Giuseppe De Nittis: biografia e opere

di Annamaria Parlato difficoltà: media

Giuseppe De Nittis: biografia e opere Nella guida si illustreranno la biografia e le opere di Giuseppe De Nittis. Egli fu un pittore italiano che nacque nel 1846 a Barletta e morì nel 1884 a Saint-Germain-en-Laye. Si formò a Napoli, studiando all'Accademia di Belle Arti; e poi espulso da questa nel 1863 per indisciplina, si unì a Marco De Gregorio, Federico Rossano e Antonino Leto nella cosiddetta "Scuola di Resina", che costituì a Napoli un primo tentativo di verismo integrale, rispetto all'eclettismo romantico di Domenico Morelli.

1 Giuseppe De Nittis: biografia e opere L' "Avanzarsi della tempesta" del 1864, "Casale nei dintorni di Napoli" destinato al Museo Nazionale di Capodimonte del 1866, e la nota "Traversata degli Appennini" dell'anno seguente, testimoniano in maniera eccellente la prima attività del pittore. Nel 1867 un viaggio a Firenze lo mise a stretto contatto con i pittori Macchiaioli, in particolar modo con Adriano Cecioni; sempre nello stesso anno si trasferì a Parigi e qui si stabilì fino alla morte con una interruzione di soli due anni, fra il 1870 e il 1872; la frequentazione dell'ambiente artistico della capitale francese, lo indusse a mutare stile.

2 Giuseppe De Nittis: biografia e opere Perse una certa ingenuità provinciale, che costituiva il sapore della sua arte, e divenne un abile, stupefacente cronista della vita parigina. Espose alla prima mostra degli Impressionisti allestita nello studio del fotografo Nadar (1874), ma non partecipò alla loro ricerca di estremo rigore formale. Apprezzato infatti come ritrattista mondano ed elegante, indulse quasi sempre ad un virtuosismo fine a se stesso, analogo a quello di altri pittori italiani a lui contemporanei, come per esempio il Boldini.

Continua la lettura

3 La sua casa parigina divenne sede di incontri tra intellettuali di spicco della società francese come: Zola, Dumas, Matilde Bonaparte, Goncourt, i pittori Manet e Degas.  Negli anni Settanta dell'Ottocento, a causa della guerra franco-tedesca, rientrò in Italia.  Approfondimento Biografia di Maria Callas (clicca qui) Qui dipinse una serie di paesaggi dedicati al Vesuvio.  Ripartì poi alla volta di Parigi, frequentando con regolarità le esposizioni del Salon.  Tra il 1874 ed il 1882, compì un viaggio a Londra.  Nel 1878, all'Esposizione Universale di Parigi, presentò dodici dipinti ed ebbe onorificenze dalla Legion d'Onore.  Tra le opere più significative dell'ultimo periodo si ricordano "Il salotto della principessa Matilde" del 1883 e "Colazione in giardino" sempre dello stesso anno.  De Nittis fu un abilissimo ritrattista, ma il suo talento eccelse soprattutto nella riproduzione dei paesaggi, spesso non completamente definiti, con particolari degradazioni di colori e quel monocromatismo di sottofondo, che hanno reso uniche le sue tele.. 

I 10 quadri più famosi della National Gallery di Londra Montano d'Arezzo: biografia e dipinti Caravaggio: opere e vita Guida alla Galleria d'Arte Ricci

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili