Come visitare il Museo degli Orologi di Vienna

di Giovanna Napolitano tramite: O2O difficoltà: media

Vienna è una città dalla storia prestigiosa, che traspare dalla particolare atmosfera ricca di fascino dell'antica capitale del regno asburgico. Le numerose attrattive, l'architettura che testimonia secoli di storia, le innumerevoli attività culturali e le tante occasioni di svago la rendono una meta ideale per le vacanze durante tutto l'anno e per tutte le fasce d'età. Un fiore all'occhiello di questa metropoli dal sapore antico è il museo degli orologi. Questo eccezionale museo ospita una collezione di circa 3000 orologi perfettamente funzionanti, risalenti al medioevo e alle epoche moderne. Vediamo insieme come e quando visitare il museo degli orologi di Vienna.

1 Struttura e organizzazione Il museo si trova in un palazzo storico, risalente, per quanto riguarda la struttura portante, al dodicesimo secolo. È detto "palazzo ad arpa" per la sua singolare struttura. È inoltre organizzato su tre piani, sui quali sono esposti orologi di diverse epoche e con diverse funzionalità. I preziosi orologi contenuti nel museo sono sincronizzati tutti allo stesso fuso orario, e allo scoccare dell'ora suonano all'unisono, ognuno con il proprio suono caratteristico. Trovarsi nelle sale del museo allo scoccare dell'ora esatta è davvero un'esperienza unica, che difficilmente verrà dimenticata.

2 Pezzi unici Il pezzo forte della collezione è un orologio astronomico del XVIII secolo. Non si tratta di un normale orologio: esso, infatti, mostra le fasi lunari e solari e presenta un calendario fino all'anno 9999.
Un altro orologio astronomico ospitato è quello realizzato da Franz Zajicek. Quest'uomo, padre di 24 figli, trovò il tempo di realizzare un orologio in grado di mostrare, oltre naturalmente all'ora, anche le date precise di tutte le festività Pasquali!
Molti degli orologi presenti nel museo sono una finestra sul passato, poiché ci mostrano la moda degli anni cui appartengono: gli orlogi degli anni '20 del 1900, ad esempio, sono un'ottima rappresentazione artistica risalente alla "Belle Epoque".
Citarli tutti è impossibile data la grande varietà che compone la collezione: vi basti però sapere che oltre ai modelli sopracitati il museo presenta anche una vasta esposizione di carillon!

Continua la lettura

3 Come e quando visitare il museo L'ingresso a questo singolare museo è accessibile a tutti dato il costo molto contenuto del biglietto: l'intero costa 4 euro, il ridotto 2, mentre i ragazzi sotto i diciannove anni entrano gratis. 
È inoltre possibile prenotare visite guidate per gruppi: 45 euro per 20 adulti, 15 per 20 ragazzi.  Approfondimento Come visitare il Museo Dalì a Barcellona (clicca qui)
La prima domenica del mese, inoltre, l'ingresso è gratuito per molte categorie: studenti, pensionati, militari, invalidi. 
Ora avete tutte le informazioni necessarie per visitare al meglio questo splendido museo viennese, che non mancherà di stupire anche gli appassionati ed esperti in materia grazie alla sua grande varietà di modelli in esposizione.

Come visitare il Museo di Hundertwasser di Vienna Hundertwasser rappresenta uno dei musei più importanti di Vienna. Precisamente è ... continua » Guida alle mostre permanenti di Milano Milano è una città ricca di proposte per quanti amano l ... continua » Come visitare la Galleria austriaca Belvedere di Vienna L'Austria è una nazione piena di bellezze naturali e artistiche ... continua » I 10 migliori musei di Torino Torino ex capitale d’Italia è una città ricca di storia ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Guida al Museo Del Louvre

"Come artista, un uomo non ha altra patria in Europa che Parigi", questa citazione di F. Nietzsche la dice lunga sulla bellezza della capitale francese ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.