Guida all'arte paleocristiana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L’arte paleocristiana nasce attorno al VI secolo dopo Cristo nei territori dell'Impero Romano interessati dalla nuova dottrina (Medio Oriente, Italia, Penisola Balcanica meridionale). Il cristianesimo si era diffuso già a partire dalla metà del I secolo, ma agli inizi si trattava di una religione quasi misterica i cui adepti si riunivano in luoghi privati o comunque nascosti, perciò le prime testimonianze di arte si manifestano clandestinamente. Solo dopo l'editto di Costantino del 313 (Editto di Tolleranza), con il quale legalizzava la professione del culto cristiano, si hanno vere e proprie manifestazioni pubbliche di arte paleocristiana in architettura, pittura e scultura. Questa guida, seppure breve, nasce con lo scopo di portare alla scoperta dell'arte paleocristiana con l'augurio di suscitare interesse in giovani e meno giovani.

26

L'arte nelle catacombe

La prime testimonianze dell'arte paleocristiana si possono rintracciare nelle catacombe, cimiteri sotterranei scavati nel tufo dove le salme venivano inumate e dove i parenti provvedevano a decorare le pareti con i simboli del cristianesimo. Le catacombe si sviluppavano in una serie di cunicoli fiancheggiati da loculi chiusi da lastre di pietra o di cotto e a volte si aprivano in camere dove probabilmente venivano celebrate le funzioni funebri. Incisioni nel tufo e e dipinti di piccole dimensioni vedono raffigurati i simboli primitivi del cristianesimo, pesci, agnelli, pavoni e il Buon Pastore.

36

L'architettura paleocristiana

Le prime basiliche paleocristiane vennero edificate nel IV secolo con l'imperatore Costantino che provvide a anche a costruire la prima basilica sul colle Vaticano, sul luogo dove era stato sepolto l'apostolo. Venivano edificate secondo i canoni architettonici delle basiliche romane (edifici a uso civile dove si tenevano i processi. L'entrata si trovava sulla parete laterale mentre all'ingresso si poteva trovare un quadriportico. Tra le basiliche paleocristiane che possiamo ammirare ancora oggi, figura quella si Sant'Ambrogio a Milano.

Continua la lettura
46

La scultura paleocristiana

La scultura nell'arte paleocristiana assume una notevole importanza. Le principali raffigurazioni si possono trovare sulle pareti dei sarcofagi. Lo stile è quello romano per quel che riguarda i sepolcri dei primi secoli, mentre le figure si fanno meno delineate nei reperti posteriori. Tra i sepolcri interamente scolpiti che possiamo vedere ancora oggi figurano veri e propri capolavori come il sarcofago di Giunio Basso conservato ai Musei Vaticani.

56

La pittura e i mosaici paleocristiani

La pittura nell'arte Paleocristiana si esprime soprattutto nelle catacombe dove compaiono dipinti di modeste dimensioni realizzati con un numero modesto di colori. Solo a partire dal IV secolo nelle catacombe iniziano ad apparire figure di Gesù, ma sono piuttosto rare. Le chiese e i battisteri paleocristiani portano invece anche decorazioni a mosaico in cui a campeggiare è sempre la figura di Gesù, un Gesù che prima compariva imberbe e, solo in seguito, con la barba.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Visitare i siti descritti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Breve analisi de "I Sepolcri"

Nato nell'isola di Zante il 6 febbraio 1778 Niccolò Foscolo, noto ai più e per suo volere come Ugo Foscolo, è stato il più grande esponente del romanticismo e del neoclassicismo italiani. Nato da padre veneziano e madre greca, primo di quattro fratelli,...
Letteratura

Guida al romanzo "Ben-Hur" di Lewis Wallace

“Ben-Hur” è il romanzo di Lewis Wallace da cui poi, nel 1959, venne tratto il famosissimo film hollywoodiano vincitore di numerosi premi Oscar. Ha solo due edizioni integrali: quella della Newton Compton nella collana Biblioteca Economica Newton...
Letteratura

Il grifone in mitologia

La storia della letteratura è ricca di miti e leggende, che si sono sviluppate praticamente all'interno di ogni popolazione e di ogni civiltà del mondo. Nel Medioevo, si compilavano i cosiddetti "Bestiari", ovvero libri in cui si elencavano tutti gli...
Arti Visive

I 10 monumenti più belli al mondo

Quando si sceglie di visitare una città, che sia per motivi di studio o semplicemente per trascorrervi le vacanze, la prima cosa su cui ci si informa è l'itinerario da percorrere per visitarne i principali monumenti. Ogni città racchiude in sé testimonianze...
Arti Visive

Vita e opere principali di Raffaello

Solitamente, quando si pensa a Raffaello Sanzio (uno dei pittori maggiormente promettenti del Cinquecento italiano), vengono in mente anche Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti, perché egli è un loro contemporaneo. La propria reputazione ed importanza...
Arti Visive

Guida ai cimiteri monumentali più belli

Fra le tante attrazioni turistiche possibili, i cimiteri monumentali non sono certo la prima cosa che viene in mente per chi vuole passare un po' di tempo alla scoperta di luoghi nuovi, ma anche loro possono avere la loro buona dose di fascino. Per chi...
Mostre e Musei

Come visitare il Palazzo Reale a Vienna

Il Palazzo Reale di Hofburg si trova nella capitale austriaca, Vienna, e rappresenta una maestosa struttura Medievale che ricopre una vasta area del centro di questa metropoli. Questa si tratta di una grandiosa opera d'arte, che è stata la residenza...
Arti Visive

Ultima cena: guida del Cenacolo

La figura simbolo della genialità made in Italy è senza dubbio Leonardo da Vinci. Inquadrarlo in un'unica categoria è riduttivo. Infatti, durante la sua straordinaria vita Leonardo, si interessò di molteplici argomenti: noti sono i quadri, le invenzioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.