Duccio di Buoninsegna: biografia e dipinti

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Duccio di Buoninsegna o da Boninsegna è nato a Siena intorno al 1260 ed è morto nella stessa città prima del 1319. Duccio è stato il primo pittore a creare un vero e proprio linguaggio senese, facendogli raggiungere il livello artistico più alto. La sua cultura si è formata sugli esempi bizantini, fondamentali nella città di Siena, intesi però attraverso un indirizzo neo ellenistico ottenuto con un uso dei colori e della linea che lo fanno accostare al gotico francese. Duccio di Buoninsegna: biografia e dipinti.

27

Dopo le prime esperienze a Siena, nel 1285 Duccio riceve l'incarico di dipingere una tavola raffigurante la Madonna nella chiesa di Santa Maria Novella di Firenze, nota come Madonna Rucellai, un tempo attribuita a Cimabue. Lo stile è molto diverso ed è un classico esempio di scuola senese piuttosto che fiorentina. Il significato di questa tavola si può accostare al colore bidimensionale senese, con il manto della Madonna percorso da una linea dorata mossa da curve e completamente priva di geometrie rigorose. Ogni colore si esalta nel rapporto con l'altro dal quale dipende e non è secondario rispetto a quelli dominanti. L'interdipendenza tra i colori si nota dalla grande varietà cromatica delle vesti degli angeli, le stelle del manto della Madonna e la decorazione della cornice, che collega 30 busti di santi dipinti con estrema minuzia.

37

L'opera più importante di Duccio di Buoninsegna, sia a livello qualitativo che narrativo, è la Maestà del duomo di Siena. La parte anteriore rappresenta la Madonna con bambino in trono fra angeli e santi e nella predella storie di Maria e di Cristo. In questa tavola si vede ancora l'origine bizantina, ma c'è una spazialità e un senso della scena tipicamente senese con una cura particolare verso i colori e il gusto narrativo. L'opera venne terminata il 9 giugno 1311 e trasportata dalla bottega del pittore al Duomo con una processione.

Continua la lettura
47

L'opera 'Cristo accusato dai farisei e Cristo interrogato da Pilato' è un dipinto autografato da Duccio di Buoninsegna che appartiene alla Maestà del duomo. Il palazzo di Pilato spicca per le sue colonnine storte e il tetto con le travi in prospettiva. Contro ogni logica, una delle colonnine passa dietro Gesù e il gruppo dei soldati. Non si tratta di un errore, ma è volontà del pittore collocare Cristo in primo piano solitario in mezzo alla folla e superiore agli ebrei che urlano contro Pilato. Nella scena con le Marie al sepolcro, la natura è rappresentata con delle rocce che, se da una parte evocano la solitudine, dall'altra servono da piano di appoggio per le figure basse e orizzontali alle spalle delle donne.

57

Attraverso l'annullamento degli equilibri corporei Duccio di Buoninsegna vuole rendere lo spettatore partecipe del miracolo della vittoria sulla morte; Cristo è risorto ed appare come luce divina indicando il sepolcro vuoto alle pie donne. Si tratta di una tavola fondamentale per tutta la corrente artistica senese, nella quale l'artista crea un linguaggio in cui non vuole ignorare le volumetrie, ma far prevalere i colori e le linee. Duccio di Buoninsegna è considerato il capostipite della generazione di pittori senesi e si sa poco di lui, anche le date di nascita e di morte sono incerte, sebbene sia quasi sicuro che abbia trascorso la maggior parte della vita a Siena. È considerato il primo interprete italiano del nascente gusto gotico ed alla sua scuola si formeranno molti pittori importantissimi come Simone Martini.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

La pittura nell' arte gotica

Nel periodo in cui iniziò ad affermarsi nell'arte gotica, la borghesia cittadina si oppose alla nobiltà feudale e riuscì così ad avere una funzione sociale e civile molto determinante. Come avvenne per la scultura, anche la pittura ebbe soggetti religiosi....
Arti Visive

L'arte nel medioevo

Ogni epoca storica ha visto evoluzioni e cambiamenti in diversi ambiti, incluso quello artistico. Ad esempio, il Medioevo rappresenta una delle più importanti epoche che hanno cambiato il volto dell'Europa, insieme all'età antica, moderna e contemporanea....
Mostre e Musei

Le caratteristiche dell'arte gotica

All'interno della presente guida, la tematica che andremo a sviluppare riguarderà la materia dell'arte. Essendo più precisi, ci occuperemo di arte gotica. Infatti, come avrete potuto leggere attraverso il titolo che accompagna questa guida, ora andremo...
Mostre e Musei

I quattro musei più belli al mondo

Approfittando delle vacanze, finita la scuola, è piacevole trascorrere una mezza giornata ammirando l'arte in senso lato. Quasi tutte le città, grandi o piccole che siano, conosciute o meno note hanno una pinacoteca o una mostra che il più delle volte...
Arti Visive

Andrea di Bartolo: biografia e dipinti

Andrea Di Bartolo nato verso circa il periodo del 1360/70 e deceduto a Siena nel 1428, era figlio del pittore Bartolo di Fredi e di Bartolommea di Cecco. Egli era un pittore della scuola senese. Fra i dipinti maggiormente importanti dell'artista senese...
Mostre e Musei

I 5 capolavori da non perdere presenti agli Uffizi

In tutto il mondo, uno dei musei più famosi è la Galleria degli Uffizi a Firenze. Al suo interno è possibile ammirare un eccezionale patrimonio artistico, specialmente di capolavori rinascimentali. Molte delle pregiatissime opere in esso contenute...
Mostre e Musei

Guida alla Galleria Nazionale dell'Umbria

La Galleria Nazionale dell'Umbria è uno dei più importanti musei dell'Italia centrale: fu fondata nel 1863 e oggi è situata al terzo piano del Palazzo Comunale o dei Priori di Perugia, edificio gotico tra i più superbi e possenti palazzi pubblici...
Arti Visive

Maestro del San Francesco Bardi: biografia e dipinti

Il Maestro del San Francesco Bardi si identifica nella persona Coppo di Marcovaldo, ovvero un pittore nato a Firenze nell'anno 1225 e deceduto a Siena nel 1276, che venne ritenuto come il più autorevole artista presente nel meraviglio Capoluogo della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.