Foscolo: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ugo Foscolo a differenza dei suoi predecessori abbandona da un certo punto di vista la corrente illuminista per affacciarsi al mondo neoclassico tipico dell'inizio del 1800.
Uno dei più grandi poeti e scrittori italiani di quell'epoca, Foscolo caratterizza la sua vita e la sua intera opera dalla contraddizione: da un lato la sua vita risulta un altalena di stati d'animo diversi e contrapposti; dall'altro la sua opera contiene idee che vanno dalla positività passionale verso la patria e l'amore fino all'idea della morte e del suicidio.

26

La vita

Ugo Foscolo nacque il 6 Febbraio del 1778 a Zacinto, l'attuale Zante, che all'epoca foscoliana apparteneva alla repubblica di Venezia; attualmente Zante è un territorio della Grecia. Foscolo ebbe modo di vivere tra Venezia e Zante e si appassionò al mondo classico e all'antichità sia grazie al fatto che la madre avesse origine greche sia perché Zacinto pullulava di tutto ciò che potesse ricordare la grecità. Già da piccolo Foscolo tradusse diverse opere dal latino e dal greco e, trasferendosi a Venezia ebbe modo di far parte del salotto di Isabella Teotochi; questo salotto fu di fondamentale importanza in quanto gli permise di conoscere intellettuali in vista di quel periodo come Ippolito Pindemonte. Quando Napoleone nel 1796 scese nella repubblica veneta Foscolo si entusiasmo pensando alla figura del Bonaparte e al suo impegno politico; per le sue posizioni favorevoli nei confronti della Francia rivoluzionaria dovette lasciare Venezia. L'iniziale entusiasmo nei confronti di Napoleone andò a scemare quando Venezia fu ceduta all'Austria con il Trattato di Campoformio. Nel corso della sua vita Foscolo comunque si spostò in tante città arrivando fino in Francia e in Inghilterra dove continuò la sua opera di scrittore. Morirà il 10 Settembre 1827 a Londra per via dell'aggravarsi delle sue condizioni di salute.

36

L'epistolario

L'epistolario di Foscolo contiene tantissimi spunti per la letteratura italiana moderna e contemporanea: è composto sia di lettere d'amore sia di lettere dedicate alla famiglia e agli amici.
In ogni lettera risulta evidente la voglia per nulla celata del Foscolo di rappresentare il proprio Io tramite un alter ego, quindi creando un apposito personaggio per parlare di sé; in questo si differenzia da altri epistolari famosi come quelli di un Alfieri o di un Parini.

Continua la lettura
46

Le ultime lettere di Jacopo Ortis

Si tratta di un romanzo epistolare che fu scritto da Foscolo per circa vent'anni.
La vicenda tratta del Trattato di Campoformio e degli ideali patriottici di Jacopo Ortis, inizialmente entusiasta della discesa di Napoleone e poi deluso dal trattato. Ortis nel romanzo si innamora di Teresa ma decide di lasciare i Colli Euganei poiché il padre di Teresa intende darla in moglie a un uomo più ricco. Quando ritornerà, Ortis apprenderà delle nozze di Teresa e per questo motivo deciderà di pugnalarsi al cuore. Questo romanzo è inevitabilmente ispirato a "I dolori del giovane Werther" che il Foscolo aveva letto e di cui riprende la forma epistolare del romanzo di Goethe e anche il tema dell'impossibilità dell'amore.

56

I sonetti e le odi

Foscolo ha lasciato ai posteri circa dodici sonetti e due odi tra i più importanti ricordiamo Alla sera, A Zacinto e In morte del fratello Giovanni. Per quanto riguarda il primo Foscolo collega due tematiche da lui amate cioè il suo desiderio di tranquillità interiore da un lato e la voglia di combattere con i suoi spiriti dall'altro. A Zacinto riguarda la sua biografia e unisce a tematiche ricorrenti nei miti greci, arrivando fino a paragonare la propria fine a quella di Odisseo. Infine In morte del fratello Giovanni è un sonetto dedicato al fratello deceduto con cui cerca di trovare un legame basato su il bisogno di essere confortato dopo la morte dai propri cari.

66

Dei Sepolcri

Dei Sepolcri è un carme formato da endecasillabi sciolti diviso in quattro parti e dedicato a Ippolito Pindemonte. La prima parte affronta il problema del decreto napoleonico di Saint-Cloud con cui si vietava la sepoltura in cimiteri urbani. La seconda parte invece condanna il Medioevo e idealizza il mondo classico esaltando la capacità dell'Inghilterra di rappresentare i cimiteri come dei semplici giardini. La terza parte del carme riguarda una serie di riferimenti a intellettuali come Machiavelli, Galilei, Dante e Petrarca e alla loro sepoltura che comunica il loro grande esempio intellettuale. L'ultima parte infine è tratta da un esempio del mondo greco; Foscolo riprende il mito di Ajace e Achille: questo serve a riflettere sui meriti e la gloria dopo la morte per gli uomini.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Silvio Pellico: vita e opere

La letteratura ha dato origine durante i secoli a moltissimi autori che grazie alle loro opera sono riusciti a trasmettere all'umanità il proprio pensiero attraverso le parole. La letteratura italiana poi stata davvero molto importante per definire...
Letteratura

Charles Perrault: vita e opere

Magari per molti il nome di "Charles Perrault" non significa nulla, non ci si ricorda di averlo studiato a scuola tra i libri di testo insieme al Leopardi, al Manzoni, o ad Ugo Foscolo, tanto per citarne alcuni, ne di averlo letto tra i nomi dei filosofi...
Letteratura

Thomas Mann: vita e opere

Thomas Mann è stato uno scrittore e saggista di origine tedesca del '900. Per conoscere ed apprezzare le sue qualità e le sue capacità letterarie, è opportuno conoscere la sua vita e le sue opere. È stato apprezzato dalla critica al punto da attribuirgli...
Mostre e Musei

Guida alla Pinacoteca di Brera

Situata nell'omonima zona milanese in via Brera 28, risulta essere esattamente una rinomata ed antica galleria d'arte che accoglie opere d'arte antica e moderna. Inoltre, potrete anche prendere visione del monumento a Napoleone primo. Continuate, quindi,...
Letteratura

Emilio Salgari: le opere più importanti

Emilio Salgari è uno dei più famosi autori italiani di romanzi d'avventura. Nato a Verona nel 1863 da una famiglia di commercianti, studiò nautica a Venezia. Presto decise di abbandonare gli studi per dedicarsi anima e corpo al percorso da giornalista....
Letteratura

Gianni Rodari: poesie e racconti per bambini

La letteratura italiana si sa, ha una storia millenaria e vanta nomi del calibro di Dante, Boccaccio, Petrarca.. Manzoni, Svevo, Leopardi.. Una lista di nomi che tutti conoscono e di cui tutti hanno letto almeno qualcosa. Tutti nomi che hanno creato la...
Letteratura

Vita e opere di D'Annunzio

Gabriele D'annunzio è un poeta e letterato che caratterizzò il 900, sopratutto durante il ventennio fascista. Infatti lo stesso Benito Mussolini ne era affascinato dalle sue opere e dai suoi pensieri, definendolo uno degli esponenti principali delle...
Recitazione

I teatri più famosi d'Italia

I teatri sono dei particolarissimi edifici, all'interno dei quali vengono messe in scena delle rappresentazioni teatrali di prose ed altri tipi di spettacoli che riguardano varie forme artistiche come la danza, la musica, la poesia, ecc.Tuttavia anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.