Francis Bacon: biografia e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Francis Bacon è stato un personaggio irruente e dalla tenerezza dinamica, incapace di non trasmettere delle emozioni che si riversano nei ventricoli in maniera precisa e veloce, tanto da sembrare un'arma bellica. Francis Bacon, insieme alle sue opere artistiche, sono conosciute in tutto quanto il mondo. La sua biografia che racconta di una severa Irlanda nei tempi del proibizionismo, si è liberata da tutti i limiti imposti dalla società, attraverso una pittura inquietante e sinistra, ottenendo un risultato inedito nel suo genere. Non rimane altro che continuare a leggere i passi restanti di questa guida.

26

Bacon è stato un artista irlandese, benestante, portatore di una forma di asma invalidante

Francis Bacon è nato a Dublino il 28 ottobre 1909. Le sue origini erano benestanti, sia da parte della madre che del padre. Pertanto non presentato mai alcun particolare problema di natura economica e, in un momento storico delicato come i primi del '900, questo non è un aspetto da sottovalutare, dal momento che gli ha consentito di avere una certa tranquillità nell'adolescenza. Soffrendo di una grave forma di asma ereditata dal nonno, Bacon è stato costretto a non andare né a scuola né a lavoro per molto tempo. Inoltre, la passione per l'arte lo ha spinto a forti contrasti con il padre, che sfociarono in una lite più ampia, che raggiunse l'apice quando Anthony Edward Mortimer Bacon lo ha allontanato di casa, una volta scoperta la sua omosessualità.

36

A Londra ha svolto vari lavoro, oltre a frequentare la Scuola d'Arte di San Martin

Una volta libero, Bacon ha potuto sfruttare della libertà offerta da Londra, svolgendo diversi lavori tra i quali il commesso, lo stenografo ed il centralinista. Non ha mai mancato di curare la sua formazione culturale, tanto da auto imporsi delle letture importanti, per mano di autori come Nietzsche. In quel periodo hai iniziato a frequentare delle lezioni di disegno presso la Scuola d'Arte di San Martin e, nel frattempo, la sua morale era in balia di uomini facoltosi, a cui concedeva il suo corpo per mantenersi agli studi.

Continua la lettura
46

Inizialmente non ha riscontrato un enorme successo, dal punto di vista artistico

Tra lavori rocamboleschi, incontri ravvicinati con uomini di elevato rango e conoscenze derivanti dalla sua personalità irriverente e provocatoria, la svolta per Bacon è arrivata nel 1929, ossia nell'anno della sua prima esposizione. Tuttavia non ha ottenuto un successo particolarmente forte, e quando ha inviato delle opere alla Mostra Internazionale del Surrealismo e gli sono state respinte, ha smesso di dipingere. Qualche opera come "Crucifixion", ed in generale alcuni progetti di interior design dal discreto successo, gli hanno dato quella forza necessario per poter ricominciare la sua attività artistica. Questa, ovviamente, è stata una fortuna per lui.

56

La sua consacrazione è avvenuta nel 1945, e da quel momento ha riscuotato grande successo

La consacrazione artistica di Bacon è avvenuta, precisamente nel 1945, grazie all'opera "Three Studies for Figures at the Base of Crucifixion". Infatti, grazie a questa opera artistica, finalmente le gallerie hanno cominciato ad interessarsi alla sua forma d'arte. L'opera che l'ha reso famoso anche ai non addetti ai lavori, e che la critica ha particolarmente osannato, la si deve comunque trovare con lo "Studio del ritratto di Innocenzo X". In quest'ultima opera, in buona sostanza, tende ad ispirarsi a Velàzquez, dove si evince tutta quanta la forza di Bacon. Quindi possiamo trovare energia, rabbia, risentimento e dolcezza repressa. La pittura di Francis non è mai stata delicata, e probabilmente è proprio la sua irruenza a rappresentare un suo punto di forza.

66

Bacon è stato imprigionato per motivi di corruzione, ed uscito dal carcere ha ripreso la scrittura

Nel 1616 Bacon è diventato consigliere segreto, e nel 1618 è stato nominato Lord Cancelliere ed elevato alla nobiltà come Barone Verulam. Nel 1620 il suo Novum Organum è stato pubblicato. Invece il 26 gennaio 1621 è stato creato Viscount Saint Albans. Nel medesimo anno è stato accusato di aver accettato bustarelle, da parte del Parlamento. Per questa ragione, è stato imprigionato per volontà del Re, e bandito dal Parlamento e dal tribunale. Dopo il suo rilascio, si è ritirato nella sua residenza a Gorhambury. Tuttavia nel settembre del 1621 il Re lo ha perdonato, anche se gli è stato vietato il suo ritorno in Parlamento oppure al tribunale. Successivamente Bacon ha ripreso la sua scrittura, completando la sua Storia su Enrico VII, nonché sua traduzione latina del il progresso delle conoscenze (De Augmentis). Nel marzo del 1622 si è offerto di fare un riassunto delle leggi, senza ulteriori conseguenze, nonostante ripetute petizioni a James I e il successore di Giacomo, Carlo I. Sono diffuse alcuni voci che sostengono che l'intera opera di Shakespeare appartenesse, in realtà, a Francis Bacon, che per motivi di statuto non poteva pubblicare delle creazioni letterarie del genere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

I libri dell'estate: 10 titoli da portare sotto l'ombrellone

L' estate è ormai alle porte e sicuramente stiamo già pensando alle cose da portare e da mettere in valigia. Con noi non possono mancare i libri che ci accompagneranno sotto l'ombrellone con il loro profumo di copertina e ci doneranno relax grazie alle...
Letteratura

Storia: guida alla biografia di Indira Ghandi

Indira Ghandi, primo ministro dell'India, è stato il politico più efficace e potente del suo tempo in quel paese. Considerata un'eroina dai suoi sostenitori e, allo stesso tempo, odiata dai suoi nemici, Indira Ghandi, nel ventesimo secolo, ha aperto...
Arti Visive

I maggiori esponenti del cubismo

All'inizio del '900 diversi pittori francesi cominciarono a riprendere i loro soggetti da varie angolazioni simultaneamente, riportando sopra la tela anche i dettagli degli oggetti che loro già erano a conoscenza. Il risultato fu veramente sorprendente...
Letteratura

Scott Fitzgerald: Il grande Gatsby

"Il Grande Gatsby" è un romanzo scritto dallo scrittore americano Francis Scott Fitzgerald nel 1925, definito dalla critica una vera e propria pietra miliare della letteratura statunitense. Ambientato a New York e a Long Island, il romanzo rappresenta...
Arti Visive

La storia del cinema in 10 film

L'arte cinematografica è sicuramente di derivazione moderna ma contemporaneamente è uno dei più grandi fenomeni culturali dell'intera umanità.Si calcola che dalla sua nascita avvenuta nel XIX secolo ad oggi, siano stati prodotti con molta probabilità...
Arti Visive

Bonaventura Berlinghieri: dipinti e biografia

Bonaventura Berlinghieri è stato un pittore italiano. La sua biografia è quasi sconosciuta. Insieme al padre, è ricordato, per i suoi dipinti, come uno degli artisti di spicco della scuola pittorica lucchese del XIII secolo. Tra l' XI e il XIII secolo...
Letteratura

Vittorio Alfieri: biografia e opere

Elegante, inquieto, eccentrico e dall'animo incapace di restare in silenzio dicendo sempre la sua opinione, anche nei contesti meno opportuni: lo spirito ribelle di Vittorio Alfieri non si evince solo dalla sua biografia, ma soprattutto dalle sue opere....
Arti Visive

Modigliani: biografia e opere principali

La guida di oggi ci presenterà la figura di un pittore e scultore dallo stile davvero unico, sorto da un talento creativo innato ed inimitabile: il famoso Amedeo Clemente Modigliani. Egli nacque a Livorno il 12 luglio 1884, ultimo di quattro figli, con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.