Il leviatano di Hobbes

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando parliamo de Il levatiano di Hobbes, ci riferiamo al testo più conosciuto dell'autore. Pubblicato nel 1651, prende il suo titolo per l'appunto dal leviatano: una creatura marina mostruosa presente nella Bibbia. Egli descrive lo stato come un serpente attorcigliato: un mostro che desidera il potere e il dominio su tutti i popoli. Il Leviatano dunque rappresenta il potere, e in quest'opera Hobbes cerca di trovare la condizione tale perché gli uomini possano vivere in uguaglianza e sicurezza. Una novità assoluta che contraddirà tutte le tesi dei giusnaturalisti. Il testo è, assieme al De cive, il più importante per comprendere la filosofia politica di Hobbes.

24

Lo stato di natura dell'uomo: premessa

Per comprendere la trattazione del Leviatano, bisogna premettere due postulati. Senza essi la comprensione del testo di Hobbes non sarebbe tanto semplice. Il primo è che ogni essere umano avverte in sè pulsioni da egoista per cui vorrebbe da solo godere di un bene. È una bramosia di cui non può fare a meno. Il secondo è che ogni uomo rifugge l'idea della morte, dunque, istintivamente ha dentro sè un istinto di conservazione. L'uomo sarebbe di per sè privo di amore verso il prossimo, ma si riunisce in gruppi per semplice bisogno. Nello stato di natura, l'uomo si troverebbe nella condizione di homo homini lupus, guerra continua con i propri simili.

34

L'assolutismo come soluzione

Il sottotitolo del Leviatano è "la materia, la forma e il potere di uno Stato ecclesiastico e civile". La tesi fondamentale del testo di Hobbes è che bisogna sostenere l'assolutismo. Ossia, lo Stato deve avere una totale supremazia sugli individui. Solo così gli individui si possono sentire tutelati in mezzo a quello che è un mondo così ostile. Un mondo che è tale proprio per la natura egoistica dell'uomo. Bisognerebbe invece costruire un uomo artificiale a somiglianza della natura, proprio per uscire dallo stato di natura, privo di pace e regole. Privo di diritti. L'uomo dovrebbe dunque rinunciare alla propria libertà a favore della sicurezza che solo lo Stato può dare attraverso le leggi. Il sovrano è l'unico garante di stabilità all'interno di una società bruta.

Continua la lettura
44

Conclusioni: patto tra cittadini

Dunque il Leviatano di Hobbes è un testo a favore dell'assolutismo, in cui tutti i poteri sono affidati al sovrano. Lo stato assoluto è per l'autore lo strumento razionale per uscire dalla situazione di guerra di tutti contro tutti in cui l'uomo si trova. Ma, novità e importanza della sua tesi, il potere del sovrano non sarà dato da investitura divina. Bensì, da un patto stabilito dai cittadini. Quindi individui che comunque detengono la loro parte di sovranità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Guida al "Riccardo III" di Shakespeare

Questa guida al "Riccardo III" di Shakespeare si occupa di mettere in risalto gli aspetti principali dell'opera teatrale. Riccardo III è, per l'appunto, l'ultima di questo filo drammatico: è preceduta da quelle dedicate al monarca Enrico VI, suddivise...
Letteratura

Guida alla figura storica di D'Artagnan

Charles de Batz de Castelmore noto come D'Artagnan nacque in una piccola cittadina, da una famiglia della bassa nobiltà. Uomo leale verso la patria ed il sovrano, fu protagonista del suo tempo. Combattente dalle grandi qualità ed umanità, ispirò Alexander...
Letteratura

La Chimera in mitologia

Nella mitologia greca, la Chimera era un mostro ibrido, figlio di Tifeo e Echidna e fratello di Cerberus e Idra di Lerna. Aveva la testa e il corpo di un leone, la testa di una capra attaccata alla sua schiena e una coda che si conclude con la testa di...
Letteratura

Guida a La Tempesta di Shakespeare

La Tempesta, commedia in cinque atti di William Shakespeare, è la penultima opera del drammaturgo inglese e contiene molti aspetti fondamentali del suo teatro. L'apparente semplicità della trama non deve infatti ingannare il lettore: se si analizza...
Letteratura

Ludovico Geymonat: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Ludovico Geymonat è stato uno dei più importanti filosofi e matematici italiani del Novecento. È nato a Torino l'11 maggio del 1908. Nel 1930, ha conseguito la laurea in filosofia presso l'Università della capitale piemontese, discutendo la tesi sul...
Recitazione

Il cinema di Ingmar Bergman

Ingmar Bergman, regista, sceneggiatore e drammaturgo di origini svedesi, è stato una delle figure più importanti nella storia del cinema. La morale che permea i suoi film è spesso pessimista, quasi nichilista, derivata da una famiglia con a capo un...
Letteratura

Come schedare un libro

Innanzitutto, cosa si intende per schedatura di un libro? Finalizzato alla tesi di laurea, ad una tesina per le scuole medie o superiori o, semplicemente, alla necessità personale di catalogare un libro di narrativa (o saggistica), schedare un libro...
Letteratura

Come scrivere un testo argomentativo

La definizione "testo argomentativo" potrebbe sembrare inizialmente abbastanza difficile da comprendere bene, ma in realtà è una tipologia di scritto estremamente comune e rilevante nella vita quotidiana. Saper redigere un buon testo argomentativo (ovvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.