Come suonare l'ocarina

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'ocarina è uno strumento a fiato generalmente realizzato in terracotta e dal profilo allungato. A introdurla in Italia fu Giuseppe Donati nel XIX secolo. L'ocarina è uno strumento musicale usato fin dall'antichità da molti popoli. Si tratta di un sistema a dieci chiavi che sfrutta tutte le dita delle mani. Esistono ocarine di diverse taglie, tutte tra loro intonate. A rendere originale questo strumento è la camera di risonanza. Infatti, grazie a essa, tutta l'aria che ivi contenuta vibra e produce il suono caratteristico. Vediamo ora nel concreto come suonare l'ocarina.

26

Tenere lo strumento in modo corretto

La prima cosa da fare per suonare l'ocarina in modo soddisfacente è tenere correttamente lo strumento. È necessario mantenere l'ocarina con le dita di entrambe le mani contrapposte tra loro, esattamente come si tiene il flauto dolce. A differenza del flauto, l'ocarina si suona soffiando di traverso. Iniziate a soffiare per osservare la reazione dello strumento. È consigliabile iniziare con una nota centrale come il Sol. Cominciate a soffiare dolcemente ma con un certo vigore. L'ocarina è uno strumento relativamente facile da suonare. L'unica difficoltà che potreste riscontrare è quella di ottenere una buona intonazione. Proprio per questo motivo è importante la posizione della mani.

36

Raggiungere note basse

Per riprodurre note alte dovrete soffiare con maggiore intensità mentre per riprodurre note basse dovrete soffiare delicatamente. I fori dell'ocarina devono essere ben chiusi premendo sopra di essi i polpastrelli. Per ottenere una intonazione corretta dovrete far attenzione a chiudere completamente la superficie dei fori. Ricordate che non potete suonare tutte le note con la stessa intensità di fiato, dovrete bensì moderarlo in funzione della scala. Quando tutte le dita coprono i fori si ottiene la nota Do. Partendo dal basso alzate un dito alla volta per realizzare la scala. Meno fori saranno chiusi più forte dovrete soffiare.

Continua la lettura
46

Raggiungere note alte

L'ocarina permette di raggiungere delle note altissime. Per fare questo bisogna tenere aperti tutti i fori. Sarà dunque vostra premura esercitarvi molto per eseguire un movimento che vede il dito mignolo appoggiato in fondo all'ocarina, senza chiudere il foro. Il dito indice dell'altra mano, invece, deve essere appoggiato alla parte superiore dello strumento. Le note più alte, cioè il Re, il Mi e il Fa acuti, riuscirete a ottenerli dopo molto allenamento, poiché sono le note più difficili da realizzare a causa delle posizioni che le mani devono assumere. Sono però note indispensabili da apprendere per avere una scala di dieci toni.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come suonare un flauto peruviano

Il flauto peruviano, chiamato anche flauto di Pan o zampogna, è uno strumento a fiato sudamericano. Ci sono vari tipi di scanalature, ma il flauto peruviano è caratteristico per la sua gamma limitata di tubi. Tipicamente, esso presenta 10 tubi, talvolta...
Musica

Come suonare il flauto di Pan

Il flauto di Pan, chiamato anche “siringa”, è uno dei più antichi strumenti musicali. Si ritiene, infatti, che il primo esempio di siringa sia riconducibile al periodo neolitico. Tuttavia, il reperto più longevo è un flauto ritrovato intorno all’anno...
Musica

Come soffiare nel flauto traverso

Il flauto traverso, è uno dei strumenti a fiato più conosciuti in assoluto. Per imparare a soffiare al suo interno, occorre però, molto impegno e studio (come del resto tutti gli strumenti musicali) e anche tanta pazienza, anche se apparentemente possa...
Musica

Come suonare il flauto dolce

Il flauto dolce, nella musica odierna e contemporanea, risulta abbastanza limitato. Tale strumento vide la luce fra il '300 e il '400, e il picco di utilizzo nella musica classica avvenne nel XVII secolo. In epoca moderna il flauto non viene più utilizzato...
Musica

Come Suonare Il Flauto Traverso

Prima di tutto viene spiegato il funzionamento dello strumento e successivamente riportate indicazioni pratiche su come impugnare lo strumento e "spifferare" qualche nota. All'inizio, essendo un principiante, potrai riscontrare qualche difficoltà ma...
Musica

Consigli per imparare a suonare lo shofar

Lo shofar è uno strumento che si utilizza durante le festività ebraiche ed è ricavato da un corno di montone. Solitamente quando non viene usato esso resta custodito nella sinagoga. A differenza della tromba, a cui somiglia vagamente, lo shofar produce...
Musica

Come costruire uno strumento musicale a fiato

L'argomento che tratteremo nei tre passi della nostra guida, sarà la musica. Il fai da te ci aiuterà, in quanto proveremo a spiegarvi i passaggi che servono per costruire uno strumento musicale a fiato. Per costruire uno strumento musicale a fiato,...
Musica

Consigli per suonare lo shofar

Se vi piace la musica e adorate gli strumenti musicali, ma non sapete cosa imparare a suonare, questa è sicuramente la guida che fa al caso vostro: infatti, in questa semplice e breve (ma allo stesso tempo utile ed interessante) guida vedremo insieme,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.