Guida alla pittura su tela

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Fin da quando l'uomo ha memoria, la principale fonte di comunicazione e scrittura è stata la pittura. Agli albori l'uomo era solito lasciare traccia di se raccontando le proprie gesta attraverso curiose ed utili pitture rinvenute in antiche caverne e perfettamente conservate fino ad oggi. Con il tempo e i secoli lo stile è mutato notevolmente inventando, sperimentando e perfezionando diverse tecniche. Tra le più diffuse certamente quella della pittura su tela, in tutte le sue forme. La pittura su tela nasce nel XV secolo in Inghilterra e presto si diffonde prima nelle Fiandre e poi nel resto d'Europa. La sua popolarità genera una vera e propria rivoluzione artistica. Fino ad allora, i pittori avevano come proprio riferimento solo la Chiesa, per la quale realizzavano opere sacre come affreschi o grandi tavole su legno. Invece, con l'avvento di questa nuova tecnica, i clienti appartengono alla nobiltà e richiedono soggetti profani come ritratti, paesaggi e scene di vita mondana. In questa guida tratteremo la pittura su tela, spiegheremo come è nata e come si è sviluppata durante i secoli.

25

Vantaggi della tela

La tela (in inglese, canvas) presenta dei vantaggi rispetto alle tavole di legno che venivano usate nell'arte sacra. Oltre ad essere un supporto relativamente economico, essa può essere conservata più facilmente sia perché non si deforma col passare del tempo sia perché è meno ingombranti. Inoltre la tela era facile da preparare e non poteva essere danneggiata dall'umidità, presente soprattutto in importanti centri commerciali e finanziari come Venezia.

35

Come è fatta la tela

Passiamo alla tecnica di lavorazione della tela. Il successo di questo supporto è dovuto principalmente al tessuto di cui è costituito, formato da fibre di lino o cotone, di canapa o juta. La tela in lino permetteva un'accurata rifinitura del dipinto. Lino e canapa garantivano invece una maggiore resistenza sia agli oli che agli agenti atmosferici. Invece, le tele in cotone o miste o di seta erano più "delicate": potevano essere maggiormente danneggiate dall'acidità contenuta nei materiali pittorici. La scelta del tessuto dipendeva dall'artista. Inizialmente, le tele venivano incollate sulle tavole di legno. Solo in un secondo momento gli artisti cominciarono a inchiodarle su telai mobili. Le chiavi con cui erano fissare assicuravano che la tela rimanesse in tensione e non si deformasse. Inoltre, la tela era facilmente trasportabile e poteva essere rimossa dai telai. Prima di cominciare a dipingere, bisognava effettuare l'incollaggio e l'imprimitura della tela.

Continua la lettura
45

L'imprimitura

In cosa consiste l'imprimitura? Si tratta della preparazione della tela, sulla quale si va ad applicare un primo strato di materia che, oltre ad isolare il supporto dalla pittura, determinerà la resistenza agli agenti atmosferici, la durata e la resa pittorica dell'opera. Oggi in commercio ci sono tele pronte per essere dipinte e adattate a qualsiasi tipo di pittura: esse hanno, cioè, un'imprimitura universale. Queste sono più oleose e quindi, nel caso della pittura ad olio, la superficie deve essere assorbita con l'aiuto di una carta abrasiva a grana fine. Ne caso dell'acquarello, invece, prima di dipingere bisognerà passare uno strato di fiele di bue.

55

I colori adatti alla tela

La tela può essere dipinta sia con i colori ad olio che a tempera. La tecnica ad olio di solito viene preferita perché consente una maggiore facilità di esecuzione del dipinto e permette di ottenere maggiore effetti cromatici. I colori ad olio posso essere facilmente mescolati, sfumati e lavorati. Essi fanno dipingere in maniera molto più rapida e fluida. Inoltre, la rifinitura del dipinto diventa più agevole grazie al legante che contengono, cioè l'olio siccativo che può essere di lino o di noce. Indipendentemente dalla tecnica usata, l'opera su tela da secoli ci ammalia e ci stupisce per il suo fascino senza tempo.
La pittura su tela rappresenta una vera e propria evoluzione della pittura, e grazie ad essa sono state create moltissime opere importanti, sopravvissute fino ai giorni nostri. Se ne volete sapere di più, potrete approfondire l'argomento studiando i pittori che meglio hanno saputo sfruttare questa tecnica e che potranno essere di ispirazione per le vostre opere. Vi auguro quindi buono studio.
A presto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Come utilizzare il gesso nella pittura su tela

Per chi volesse cimentarsi con l'uso della tela è necessario, per non dire fondamentale, conoscere le diverse tecniche di pittura. Questo è un dato di fatto, ma poiché in commercio è possibile trovare tele e colori, tempera o olio che sia, a prezzi...
Arti Visive

Come dipingere con i colori ad olio

La pittura ad olio utilizza pigmenti in polvere, mescolati a basi inerti e ad oli naturalmente essiccati (di papavero, di semi di lino, di noce) o essenziali. È una tecnica piuttosto complessa, che avviene per sovrapposizione dei colori a strati più...
Arti Visive

Consigli utili per la pittura

La pittura è un'arte. Attraverso l'uso di varie tecniche e diversi materiali, si possono creare lavori artistici di vario genere. Tecnicamente, pitturare significa stendere del colore su di un supporto (tela, muro, carta, etc). Si possono ottenere pitture...
Arti Visive

La pittura a tempera: strumenti e tecniche

La pittura a tempera è una delle forme artistiche più antiche: era infatti giá utilizzata da Egizi, Greci e Romani. Il nome deriva dal latino “temperare” ovvero mescolare. Per tempera si intende infatti quella tecnica che usa pigmenti in polvere...
Arti Visive

Guida agli autoritratti di Van Gogh

Vincent Van Gogh, nato nel 1853 a Zundert e morto nel 1890 ad Auvers-sur-Oise, è considerato uno dei più grandi pittori della storia. Nonostante la sua morte precoce, fu autore di più di 800 tele. È considerato un genio, che influenzò l’arte del...
Arti Visive

Come preparare il fondo per un paesaggio

La pittura è uno splendido hobby che richiede tanta pazienza e manualità. Con un pennello in mano possiamo sbizzarrirci e ricreare atmosfere sognate. Basta chiudere gli occhi e immaginare cosa vogliamo imprimere sulla tela. Tra i soggetti più raffigurati,...
Arti Visive

Guida alle opere di Sandro Botticelli

Botticelli è uno dei più famosi pittori italiani vissuti nel rinascimento. Sono moltissime le opere dell'artista in Italia, in particolar modo agli Uffizi di Firenze, dove si può ammirare tutta la sua magnificenza pittorica. Capire fino in fondo i...
Arti Visive

Come fare un dipinto in rilievo

La pittura a rilievo è nata lo scorso secolo seguendo la scia di alcune correnti artistiche all’ avanguardia. Lo scopo fondamentale di questo genere di pittura era quello introdurre nel mondo dell’immagine qualcosa di contemplativo. Presero il sopravvento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.