Consigli per fotografare la natura

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La natura ci offre ogni giorno uno spettacolo davvero sensazionale, difficile da descrivere a parole. Per questo motivo, cerchiamo di raccontare ciò che suscita in noi la vista di un ambiente naturale con le fotografie.
Che si tratti di un paesaggio innevato, oppure di un tramonto sul mare, o ancora di una giornata di sole nel bosco, cerchiamo sempre di restare fedeli il più possibile allo scenario che ci troviamo di fronte.
Per coloro che sono alle prime armi con l'ars fotografica, sarò ben felice di fornire alcuni utilissimi consigli per fotografare la natura nel modo migliore. Dovrete seguire qualche piccola regola ma al contempo metterci del vostro per distinguervi e rendere le vostre foto dei veri capolavori, unici nel loro genere.

26

Utilizzare la modalità "Macro"

Anzitutto, per riuscire a fotografare la natura, bisogna sfruttare al massimo le potenzialità della macchina fotografica. Sarebbe meglio avere una reflex, ma se siete in possesso di una fotocamera compatta, ci si può comunque arrangiare.
Su tutte le macchine fotografiche, tra le varie impostazioni, si trova la modalità "Macro". Si tratta di una funzione che ci permette di fotografare meglio i soggetti molto vicini.
Se amate i fiori e intendete fare alcuni scatti risaltando questo tipo di soggetto, allora dovete assolutamente utilizzare la modalità "Macro". In questo modo riuscirete ad inquadrare e mettere perfettamente a fuoco il soggetto.
Grazie a questa funzione, la vostra istantanea metterà in evidenza ogni minimo dettaglio del soggetto che avete immortalato.

36

Scegliere il paesaggio

Se vogliamo spingerci verso fotografie un po' meno particolareggiate, allora è necessario scegliere il paesaggio da fotografare. Esistono vari tipi di scenario e ciascuno di noi li vede a modo suo. Quando scegliete il paesaggio da fotografare, dovete tenere conto di tante cose. Ad esempio, se volete immortalare il mare, scegliete con cura il punto in cui collocarvi per scattare. Trattandosi di uno spazio particolarmente ampio, lavorate sulla prospettiva, magari scattando varie foto da differenti angolazioni.
Nel caso di paesaggi meno vasti, come un laghetto circondato dagli alberi, potete posizionarvi al centro e inquadrare lo scenario frontalmente.
Esercitatevi a fare molte foto, finché non otterrete uno scatto che vi soddisfi in toto.

Continua la lettura
46

Utilizzare il flash con moderazione

Il flash, soprattutto in notturna, può rivelarsi un'arma a doppio taglio nel caso di fotografie sulla natura.
Questo potente accessorio delle nostre macchine è molto utile quando ci troviamo al buio ma allo stesso tempo va ad illuminare eccessivamente i soggetti. Per questo motivo bisognerebbe usarlo con morigerazione, impostando per bene anche altri parametri, come l'ISO e l'apertura del diaframma.
Molto spesso infatti, fotografare la natura senza flash può essere un'ottima soluzione e i due parametri che vi ho appena enunciato ci aiutano davvero tanto, credetemi.
Il flash ci serve per dare luce laddove c'è oscurità, ma vi consiglio di utilizzarlo soltanto in casi estremi. Così facendo, eviterete di scattare foto difficili da sistemare in fase di postproduzione.

56

Evitare le foto mosse con i treppiedi

Nel caso di fotografie che ritraggono vari scorci di natura, restare con la macchina fotografica in mano senza avere un appoggio può rivelarsi deleterio. Se state fotografando un paesaggio di uccelli in volo, oppure avete bisogno di immortalare un cielo stellato, avrete bisogno di tempi di scatto molto più lunghi del solito.
In caso contrario, rischiate di scattare foto mosse che non renderebbero giustizia allo spettacolo che state osservando. Per tempistiche lunghe, vi suggerisco di appoggiare la macchina fotografica su di un treppiedi, o cavalletto. Grazie ad esso, la macchina resterà perfettamente immobile perché avrà acqusito una maggiore stabilità.
Una reflex perfettamente immobile riuscirà senz'altro a scattare foto statiche in cui riuscirete a vedere nel dettaglio anche gli elementi più piccoli.

66

Seguire la regola dei terzi

La regola dei terzi è una nozione che noi fotografi abbiamo preso in prestito dalla pittura. Si tratta sostanzialmente di una regola secondo la quale, in una foto armoniosa, il soggetto non si trova mai al centro dell'inquadratura.
La posizione del soggetto si deve stabilire tenendo conto di una griglia composta da 4 linee. Se una foto è ben riuscita, ciò che stiamo fotografando si trova nei punti di intersezione di queste linee.
La regola dei terzi si applica a qualunque tipo di fotografia, inclusa quella inerente alla natura. Se terrete a mente questo elemento, riuscirete ad immortalare in modo pressoché perfetto qualunque tipo di soggetto naturale.
Ovviamente dovrete fare molta pratica. In questo, la vostra macchina fotografica vi è di grande aiuto, perché provvista della griglia che vi permette di osservare la regola dei terzi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come fotografare la luna al telescopio

La Luna rappresenta un satellite naturale del pianeta Terra. Nell'antichità erano presenti delle culture che credevano che la Luna morisse, scendendo lentamente nelle tenebre, ogni notte. Invece, secondo altre credenze popolari, si pensava che questo...
Arti Visive

5 consigli per fotografare le stelle

La fotografia costituisce un'arte che documenta la realtà in qualsiasi ora del giorno e della notte: sicuramente, gli scatti in diurna risultano maggiormente semplici da effettuare, grazie alla presenza della luce del Sole.Con riferimento alla fotografia...
Arti Visive

Come fotografare la luna con una Reflex

La luna è certamente tra i soggetti maggiormente fotografati, infatti sono molti i fotografi interessati ad immortalarla, soprattutto durante fenomeni astronomici particolari come ad esempio l'eclissi o la "super luna". Purtroppo, però, dobbiamo usare...
Arti Visive

Come fotografare un soggetto in una goccia d'acqua

La fotografia è lo strumento perfetto per esprimere al meglio la propria creatività e la propria visione del mondo. Fotografare significa sbizzarrirsi e proporre agli altri ciò che ci circonda in una prospettiva diversa per mostrare che la bellezza...
Arti Visive

Fotografia subacquea: errori comuni da evitare

Quando arriva la bella stagione è normale scegliere di passare un po' di tempo in qualche località di mare per le vacanze, o comunque avventurarsi, durante i periodi di ferie e di tranquillità, al mare. Molti prediligono le immersioni subacquee perché...
Arti Visive

Consigli per fotografare un'eclissi solare

La natura riesce a regalare delle emozioni uniche in alcune zone del pianeta, e in determinate giornate dell'anno; infatti, come esiste il fenomeno dell'aurora boreale ben visibile nei paesi del nord Europa, è frequente anche la cosiddetta eclissi solare,...
Arti Visive

Come fotografare gli animali in natura

Gli animali sono sicuramente un qualcosa di veramente meraviglioso. Innumerevoli sono infatti le specie di animali spesso presenti negli zoo più grandi che possono essere ammirati e anche fotografati, tuttavia fotografare un animale in natura al suo...
Arti Visive

Come fotografare un'auto da corsa

Fotografare oggetti o persone in movimento non è un'attività così semplice, e se non si seguono delle regole ben precise si rischia di ritrovarsi in mano con un mucchio di fotografie sfuocate. Lo sanno bene gli appassionati di ciclismo, corse automobilistiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.