Guida alle opere di Magritte

di Carmela Gorlini tramite: O2O difficoltà: media

René Magritte nasce a Lessines il 21 novembre 1898. È un noto pittore, considerato tra i maggiori esponenti del surrealismo belga. Inizialmente il suo stile è vicino al futurismo e al cubismo, ma in seguito si concentra sul genere pittorico detto trompe-l'oeil come Salvador Dalì. Magritte rappresenta il reale in modo particolare, illustrando realtà assurde, come un paesaggio che è diurno nella parte superiore e notturno in quella inferiore. Muore a Bruxelles il 15 agosto 1967. In questa guida forniremo alcune informazioni riguardo alle opere più importanti di questo artista.

1 L'opera "I valori personali" Nell'opera "I valori personali" viene raffigurata una stanza, nella quale vediamo oggetti che riteniamo parte della nostra quotidianità come ad esempio un pettine, un fiammifero, un bicchiere ed un pennello da barba. Il tema principale di questo dipinto è l'indifferenza, ma il pittore belga, accrescendo le loro dimensioni, ha voluto sottolineare il loro sopravvento sulla nostra quotidianità, il nostro dipendere da loro come se non ne potessimo fare a meno. I quattro oggetti raffigurati rispecchiano perfettamente il piccolo borghese, che fa dipendere da loro la sua vita e che non riesce a distaccarsene, e ciò vale anche per gli orizzonti delimitati. Infine quest'opera sembra essere un omaggio funzionale, ovvero teso a dare normalità ad un'immagine surreale.

2 L'opera "La condizione umana II" "La condizione umana II" è un altro dipinto in cui Magritte ha voluto mettere in luce il suo rapporto con la realtà, o meglio il modo in cui il reale viene riportato sulla tela e come viene mostrata allo spettatore. In quest'opera vediamo, inoltre, che il cavalletto è disposto in un punto diverso; così facendo l'artista sceglie di conferire un taglio, una forma e una dimensione all'immagine. Questi tre elementi, servono guidare e condizionare il modo di guardare e giudicare la realtà.

Continua la lettura

3 L'opera "La grande guerra" "La grande guerra" è la terza opera che fa parte del ciclo di uomini con bombetta a mezzo busto, sullo sfondo di un cielo grigio e una mela verde che sta davanti al volto dell'uomo, su cui il punto dello sguardo di chi osserva si posa per prima.  Questo interesse può assumere le forme di un sentimento decisamente intenso, una sorta di conflitto tra il visibile nascosto e il visibile apparente di Magritte.  Approfondimento Magritte: le migliori opere (clicca qui) Da questa affermazione del pittore il titolo prende un senso, perché si tratta di una guerra tra le varie immagini, nata dalla rivolta di due oggetti insignificanti che si contendono la condizione di visibilità.

Magritte: le migliori opere René Magritte è stato uno dei maggiori esponenti europei della corrente ... continua » Guida alle opere più importanti di Salvador Dalì Salvador Dalì (1904-1989) è un eclettico artista spagnolo, dedito non solo ... continua » Come dipingere un quadro surrealista Uno dei principali movimenti letterario ed artistico sviluppatosi negli anni Venti ... continua » Guida alle opere più importanti di Kandinskij Kandinkij fu un importante e celebre pittore russo, famoso per la ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

L'arte di Corrado Giaquinto

Corrado Giaquinto fu un importante pittore che visse nel 1700. Figlio di Francesco, sarto di origine napoletana e di Angela Fontana, barese, realizzò numerose opere ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.