Come Scrivere Uno Spartito musicale

dalla redazione O2O difficoltà: facile

Come Scrivere Uno Spartito musicale   ancscafati.altervista.org Fin dall'antichità le persone suonavano la musica prima che venisse trascritta. Alcuni musicisti suonavano ad orecchio, ciò ha portato ad alcuni generi musicali a basarsi più sull'improvvisazione o l'apprendimento ad orecchio. Ma la musica scritta come la lingua scritta è molto utile, dato che ci permette di velocizzare di molto l'apprendimento. La musica è più facile da studiare e da diffondersi se è scritta dato la sua lingua "universale". Per risolvere il problema è stato inventato lo spartito musicale, che è Il metodo più diffuso oggi per scrivere la musica su carta. Infatti, dato l'elevato numero di persone di tutti i tempi che l'hanno usato, è stato chiamato anche notazione comune. Seguendo questa guida imparerai a sistemare correttamente le note, con il giusto valore, la giusta velocità e il giusto tempo.

Assicurati di avere a portata di mano: Pentagramma, Penna.

1 Innanzitutto abbiamo bisogno di un foglio musicale, comunemente chiamato pentagramma. Puoi utilizzare il formato cartaceo come quello elettronico (utilizzando software di scrittura musicale, ad esempio Finale, Overture, Cubase, etc). Il più usato oggi è Sibelius, un programma creato dalla Avid. Per prima cosa dobbiamo inserire la velocità in bpm alla quale il brano deve essere eseguito, ciò consente agli artisti di individuare immediatamente la corretta velocità del brano.

2 Successivamente bisogna disegnare la chiave in cui si intende suonare; per facilità disegna una chiave di sol o chiave di violino sul lato sinistro di ogni di pentagramma. Le note vanno posizionate sui righi e negli spazi del pentagramma. Usando la chiave di violino, il nome delle righe sarà, partendo dalla riga più bassa fino alla quinta, MI-SOL-SI-RE-FA; invece gli spazi saranno FA-LA-DO-MI, partendo sempre dal più basso. Quindi memorizziamo le note della nostra melodia e come prima cosa cerchiamo di individuare la loro posizione sul pentagramma.

Continua la lettura

3 Ora dovremo occuparci dell'aspetto ritmico del brano.  Dovremo dunque stabilire se il tempo di ogni battuta è in 4/4 (il più comune, per il pop e per il rock, musica elettronica), in 3/4 (il valzer), 6/8 (musica folk) e indicarlo all'inizio del brano subito dopo la chiave.  Approfondimento Come imparare a leggere la musica dal pentagramma (clicca qui) Una volta stabilito il tempo, dovremo dare un "peso" in termini di valore musicale ad ogni suono e ad ogni silenzio.  Perciò ogni nota (o ogni pausa) deve valere di più o di meno in base alla sua durata nella melodia.  In questo modo dovrai "riempire" le battute con i valori (4/4, 2/4, 1/4, 1/8, 1/16 etc) in modo che la somma di tutte le figure all'interno della battuta sia pari al tempo che hai indicato all'inizio dello spartito.  Alla fine dello spartito, dovrai chiudere l'ultima battuta con 2 anziché una sola stanghetta.  Adesso non vi resta che scrivere le vostre melodie che avete sempre desiderato!. 

Come Leggere La Musica A Prima Vista Come accompagnare al pianoforte con gli accordi Come imparare a suonare il flauto traverso Come disegnare una chiave di violino

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili