Guida ai pennelli per l'acquerello

di Alex Pinturicchio tramite: O2O difficoltà: media

Per chi si avvicina per la prima volta alla tecnica dell'acquerello, la scelta del pennello è davvero fondamentale. Trovare dei pennelli adeguati che si associano con le esigenze proprie, non è complicato: si potrà seguire questa semplice guida che vi mostrerà le qualità delle tipologie di pennelli che esistono in commercio.

1 Esistono 4 tipi di pennelli Gli artisti, fino a metà Ottocento, si creavano loro da soli i pennelli che gli servivano. Soltanto dopo l'Ottocento sono sorte industrie vere e proprie, in grado di soddisfare i bisogno di tutti secondo le tecniche di pittura utilizzate. Esistono solitamente quattro tipi di pennelli che si usano per la tecnica dell'acquerello:
- di scoiattolo;
- di bue;
- in setola;
- in pelo di martora.
I pennelli fatti in pelo di scoiattolo sono quelli usati più frequentemente dagli artisti per gli acquerelli. Presentano caratteristiche tecniche come i pennelli in martora, però hanno un costo minore. E’ vero che non sono elastici come quelli di martora, però in compenso la loro pulizia richiede minori attenzioni.

2 Pennelli fatti in pelo di bue e di setola I pennelli fatti in pelo di bue vengono creati usando i peli più chiari delle orecchie dei buoi. Esse sono molto residenti e non permettono di dipingere piccoli dettagli, restano più adatti a ricoprire di colore zone ampie. Questi pennelli sono adatti a dipingere acquerelli di dimensioni grandi.


Nei pennelli fatti di setola viene prelevata dai lati del dorso del maiale, in seguito viene sbiancata coi prodotti chimici. Essi hanno una fibra piuttosto dura e che in certi casi può rovinare la trama della carta soprattutto se la carta è piuttosto sottile.

Continua la lettura

3 Pennelli fatti in martora I pennelli fatti in martora sono invece i più ricercati.  Essi hanno una fibra robusta ma elastica ed inoltre sono caratterizzati da punte molto lunghe e sottili adatte per eseguire minuti dettagli e ritocchi nelle fasi finali degli acquerelli.  Approfondimento Come dipingere con acquerelli (clicca qui) Questi pennelli sono molto delicati e costosi.  Per mantenerli in buono stato per lungo tempo, servono particolari cure perché si deformano facilmente. 


La ghiera di un buon pennello deve essere resistente alla corrosione e senza saldatura, poi con l’usura tende sempre a rompersi.  Solitamente le ghiere più economiche sono fatte in metallo nichelato, in alluminio e in cupronichel.  Un pennello che si rispetti si riconosce anche dal manico, che deve essere ben maneggevole e ben bilanciato.  Un pesante manico affaticherebbe inutilmente la mano, mentre un pennello troppo leggero resta scomodo da usare.  Buon capolavoro!. 

Come dipingere un ritratto ad acquerello Il ritratto rappresenta uno dei generi pittorici più antichi della storia ... continua » 5 consigli per dipingere con gli acquerelli Molti di coloro che si avvicinano al meraviglioso mondo della pittura ... continua » Errori da evitare nell'uso degli acquerelli Se amate l'arte del disegno e della pittura, prima o ... continua » Come scegliere i pennelli per la pittura ad olio La pittura ad olio è un bellissimo modo per passare il ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come usare gli acquerelli

I colori hanno delle caratteristiche differenti e si distinguono per tipo. Infatti, ognuno di essi vanno scelti in base alla tecnica che si vuole adoperare ... continua »

Come dipingere ad acquerello

La pittura con gli acquerelli viene spesso associata ad un passatempo per bambini, in quanto solitamente la basi si apprendono durante i primi anni di ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.