Guida all'arte di Antonello da Messina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Rinascimento italiano è un periodo storico ricco di arte e di letteratura. Uno dei maggiori esponenti dell'arte rinascimentale è sicuramente Antonello Da Messina. Il suo vero nome è Antonio di Giovanni de Antonio ed è stato un pittore siciliano del '400. Il suo stile è facilmente riconoscibile, grazie alla pittura tonale che lo contraddistingue. Conoscere la storia di Antonello da Messina è importante per tutti gli studiosi di arte, dato che le sue opere sono famose in tutto il mondo e hanno un valore incalcolabile. Di seguito, dunque, vi fornisco una guida all'arte di Antonello da Messina.

26

Occorrente

  • Manuale di storia dell'arte
36

Gli inizi

Antonello nacque nel 1430 a Messina e il padre Giovanni era un modesto scalpellino che poco poteva insegnargli. Per questo si trasferì a Napoli nel 1450 per studiare presso Colantonio, uno dei più grandi pittori meridionali del Quattrocento. Proprio a Napoli entrò in contatto con la pittura fiamminga. Una delle prime opere che gli è stata attribuita è la Crocifissione di Sibiu, che rappresenta uno dei temi cristiani a cui Antonello sarà più legato. Intanto, dal 1457, cominciò a ottenere le prime commissioni come artista autonomo e al 1460 risale una delle sue prime opere certe, la Madonna di Salting, oggi conservata a Londra. La tecnica di Antonello da Messina è caratterizzata da un'impronta a olio, che permetteva delle pennellate molto luminose ed allo stesso tempo precise.

46

Le prime grandi opere

Nel 1474 Antonello da Messina si spostò a Venezia, dove visse uno dei periodi più fertili della sua produzione artistica. Una delle opere più importanti del periodo è datata 1475, quando il pittore siciliano realizzò San Gerolamo nello studio, in cui è estremamente evidente l'originalità della sua impostazione. Lo sguardo dello spettatore entra nel vasto ambiente tramite un portico spagnoleggiante ed è ben chiara la precisione descrittiva fiamminga. Soprattutto la luce unifica il tutto, illuminando razionalmente gli oggetti sparsi nello spazio.

Continua la lettura
56

La consacrazione

Sempre nel 1475 dipinse La Crocifissione. L'anno successivo invece creò la Pala di San Cassiano, dove la Vergine, sul trono in prospettiva, è impostata secondo forme volumetriche tondeggianti, realizzate tramite il colore vivace. Questa Pala è un punto fermo per il Rinascimento veneziano. Tornato in Sicilia, Antonello da Messina crea opere come Ritratto Trivulzio (o Ritratto d'uomo) e la Vergine Annunziata. In questo dipinto, lo spettatore assume la prospettiva dell'angelo, diventando coprotagonista insieme alla Vergine.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' consigliabile vedere dal vivo le opere di Antonello da Messina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida al Museo del Prado

La Spagna oltre ad offrire bellissime spiagge e monumenti di grande pregio che la contraddistinguono è anche una città d'arte. Se è nelle nostre intenzioni trascorrere alcuni giorni nella sua capitale Madrid, non possiamo non visitare il Museo del...
Mostre e Musei

I 10 migliori musei di Torino

Torino ex capitale d’Italia è una città ricca di storia, cultura ed arte che merita di essere scoperta. Chi intende trascorre qualche giorno nel capoluogo piemontese oltre ad ammirare la Mole Antonelliana, i palazzi di epoca barocco e le tante attrazioni...
Mostre e Musei

Guida al Palazzo Abatellis di Palermo

Palazzo Abatellis è uno splendido esempio di architettura gotico-catalana, costruito a Palermo nel 1495 dall’architetto Matteo Carnelivari, su richiesta di Francesco Abatellis, detto Patella (l’edificio viene infatti anche denominato come Palazzo...
Musica

La musica Jazz in Italia

Quando si parla di Jazz italiano, si farà sicuramente riferimento, sia al genere eseguito da artisti italiani, sia ad una sinergia tra musica Jazz e l'Italia. Lo stile Jazz, che ricordiamo essere nato in America, è sbarcato nel continente europeo nel...
Arti Visive

Caravaggio: opere e vita

La guida che andremo a impostare si occuperà di arte. Per essere più precisi, come avrete compreso attraverso la lettura del titolo della nostra guida, ora andremo a dedicarci a un personaggio che ha fatto la storia dell'arte: Caravaggio. Andremo a...
Mostre e Musei

I musei gratis di Milano

Da qualche anno, in Italia, coloro che non possono permettersi di spendere soldi per apprezzare i monumenti artistici, possono visitare gratis i musei di varie città italiane. Per sapere i nomi dei comuni che aderiscono all'iniziativa, basta informarsi...
Letteratura

Come pubblicare racconti per bambini

Oggi esistono diversi editori specializzati in racconti e valutano volentieri dell'opere. Ancora oggi queste opere sono molto richieste, soprattutto se riguardano l'ambito dell'editoria destinata ai minori. Molto di più se hanno ottimi contenuti educativi...
Arti Visive

Illusioni ottiche: come trovarne in natura

Le illusioni ottiche sono dei particolari fenomeni, naturali o artificiali, che consentono all'occhio umano di percepire un qualcosa di diverso da quello che sta guardando o addirittura permette di osservare qualcosa che in realtà non esiste. In questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.