Come suonare la tarantella napoletana

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Sapere suonare delle musiche di origini molto antiche che accompagnano balli tradizionali è il sogno di numerosi musicisti, ma non sempre è un impresa semplice da adempiere in quanto l'utilizzo degli strumenti tipici non è di facile apprendimento. Le origini della tarantella napoletana, sono da ricercare nel tarantismo pugliese. Gli strumenti utilizzati per la tarantella napoletana, sono per lo più identici a quelli usati per il tarantismo. Si tratta di strumenti a fiato, a percussione e a corda. In essa, tuttavia, si ha la propensione ad attribuire un ruolo più centrale agli strumenti a percussione dei quali il tamburello e altri tipi di strumenti proprio di origine partenopea, rappresentano quelli più importanti. In questa guida, ci occuperemo di descrivere nel dettaglio come suonare la tarantella napoletana.

25

Per poter raggiungere lo scopo prefissato, bisogna essere in possesso di diversi strumenti a percussione. In modo particolare, il tamburello rappresenta lo strumento base ed identifica in modo simbolico, i genitali femminili. È proprio questa la ragione per la quale a suonarlo sono principalmente le donne e i bambini. Un altro strumento a percussioni molto gettonato in questo genere di ballo è il “puti-pu”. Si tratta di una pentola di terracotta ricoperta di pelle che presenta un buco nella zona centrale. Per suonare il puti-pu occorre posizionarlo al di sotto dell’ascella sinistra e lasciare scivolare su e giù una bacchetta utilizzando invece il braccio destro. La difficoltà nell'usare tale strumento sta principalmente nella posizione da dovere assumere che risulta sicuramente molto stancante.

35

Tra gli altri strumenti tipici della tarantella napoletana, possiamo citare: il triccheballacche, lo sciscariello e la scetavajasse. Il primo è uno strumento composto da tre martelletti disposti tra di loro in modo parallelo e uniti da due telai perpendicolari. Il secondo strumento menzionato, è costituito invece da due legnetti che vengono strofinati tra di loro per produrre il suono, mentre lo scetavajasse è un particolare flauto realizzato in legno di canna. Questi sono tra gli strumenti più comunemente utilizzati, ma per suonare la tarantella si utilizzano anche la fisarmonica e alcune nacchere particolari che prendono il nome di castagnette. Indipendentemente dal tipo di attrezzo che si decide di utilizzare al fine di comporre la musica è molto importante controllare i tempi in modo corretto in modo da ottenere il giusto ritmo.

Continua la lettura
45

Per suonare la tarantella napoletana, oltre all'uso degli strumenti precedentemente citati, è necessario accompagnare il suono con alcuni canti popolari definiti cantilene e anche la gestualità dei da satiri rivestono un ruolo importante. Per suonare la tarantella napoletana inoltre, occorre seguire il ritmo della cantilene, in modo un po’ sgangherato. I musicisti possono disporsi a cerchio o semicerchio con di fronte a loro gli esecutori canori che contemporaneamente si distorcono in danze folkloristiche dalle movenze confuse.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Imparate l'arte del suonare attraverso persone competenti

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Come ballare la tarantella calabrese

La tarantella calabrese è una particolare danza che ha origini antichissime. Essa risale a rituali anche abbastanza complessi del tarantismo, un fenomeno convulsivo che porta a movimenti molto particolari, tipici di questa danza. Questo fenomeno isterico...
Musica

La musica nella tradizione napoletana

La musica riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo e nella storia della civiltà. Ogni popolo ha una propria tradizione musicale con sonorità precise che la contraddistinguono rendendola unica ed inimitabile. E se questa affermazione è vera per...
Danza

Come ballare la tarantella pugliese

In tante regioni d'Italia ci sono dei tradizionali balli del luogo i quali hanno musiche, costumi e passi specifici, dando vita a quello che viene definito ballo folclorico regionale. In Puglia è possibile trovare la conosciutissima "pizzica", chiamata...
Musica

Come suonare la pizzica salentina

Chi dice Salento dice Pizzica. Si tratta di un ballo popolare tipico della regione Puglia, ma in particolar modo legata alla tradizione salentina anche se, negli anni, è diventata famosa in tutto il mondo. Viene ballata in molte regioni meridionali dal...
Danza

Danze popolari e tradizionali in Italia

Il ballo è una forma di espressione artistica sempre molto apprezzata dall'essere umano. Le sue origini sono antichissime ed ancora oggi, riscontrano un notevole intesse da parte di tutte le generazioni. In Italia esistono diversi gruppi folkloristici,...
Musica

Come suonare il Tamburo

Il tamburo può essere suonato per percussione o tramite battenti.. È uno strumento tipicamente rituale, utilizzato per accompagnare sia cerimonie solenni che per scandire il ritmo delle feste e delle danze. La cassa cilindrica del tamburo può essere...
Musica

Come suonare il tamburello salentino

Ecco qui una guida, attreverso il cui aiuto e stimolo, potremo conoscere meghlio uno strumento musicale, che appartiene con l'anima ed il cuore, alla storia ed alle tradizioni salentine, che sono forse una meraviglia, agli occhi di tutti. Cercheremo di...
Musica

Come scrivere una canzone napoletana

Quando si fa un discorso sulla canzone napoletana, il più delle volte ci si sofferma su un mero repertorio musicale di tipo folcloristico. La musica napoletana è invece un vero e proprio genere a sé. Le sue origini si possono ricondurre al XIII secolo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.