Guida al Manierismo italiano

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il Manierismo è una corrente artistica che ha avuto la sua nascita e la sua evoluzione in Italia nel corso della seconda metà del XVI secolo. Ha avuto modo di svilupparsi in varie forme culturali ed artistiche: dall’arte figurativa all’architettura fino alla letteratura. In questa guida al Manierismo Italiano cercheremo di approfondire questa corrente artistica, fornendovi informazioni sulle principali caratteristiche.

24

Nascita

La nascita del termine Manierismo si attribuisce comunemente a Giorgio Vasari. Nella sua opera letteraria “Le Vite”, utilizzava il termine “maniera” per definire i vari stili artistici che si erano succeduti nel corso dei decenni e che avevano caratterizzato i grandi artisti dei decenni precedenti come Michelangelo, Raffaello e Leonardo. Nel XVII e XVIII secolo si riteneva che gli artisti avevano perso di vista l’originale ispirazione proveniente dalla natura cercandola, invece, nelle opere dei grandi artisti della “bella maniera". Solamente negli ultimi due secoli questo termine ha iniziato ad indicare, in maniera positiva, la corrente artistica del XVI secolo.

34

Caratteristiche

Il Manierismo ha avuto le sue maggiori espressioni nella pittura e nella scultura. Nei quadri e nelle sculture venivano evidenziati degli aspetti comuni e caratteristici come la complessità delle forme e delle pose. La prospettiva veniva spesso alterata per dare una miglior interpretazione di espressioni o gesti ritenuti importanti dall’artista. Anche la luce era utilizzata e distorta per dare risalto ai movimenti. Tra i maggiori lavori possiamo ricordare “La Sconfitta dei Pisani a San Vincenzo” e “l’incoronazione della Vergine” di Giorgio Vasari e “la Madonna col Bambino e san Giovannino” del Pontormo.

Continua la lettura
44

Città di sviluppo

I principali centri in cui il Manierismo ha avuto possibilità di crescere e divenire una corrente così importante per l’arte italiana sono stati sicuramente molti. La città di Firenze è stata la prima, con le prime opere di due artisti come il Rosso Fiorentino e il Pontormo. Successivamente in questa città hanno operato esponenti della caratura di Giorgio Vasari e del Giambogna. Anche Mantova con la presenza dei Gonzaga era diventata uno dei centri di diffusione del Manierismo, grazie anche a Giulio Romano. Parma e Bologna hanno ricoperto un ruolo di primo piano, per opera di pittori come il Parmigianino. Infine, non possiamo non citare Venezia, con artisti come il Tintoretto e Paolo Veronese.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guida all'arte del Vasari

Giorgio Vasari è stato uno dei più importanti pittori e architetti del tardo manierismo toscano. Conosciuto anche come storico dell'arte, la sua carriera subì sicuramente l'influsso di Raffaello, Michelangelo e della tradizione veneta. Fu sicuramente...
Arti Visive

Danae: l'analisi del dipinto di Tiziano

Personalità stravagante e suggestiva, Tiziano Vecellio ha vissuto in un tempo lacerato da sismi profondi, illuminato dal tramonto apparente dei soli metafisici preesistenti. Dallo stile del pittore si sono andate a delineare molte personalità artistiche,...
Arti Visive

Barocco: storia, stile e maggiori esponenti

La parola "barocco" definisce lo stile che predominò la cultura e l'arte del diciassettesimo secolo. Questo termine iniziò ad usarsi a partire dal XVIII secolo. Ma spesso soltanto negativamente, per indicare la pochezza di spirito, la leziosità e la...
Arti Visive

L'architettura nell'età imperiale

Quando si parla dell'architettura dell' età imperiale, torniamo indietro nel tempo e precisamente nel 29 a. C. Quando vi fu l’ ascesa al potere di Augusto che promosse una versione monumentale di Roma, la Genus Iulia, accanto ad una idealizzata immagine...
Arti Visive

Margaritone d'Arezzo: biografia e dipinti

Margaritone d'Arezzo, nasce nel 1240 e muore nel 1290 all'età di cinquanta anni. Fu un personaggio illustre e attivo della pittura italiana divenendo uno dei maggiori esponenti del periodo. Le sue opere, furono ritrovate per la maggior parte ad Arezzo...
Mostre e Musei

I musei più importanti di Firenze

Per raccontare i musei più importanti di Firenze servirebbero dei tomi. Intere enciclopedie di migliaia di pagine. La culla del Rinascimento e indiscutibilmente una delle città più importanti al mondo per chi ama l'arte, Firenze offre gallerie e musei...
Arti Visive

Come scegliere il soggetto per un quadro

I colli lunghi di Modigliani, le forme tonde di Botero, i paesaggi urlanti di Munch, gli orologi molli di Dalì. Gli artisti hanno, da sempre, uno stile unico e inconfondibile. Scegliere il soggetto per un quadro è difficile e molto delicato. Il pittore...
Mostre e Musei

Giotto: le opere principali

Giotto di Bondone, forse diminutivo di Ambrogio oppure di Angiolo, è semplicemente ocnosciuto come Giotto. È nato a Vespignano, nel 1267 circa, ed è morto a Firenze nel lontano 8 gennaio 1337. È stato uno dei più famosi pittori e architetti italiani....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.