Come scrivere una canzone rock

di Maria Rosaria Rossitto tramite: O2O difficoltà: media

Se siete appassionati di musica, e nello specifico avete una certa preferenza per il rock, ecco per voi una guida che potrebbe farvi amare ancora di più il genere. Ci occuperemo di dare alcuni consigli utili su come scrivere una canzone rock. Leggete la guida di seguito per saperne di più su questo argomento.

1 Le radici del rock Le radici del rock vanno ricercate nella musica blues a partire dagli anni trenta in poi: i primi esperimenti di quello che oggi definiamo rock si vedono già negli anni cinquanta con il rockabilly e il rock' n' roll. In questi due generi (ricorderemo Chuck Berry e il Re Elvis tra tutti) non si è fatto altro che mutare il classico giro blues (prima, quarta e quinta minori) con ritmi più frenetici e selvaggi, con l'aggiunta di chitarre elettriche, strumenti nati alla fine degli anni quaranta ma che proprio in quel periodo videro il maggior sviluppo. Partendo da queste basi un giovane chitarrista afroamericano, Jimi Hendrix, ha fuso le maggiori correnti dell' epoca (siamo a metà anni sessanta) fondando di fatto quello che modernamente chiamiamo Rock.

2 Evoluzione del genere rock Da questo momento, il genere ha poi visto numerose variazioni ed evoluzioni, partendo con l' hard e proto Heavy metal di Led Zeppelin, Black Sabbath e Deep Purple, allo space dei Pink Floyd, fino alla nascita di generi che ne sono i diretti discendenti, come ad esempio il punk e il grunge. Incominciamo col definire gli strumenti base: chitarra, basso elettrico e batteria. Tanto basta per comporre un pezzo rock. A questi possiamo poi aggiungere ciò che più desideriamo, come ad esempio strumenti musicali come le tastiere, organetti, violini, flauti, seconde chitarre e quant'altro. Il rock vede nella chitarra elettrica il suo punto fondamentale, e solitamente è da qui che si parte: basta anche un piccolo giro o riff. Naturalmente, anche la batteria ha un ruolo fondamentale poiché scandisce perfettamente i ritmi basilari.

Continua la lettura

3 Tonalità di riferimento del rock Una volta data un' identità a queste poche note, si procede con l' identificazione della cosiddetta tonalità di riferimento e su quello ci si aggiunge una linea di basso la quale, avendo anche una componente ritmica, darà il La alla batteria.  Solitamente, il rock, a meno che non ci si cimenti nel Progressive, si basa su un ritmo base di quattro quarti (tempo quaternario) che spesso può essere terzinato (tempo ternario) o sincopato (come ad esempio nel blues).  Approfondimento Le più belle canzoni rock della storia (clicca qui) Per quanto riguarda la tonalità, ci si basa sulle classiche scale Maggiori e Minori Naturali.  Ora avete tutto per rockeggiare!. 

Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://it.wikihow.com/Scrivere-una-Canzone-Rock https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20070517083919AA6joqh http://www.freeforumzone.com/discussione.aspx?idd=5326203 http://www.6corde.it/viewtopic.php?f=34&t=21273 http://www.musica-digitale.it/come-scrivere-canzone

Storia della musica: Elvis Presley "Let's rock, everybody let's rock" faceva il ritornello di ... continua » Guida ai più famosi chitarristi del mondo La musica è un linguaggio universale, che in qualsiasi forma e ... continua » Guida all'heavy metal: gli anni '70 Tra le varie correnti musicali che si sono susseguite dopo l ... continua » Storia della musica: i Queen I Queen, uno dei gruppi inglesi più famosi in tutto il ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Generi musicali degli anni 70

Gli anni '70 hanno segnato il culmine dell'esperienza rivoluzionaria incominciata negli anni '60. Come è ben noto, la musica ha avuto un impatto culturale ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.