Guida a "I fiori del male" di Baudelaire

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

"I Fiori del male" o meglio "Les fleurs du mal" è uno dei capolavori di Charles Baudelaire. L'autore era nato a Parigi nel 1821. La sua adolescenza fu triste e malinconica tanto che l'unico suo conforto fu la poesia. I genitori, che erano contrari che frequentasse gli artisti della capitale, gli fecero fare un viaggio all'estero nella speranza di staccarlo da quegli ambienti. Al suo ritorno, decise di dedicarsi all'arte e alla letteratura e di fare una vita da bohemien. Mostrava apertamente il suo disprezzo per ogni forma di volgarità, mediocrità e per la classe borghese. Per allontanarsi da quella realtà si rifugiò nell'haschisch e nell'alcool. Conduceva una vita disordinata che ben presto gli creò numerose difficoltà. Fu quindi obbligato, per pagare tutti i suoi debitori, a svolgere il lavoro di critico e di traduttore trascurando la lirica. È stato uno degli esponenti del Decadentismo. Morì a Parigi nel 1867. Ti sottopongo una guida a "I Fiori del Male" di Baudelaire.

26

Caratteristiche

Charles, nel 1857, raccolse 126 componimenti lirici che aveva scritto a partire dal 1821 pubblicando questo libro. Aveva come titolo "Les lesbiennes" per cui venne subito censurata considerando gli argomenti trattati troppo osceni. Successivamente, nel 1861, diede alle stampe 129 poemi senza le sei liriche che avevano suscitato scandalo. Questo insieme di versi esprimevano la pena dell'autore, le sue consapevolezze ed i suoi fallimenti, senza dimenticare l'analisi delle tragedie a cui gli esseri viventi erano soggetti. Tutte le composizioni derivavano da una esperienza sensuale o sentimentale ed erano state raggruppate a seconda dei contenuti ispiratori e non in base alla data di scrittura. Ti faccio presente che il titolo ha un duplice valore simbolico, vale a dire che i "Fiori" rappresentano la natura malvagia poiché nascono dalla terra che è crudele e, pertanto, vengono definiti "Del male". Non devi dimenticare che Baudelaire considerava la bellezza come elemento estratto dal male. Con il termine "fiori", lo scrittore non suggerisce solo l'immagine della bellezza ma anche una nozione di ricerca e di cultura. Mentre, con il termine "il male", egli esprime il peccato ma anche la sofferenza. Le due parole sono però legate tra loro, infatti l'autore sottolinea l'ambiguità del fatto che i fiori possono nascere sulla sofferenza e, al contempo, possono essere i mezzi che conducono al peccato.

36

Titolo

Devi sapere che il titolo definitivo di questo capolavoro letterario sembra che sia stato suggerito da un suo amico giornalista, Hippolyte Babou, durante uno dei loro incontri presso il café Lembrin. L' opera apparve per la prima volta, il primo giugno 1855, in testa ai diciotto poemi pubblicati in una delle principali riviste francesi ovvero "La revue des deux mondes".

Continua la lettura
46

Pubblicazione

Ricorda che le date di pubblicazione dei "Fleurs du mal" sono numerose e che, nella maggior parte dei casi, l'opera è stata pubblicata nelle riviste letterarie del periodo. La prima edizione risale al 1855, la seconda apparve nel 1857 con 129 poemi, la terza nel 1861 e la quarta nel 1868.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

I poeti maledetti

Il Romanticismo, che si può intendere sia come periodo storico che come corrente artistico-letteraria, nasce nel diciannovesimo secolo e coinvolge diverse zone dell'Europa. In particolare, in Francia si evolve nel Decadentismo, movimento artistico-lettarario...
Letteratura

Theodor Hoffman: vita e opere

Theodor Hoffman: vita e opere: meglio conosciuto come Ernst Theodor Hofffmann, è stato esponete di spicco del Romanticismo tedesco. Theodor Hofffmann è stato anche compositore, pittore e critico musicale. I temi toccati da Hoffmann vanno dal genere...
Arti Visive

Simbolismo: storia, stile e maggiori esponenti

Nel corso degli anni si sono susseguiti moltissimi movimenti culturali che hanno caratterizzato le opere di opere di moltissimi artisti che vi hanno preso parte. Se siamo degli amanti della storia della cultura e ci piacerebbe riuscire a conoscere tutti...
Arti Visive

I maggiori esponenti del simbolismo

Il simbolismo è un movimento culturale che si diffuse nel diciannovesimo secolo a partire dalla Francia anche se con il tempo e con lo sforzo di svariati intellettuali ha raggiunto altri Stati. Principalmente il simbolismo colpì campi come la letteratura,...
Letteratura

Walter Benjamin: Aura e Choc

Una raccolta che anticipa i tempi è che è sicuramente molto interessante da leggere è quella di Walter Benjamin che con il suo libro Aura e Choc raccoglie tutti gli studi che indagano il mondo dei media e le teorie derivanti. L'idea principale è quella...
Arti Visive

Simbolismo in arte: correnti e caratteristiche

Il termine Simbolismo sta a indicare un movimento culturale originatosi in Francia alla fine del XIX secolo. Questa corrente artistica interessa soprattutto il campo della letteratura, i cui principali esponenti sono Rimbaud, Verlaine, Baudelaire, per...
Musica

Claude Debussy: vita e opere

Tramite questo tutorial, vi daremo tutte le notizie necessarie per conoscere a fondo il grande musicista Claude Debussy. Parleremo della sua vita e delle opere da lui prodotte che, per la loro complessità, si possono definire come la base delle odierne...
Letteratura

Breve sintesi del decadentismo

Il Decadentismo, in breve sintesi, è una corrente letteraria e culturale. Nasce in Francia alla fine dell'Ottocento. Ne sono esponenti illustri i "poeti maledetti". Baudelaire, Verlaine, Mallarmé e Rimbaud inaugurano la rivista "Le Décadent". È il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.