Come scrivere uno spartito musicale

di Silvia Calo tramite: O2O difficoltà: media

Lo spartito musicale è uno strumento fondamentale per un musicista. Chi inizia o studia da molto tempo musica è naturalmente portato a farne utilizzo. Tuttavia, ci sono molti modi per utilizzare uno spartito. Come accade per chi scrive in generale, anche nel caso della scrittura musicale può accadere di leggerne o di doverne scrivere di proprio pugno. I motivi possono essere diversi: esercizi richiesti da materie di Conservatorio o creatività personale sono quelli princicipali. Quale che sia la motivazione che vi spinge a scrivere uno spartito musicale, vi saranno utili queste piccole indicazioni fondamentali.

Assicurati di avere a portata di mano: Fogli pentagrammati Matita Manuale di teoria e solfeggio Pazienza e curiosità

1 Procuratevi il materiale necessario. Possono esservi molto utili dei fogli pentagrammati, scaricati da internet e poi stampati o comprati in una cartolibreria in versione quaderno. Il consiglio iniziale è di fare molto esercizio con matita e carta, aiutandovi con un buon manuale di teoria e solfeggio che può soccorrervi dal punto di vista contenutistico. Dall'esercizio reiterato, potrete prendere dimestichezza con gli aspetti basilari del linguaggio compositivo: note, struttura del pentagramma, chiavi e tonalità, ma anche scelta degli indicatori di tempo.

2 Con l'esercizio, imparerete ad utilizzare delle formule che saranno molto utili alla composizione di interi brani. Come avviene con la scrittura di una lingua, utilizzando i verbi ed apprendendo sostantivi, connettivi ed intere espressioni paradigmatiche, è possibile estendere il contenuto e l'articolazione della propria espressione. Così in musica, acquisite le funzioni fondamentali, potrete costruire un discorso musicale scritto. Importante, nel pieno della fase creativa, dotarsi di uno strumento che riproduca ciò che avete scritto, così da testarne la riproducibilità da parte di altri musicisti.

Continua la lettura

3 Dopo esservi sincerati di aver fatto un buon lavoro (molto utile a tal proposito confrontarsi con musicisti di esperienza e provenienza diversa dalla vostra), potrete procedere all'elaborazione e archiviazione del vostro scritto musicale.  In questo caso, vi consigliamo di cercare su internet un programma di facile utilizzo che vi consenta di trascrivere in formato digitale e stampare ciò che avete già elaborato.  Approfondimento Come studiare un brano musicale (clicca qui) In questo modo avrete l'opportunità di conservare (sia in digitale che in formato cartaceo) il vostro scritto nella modalità più chiara e leggibile possibile.
Per scrivere uno spartito musicale sono necessari studio, pazienza e tantissima curiosità.  Per questo, dopo i nostri piccoli consigli, non ci resta che augurarvi buon viaggio!. 

Non dimenticare mai: Non scoraggiatevi al primo tentativo Sentitevi liberi di esprimere voi stessi Confrontatevi con altri musicisti

Come imparare a leggere a prima vista uno spartito musicale Imparare a leggere uno spartito a prima vista è un obiettivo ... continua » Come eseguire uno spartito al violino Il violino è uno strumento musicale molto gratificanti e bello da ... continua » Solfeggio ritmico: come migliorare L'ora di musica si incontra inizialmente alle scuole elementari. Naturalmente ... continua » Come si legge uno spartito per pianoforte La musica ci accompagna in molti momenti della nostra vita, la ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come creare un metronomo digitale

Stai studiando per imparare a suonare il tuo strumento musicale preferito? Avrai allora sentito parlare di uno strumento fondamentale per ogni musicista: il metronomo. Una ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.