Guida alle opere di Dante Gabriel Rossetti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Pittore e poeta, Dante Gabriel Rossetti, è il padre fondatore del movimento preraffaellita ed un cardine del Simbolismo, invece, per quanto riguarda la pittura. Nel 1852, sposa nel Lizzie Siddal, ovvero, la sua musa ispiratrice. In Inghilterra, in particolare, il Vittorianesimo, spinse all'estremo il dualismo bene/male con le sue disarmonie, in una chiave del tutto romantica. Il punto forte di Rossetti, è il colore, infatti, utilizza pigmenti unici e molto sgargianti, chiaramente riconoscibili all'interno di chiaroscuri drammatici. In questa guida, andremo a fare luce, sulle sue opere più famose.

27

Biografia e le prime opere

Dante Gabriel Rossetti, nasce da genitori italiani, migrati in Inghilterra. Sin da giovane, si dimostra un talento prodigio, carico di carisma e virtù. Le sue prime opere, trattano vari temi di carattere religioso, come "Ecce Ancilla Domini" del 1850. Prima Dante Alighieri e in seguito il Medioevo, lo influenzeranno nei toni e nei soggetti. Infatti, dopo la metà dell'Ottocento, la pittura di Rossetti subisce un cardinale mutamento, ovvero, i soggetti evidenziati diverrano mitologici, i volti saranno senza tempo e i colori, decisamente più vivi. Le sue opere, prendono spunto dall'Umanesimo di Tiziano e Veronese, sottolineando, sempre i colori e le ombre di una città magica come Venezia. Purtroppo, in seguito, la morte della moglie per overdose di laudano, lo portò a cadere in una profonda depressione. Infatti, in seguito, nell'opera La "Beata Beatrix", rappresenta in realtà, un fermo immagine di Lizzie, del 1870. In questa opera, ne fa da padrone, il Simbolismo, dove la Beatrice di Dante, è chiaramente rappresentata dalla Siddal al momento della sua morte.

37

Il ruolo della donna nelle sue opere

Parte fondamentale delle sue opere, si riveleranno anche le donne, infatti, la successiva amante e modella, Fanny Cornforth, diverrà l'emblema dell'amore carnale. Jane Burden, invece, reciterà per lui il ruolo di "Persefone" (1874) e Alexa Wilding sarà "Lady Lilith".

Continua la lettura
47

La crescita con la sua nuova società

Nel 1861, Dante Rossetti, fu anche cofondatore della "Morris, Marshall, Faulkner & Co." con altri artisti. Grazie a questa società, il Rossetti, lavorò molto sulle decorazioni e l'estetica delle sue pitture, maturando sempre di più le sue opere e dando più valore, per l'appunto, ai toni delle decorazioni.

57

La morte

Insieme a questi interessi, crebbe in Rossetti, la passione per gli animali esotici, specialmente per il vombato, approfondendone, in seguito, all'interno delle sue opere. Gli ultimi anni della vita di Dante Gabriel Rossetti, furono abbastanza disperati; faceva largo uso di droghe, pertanto, si trovava spesso in uno stato di semicoscienza e di stanchezza della vita. Si spense nella primavera del 1882 in totale solitudine, nel Kent.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

La vita di Dante Alighieri

La vita di Dante Alighieri inizia a Firenze nel 1265 in un periodo storico in cui la città vive una fase di straordinario sviluppo economico ma anche una situazione politica e sociale complessa. La città in seguito alle lotte tra Impero e Chiesa è...
Letteratura

Biografia e opere di Dante

Dante Alighieri è il poeta italiano, appartenente al periodo medievale, più conosciuto a livello mondiale. Considerato da tutti il padre della lingua italiana, deve la fama alla sua opera più famosa, la Divina Commedia, tra i più grandi capolavori...
Letteratura

Dante Alighieri: le opere

Quando si parla di letteratura italiana, Dante Alighieri è forse il primo nome che viene in mente.A buon diritto, dato che non solo scrisse opere di ineffabile bellezza e complessità stilistica, ma ha anche contribuito a spingere perché all'allora...
Letteratura

Divina Commedia: guida al I Canto dell'Inferno

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà andremo a parlare di letteratura. E non di letteratura qualsiasi, bensì della Divina Commedia di Dante Alighieri. Tutta la guida e le sue argomentazioni complessive ruoteranno intorno al I canto dell'Inferno.Proveremo...
Letteratura

Appunti sul Dolce stil novo

Il Dolce stil novo è un movimento nato nella seconda metà del III secolo a Firenze. Il nome "dolce stil novo" è stato dato da Dante Alighieri, che nel canto XXIV del purgatorio definisce questa sua poetica come chiara e purificata da varie regole....
Letteratura

Divina Commedia: guida al VI Canto

La Divina Commedia è l'opera più celebre di Dante Alighieri. Scritta tra il 1304 ed il 1341 (anni del suo esilio in Lunigiana e Romagna) è un'importante testimonianza della civiltà medievale fiorentina. Il VI Canto dell'Inferno, si svolge nel terzo...
Letteratura

Divina Commedia: guida al I Canto del Paradiso

In questa guida esporremo in maniera sintetica ed essenziale il contenuto del I canto del Paradiso della Divina Commedia. Siamo nell'anno 1300 e Dante e Beatrice ancora sulla cima del Purgatorio, con lo sguardo rivolto all'insù verso il sole, tendono...
Letteratura

Breve sintesi del decadentismo

Il Decadentismo, in breve sintesi, è una corrente letteraria e culturale. Nasce in Francia alla fine dell'Ottocento. Ne sono esponenti illustri i "poeti maledetti". Baudelaire, Verlaine, Mallarmé e Rimbaud inaugurano la rivista "Le Décadent". È il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.