Come visitare gli scavi di Pompei

di Daniele Mastrogiovanni tramite: O2O difficoltà: facile

Pompei era ed è tutt'oggi una sorridente cittadina della Campania. Era una delle città cardini dell'impero romano per la sua posizione strategica sul golfo di Napoli. Era infatti un crocevia di schiavi e prigionieri, che raggiungevano l'impero romano a bordo di vascelli provenienti dall'Africa. Era un posto molto iconico in passato, a Pompei infatti si trova uno degli anfiteatri più importanti, nel quale venivano svolti i giochi, lotte tra gladiatori o con animali feroci. Questi attiravano ad ogni celebrazioni centinaia di persone da tutto l'impero romano. Pompei era quindi sfarzosa e ricca di bellezze. Testimonianze che per la maggior parte sono andate perdute a seguito dell'eruzione del Vesuvio, che sommerse la città nel 79 d. C. Questa catastrofe costò la vita al celebre scrittore latino Plinio il Vecchio, che nell'atto di voler descrivere accuratamente quanto accadeva, si avvicinò pericolosamente al monte. A seguito degli scavi, furono portati alla luce diverse monumenti oggi visitabili. Se volete fare un bel salto indietro nella storia, in questa guida vi mostreremo come visitare gli scavi di Pompei.

Assicurati di avere a portata di mano: Mappa degli scavi

1 Il regno dei Borboni e le prime testimonianze Per secoli, Pompei è stata nascosta ai popoli. Questo è dovuto al fatto che la lava ha ricoperto per alcuni metri l'intera città. Poi, fortuitamente, durante gli scavi per costruire una villa ci si imbatté in alcuni paramenti murari antichi e suppellettili varie. Questa scoperta fu grandiosa: ci troviamo agli inizi del 1700 e l'attenzione per l'antichità era veramente elevata. Gli scavi proseguirono sotto il Regno dei Borbone, che vietarono l'esportazione di materiali al di fuori del regno stesso. Un atteggiamento, questo, molto moderno, che ha anticipato di secoli il concetto di Tutela del Patrimonio. A quei tempi, gli scavi proseguivano ininterrotti e venivano di tanto in tanto mostrati al pubblico gli esiti, sia con illustrazioni che con mostre, e questo attirò a Napoli i maggiori letterati e uomini di cultura del tempo, fra cui Winkelmann e i più grandi architetti e studiosi del tempo.

2 Pompei e il Vesuvio Pompei era un villaggio presso Roma, così come Ercolano e Stabia, anch'esse sepolte dalla lava del Vesuvio. È molto interessante costatare che Pompei ci è arrivata in una condizione quasi di frenetica attività lavorativa e costruttiva. Questo è dovuto ad un particolare che ai più sfugge: nel 62 d. C. ci fu un terremoto che devastò la città. L'eruzione, avvenuta nel 79 d. C, in pratica "congelò" questa situazione di ricostruzione sotto diversi metri di lava.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Gli scavi di Pompei Col passare degli anni l'attenzione, dapprima dedicata più agli oggetti "mobili" come monili, suppellettili, dipinti ecc.  Si è trasferita a tutto l'impianto urbano e allo studio delle architetture dell'età classica.  Approfondimento I 5 musei più interessanti d'Italia (clicca qui) Ad oggi sono costanti interventi di manutenzione anche in questo periodo di crisi.  Gli scavi sono stati musealizzati sul posto (ed anche questo è un atteggiamento che ha anticipato di secoli quello che oggi si fa praticamente ogni volta che c'è un ritrovamento) e ad oggi tutta la struttura è riconosciuta come Patrimonio dell'Umanità ed è ancora uno dei siti archeologici più visitati in Italia e quindi anche nel mondo.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Gli scavi archeologici di Pompei

La pittura nell'arte romana L'arte della pittura ha da sempre affascinato l'uomo e ... continua » Come visitare il Museo Nazionale di Napoli Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, allestito in un magnifico palazzo ... continua » Architettura: i principali esponenti del 700 Il Settecento fu un secolo caratterizzato da una grande alternanza di ... continua » L'arte degli Assiri Gli Assiri erano una popolazione nomade proveniente dalla valle del Tigri ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Arte nella civiltà romana

L'arte nella civiltà romana si sviluppò intorno al IV secolo a. C. In seguito ad una significativa influenza dalla precedente ed evoluta civiltà etrusca ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.