Danza classica: il metodo Balanchine

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quante volte vi è capitato di ammirare estasiati uno spettacolo di balletto classico? La danza è una delle arti corporali più antiche e primitive, che affascina e appassiona da secoli e secoli gente di ogni angolo del pianeta. Per chi non è del mestiere, un balletto può essere molto simile ad un altro. Piroettes, prese acrobatiche, pliè: ma non si può fare certo di tutta un'erba un fascio. La danza classica si chiama anche danza accademica proprio perché si avvale di precise tecniche e movimenti codificati in Francia addirittura alla fine del 1600. Esistono diversi generi e tecniche di danza. In questa guida ne approfondiremo uno in particolare. Vi forniremo infatti qualche utile informazione sul metodo Balanchine. Buona lettura.

27

Occorrente

  • Scarpe ed abbigliamento per la danza classica
  • Insegnante qualificato
  • Talento e passione
37

La danza di Balanchine ha un'enorme carica espressiva, in cui la dinamica dei corpi la fa da padrone. Tutto il corpo del danzatore è valorizzato, ogni singola parte. Lo spettacolo finale deve avere como unico scopo la musicalità più assoluta. Per far questo il Metodo Balanchine utilizza anche conteggi anomali e l'apertura della gamba è sempre in levare e non in battere, come nella maggior parte degli stili di danza. Secondo Balanchine "la danza deve sempre bastare a se stessa" ed è proprio essa che racconta: non servono sovrastrutture narrative, storie, copioni da seguire. I movimenti dei danzatori raccontano ed esprimono tutto ciò che c'è da raccontare ed esprimere.

47

Il Metodo Balanchine si insegnò per la prima volta presso la School of American Ballet di New York, dove si insegna ancora oggi. Negli Stati Uniti moltissime scuole di danza si avvalgono del Metodo Balanchine e anche in Europa la diffusione di questo Metodo ha avuto un notevole seguito. Le principali caratteristiche del Metodo Balanchine sono tutte incentrate sull'importanza e la predominanza assoluta della musicalità e del passo nello spettacolo di danza. Proviamo a spiegare meglio. Secondo Balanchine il passo del danzatore deve assolutamente prevalere sia sullo spettatore che sul disegno statico delle pose di danza.

Continua la lettura
57

Infine il Metodo Balanchine della danza classica si definisce spesso anche Metodo Americano, perché dall'America proveniva il suo coreografo fondatore, George Balanchine. Questa tecnica, per la purezza delle sue linee e la musicalità delle sue dinamiche, si rivolge prevalentemente ad allievi di livello già avanzato e non certo a principianti. È una tecnica di danza neoclassica che si è diffusa capillarmente in tutto il mondo, anche dopo la morte di Balanchine avvenuta agli inizi degli anni Ottanta.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se le vostre bimbe (ma anche i vstri bimbi) mostrano una passione per la danza fin da piccoli, aiutateli a coltivarla: sarà una bellissima esperienza di vita!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Danza classica: il metodo Legat

Il metodo Legat ha incominciato ad essere insegnato all' interno delle scuole di danza classica, vide il suo esordio nell'anno 1923, quando i due coniugi russi Nikolaj Legat e Nadine Nicolaeva si trasferirono a Londra e inaugurarono la loro prima scuola...
Danza

Come eseguire il Pivot Step nella danza contemporanea

La danza contemporanea si può considerare come il seguito della danza moderna che si è formata verso la fine degli anni '40, e si sviluppa utilizzando dei nuovi movimenti del corpo quasi come se fossero un altro modo per esprimersi. Questo tipo di...
Danza

Breve storia della danza classica

Tutti gli amanti della danza, oltre a praticarla, dovrebbero conoscerne la storia. Cercando su qualsiasi motore di ricerca, potremo in pochissimi secondi trovare moltissime informazioni che riguardano tutte le varie tipologie di danza esistenti, e sulla...
Danza

Le migliori Accademie di danza in italia

Per diventare un danzatore o una danzatrice professionista, è necessario frequentare un'Accademia, ovvero un'istituzione di alta formazione artistica e musicale che si occupa dello studio delle discipline coreutiche. Le accademie di danza del nostro...
Danza

Come avvicinarsi alla danza classica

Chi decide di studiare la danza classica deve sapere che si tratta di un percorso lungo e difficile. Innanzitutto occorre chiarire che non tutti sono portati per danzare. La danza classica presuppone in particolare numerosi requisiti fisici e diverse...
Danza

Le cinque posizioni più importanti della danza classica

Il balletto classico è un tradizionale stile di danza che sottolinea la tecnica accademica sviluppata nel corso dei secoli dall'esistenza del balletto. Il balletto moderno invece, è un tipo di danza del XX secolo, che presenta un aspetto crescente di...
Danza

Come essere bravi a danza

La danza è una pratica antichissima che però tutt'oggi attira e coinvolge tantissime persone di qualsiasi età. Proprio per questo motivo esistono numerose scuole che insegnano diversi tipi di danza: classico, moderna, contemporanea, etc.; nonostante...
Danza

10 motivi per cui é importante studiare la danza classica

La danza classica è un hobby dai molti pregi, che talvolta può diventare una professione. Le sue origini sono antiche: ufficialmente nasce nel 1661, in Francia. In tale data, il re Luigi XIV istituisce l'Acadèmie Royale de danse. Al suo interno si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.