post femminista....
Letteratura

Vita e opere di Voltaire

Francois Marie Arouet (1694-1778), vero nome del filosofo noto come Voltaire, fu la figura che meglio incarnò gli ideali dell'illuminismo. Egli è l'emblema dell'intellettuale moderno che non si vanta della sua vuota erudizione, ma che utilizza le sue...
Letteratura

Ludovico Geymonat: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Ludovico Geymonat è stato uno dei più importanti filosofi e matematici italiani del Novecento. È nato a Torino l'11 maggio del 1908. Nel 1930, ha conseguito la laurea in filosofia presso l'Università della capitale piemontese, discutendo la tesi sul...
Musica

10 consigli per suonare il violino

Tra gli strumenti musicali più difficoltosi da suonare, ma nello stesso tempo più piacevoli da ascoltare, bisogna assolutamente mettere tra i primi posti il violino. Per chi vuole iniziare a buttarsi nel mondo della musica e a suonare questo strumento,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.