Differenze tra teatro greco e romano

di Rossella Valente tramite: O2O difficoltà: media

L'origine del teatro occidentale, come lo conosciamo è senza alcun dubbio riferibile alle forme drammatiche sorte nell'antica Grecia, così come sono di derivazione greca le parole teatro, scena, tragedia, dramma, coro e dialogo. Gli Ateniesi svilupparono la consuetudine di organizzare regolarmente grandi festival, in cui i maggiori autori teatrali dell'epoca gareggiavano per conquistare il favore del pubblico. L'origine del teatro attuale deriva pertanto dal teatro classico, che comprende le rappresentazioni teatrali svolte e sviluppate nell'Antica Grecia e successivamente a Roma. In pochi e semplici passaggi spiegheremo nella maniera più chiara e comprensibile in cosa consistono le differenze tra teatro greco e romano.

1 Tra le differenze principali troviamo come il teatro greco, rispetto a quello romano (nato più per scopo di divertimento), nasce sotto un profilo religioso, difatti la partecipazione era obbligatoria, e le persone private della giornata lavorativa venivano poi retribuite.
Importante diversità interessa la posizione: il teatro greco sorgeva su pendii, in aree sacre vicino ai templi, fuori dalle città; il teatro romano veniva costruito nel centro della città, ed era un vero e proprio edificio; questo era possibile grazie alla conoscenza, dell'arco e della volta.

2 Per tutto il periodo che va dal 240 a. C. All'anno 0, a Roma non vi erano teatri strabili, cosa già esistente in Grecia da secoli; dovremo aspettare infatti il teatro di Marcello, costruito sotto l'ordine dell'imperatore Augusto. Per quanto riguarda la struttura all'interno dei teatri riservate agli spettatori si possono natare notevoli disuguaglianze. Per i teatri greci le gradinate venivano costruite in legno ed appoggiate ad un pendio naturale o scavate nella roccia. I romani a differenza, avevano le proprie fondamenta, così da avere la cavea in muratura, aperture e gallerie.

Continua la lettura

3 A Roma durante le attività scenografiche si usavano macchine, costumi e maschere, quest'ultime permettevano allo spettatore di riconoscere la posizione sociale per personaggio rappresentato.
Gli attori, indossavano grandi maschere che potevano essere di tela o di legno.  Nessuno sa però la data della prima apparizione di queste maschere, ma prima di esse si faceva uso di forte trucco che produceva effetti simili.  Approfondimento Costumi e maschere teatrali (clicca qui) Inoltre gli attori che erano sempre gli schiavi portavano parrucche fatte di pelo molto importanti, dai colori vivaci.  Per i greci tutto appare molto prima, e le maschere fungevano da altoparlante, grazie all'apertura sulla bocca fatta di metallo.

4 In generale gli spettacoli venivano recitati da compagnie fisse, in cui le donne si limitavano a parti mimiche. La condizione di attore era misera, una professione infamante, gli attori non godevano di alcun diritto e venivano esclusi dagli uffici pubblici. Solo in successione nel I secolo la loro figura divenne più popolare.

Appunti sul teatro elisabettiano L'étà elisabettiana indica il periodo che va dalla seconda metà ... continua » La mitologia greca nella cultura occidentale "Graecia capta ferum victorem coepit": queste parole furono scritte dal poeta ... continua » Le migliori Accademie di Teatro in Italia Per diventare un buon attore, non è sufficiente fare solo televisione ... continua » Alberto Sordi: vita e filmografia Alberto Sordi è stato uno dei più apprezzati e popolari attori ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come si impara a recitare

Lo scricchilio delle assi di legno sotto i piedi, il rosso fuoco di un vecchio, pesante sipario, l'atmosfera di cultura e di passaggio che ... continua »

I migliori teatri di Roma

I migliori teatri di Roma non solo rappresentano un fiore all'occhiello per la capitale, ma significano anche una presa di posizione netta nei confronti ... continua »

Raffaele Paganini: biografia

Uno dei grandi protagonisti del mondo della danza italiana e non solo. Ballerino, insegnante, attore ma anche protagonista di programmi televisivi come Academy e l ... continua »

Stili e generi teatrali

Nella vita, chi ha la fortuna di dedicarsi al canto, alla danza, alla pittura o alla scrittura, di solito decide una forma d'espressione che ... continua »

Come diventare attore di teatro

Recitando possiamo dare sfogo a tutte quelle che sono le nostre fantasie e le nostre abilità. Questa guida vuole offrirvi delle utili indicazioni per conoscere ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.