John Steinbeck: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

John Steinbeck può essere considerato come uno degli scrittori americani più rilevanti del ventesimo secolo ed è ricordato da tutti per i suoi romanzi e novelle. Premio Nobel per la Letteratura, l'autore viene considerato come il simbolo principale della cosiddetta "generazione perduta", che raccoglie coloro che hanno vissuto la loro adolescenza nel corso della Grande Guerra. È stato anche un importante cronista durante la Seconda Guerra Mondiale, raccontando gli orrori di uno dei periodi più atroci della storia dell'umanità. Ma ora, ecco un breve resoconto della sua vita e delle sue opere principali, alcune delle quali hanno segnato un'epoca.

24

John Ernst Steinbeck Junior nasce a Salinas, in California, il 27 febbraio 1902. Il padre era tesoriere e la madre insegnante: entrambi gli hanno garantito un'infanzia serena insieme alle sue due sorelle. La sua adolescenza si basa sulla scrittura di racconti e poesie, su un rapporto poco costante con gli studi e su un tentativo fallito di trasferirsi a New York. Ed è nella Grande Mela che inizia la sua esperienza come giornalista, prima di pubblicare nel 1929 il suo primo romanzo, Cup of Gold. Inizia un'amicizia con il biologo e filosofo Edward Ricketts. Il suo editore sarà Pascal Covici per tutta la vita. Inizia a mietere successi grazie a Pian della Tortilla, Uomini e Topi, Furore. Dopo aver lasciato la prima moglie, nel 1943 convive a New York con la cantante Gwyndolyn Gonger, con la quale si sposa.

34

Nel frattempo, Steinbeck continua a scrivere romanzi di grande rilevanza, tra i quali alcuni ad alto impatto storico riguardanti anche le difficili condizioni di vita del Messico e l'occupazione nazista in Norvegia. Dopo la guerra, Steinbeck inizia a perdere quota e le sue opere vengono stroncate dalla critica, con la sua visione pacifista della realtà che viene considerata superata. Ritorna al successo con La valle dell'Eden, che diviene la sceneggiatura di uno storico film con protagonista James Dean. Subito dopo, è il turno di Viva Zapata!, che avrà come attore principale Marlon Brando. Inizia a collaborare anche con Roberto Rossellini e Ingmar Bergman.

Continua la lettura
44

Nel 1961, scrive L'inverno del nostro scontento, un vero e proprio atto di denuncia contro l'America dei suoi tempi. In seguito, è il turno di In viaggio con Charley, che vede come personaggio principale un cane dai modi gentili, condotto in viaggio per gli Stati Uniti dal suo padrone. Steinbeck raggiunge numerosi grandi città europee, tra le quali Mosca, Varsavia, Praga, Roma, Firenze, Dublino. E continua a viaggiare per il mondo fino al giorno della sua morte, il 20 dicembre del 1968 a New York, in seguito ad una grave malattia. Tutti lo ricordano per il suo grande realismo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

John Dewey: concetti chiave

John Dewey è una figura fondamentale della prima metà del XX secolo: con la sua attività ha influenzato svariati ambiti della società, dalla cultura, alla politica, a problemi sociali ed etici, alla questione sull'educazione. Nato nel Vermont nel...
Letteratura

I migliori romanzi Fantasy

Il Fantasy è un genere di romanzi che attira molte persone, soprattutto quelle più giovani. I ragazzi, infatti, sono affascinati da questo genere tanto che molti autori sono diventati famosi proprio per questo. Alcuni di questi romanzi, poi, sono stati...
Letteratura

I migliori romanzi di Arthur Conan Doyle

Nato in Scozia, e più precisamente ad Edinburgo, il 22 Maggio 1859, Arthur Conan Doyle è stato uno scrittore i cui romanzi, pubblicati ed apprezzati in tutto il mondo, costituiscono insieme a quelli di Edgar Allan Poe i primi tentativi in un due generi...
Musica

Storia della musica: i Queen

I Queen, uno dei gruppi inglesi più famosi in tutto il mondo. Hanno influenzato la musica internazione e sono entrati nel mito della musica. Si formano a Londra nel 1970. In origine erano un trio: Freddie Mercury, Roger Taylor e Brian May. In seguito,...
Mostre e Musei

Guida al Smithsonian American Art Museum

Lo Smithsonian American Art Museum consiste in uno dei più importanti musei di Washington D. C., anche se in realtà lo possiamo comunemente definire come un complesso di musei. Infatti sono presenti ben 19 musei negli stati di New York, del Virginia,...
Recitazione

Grace Kelly: filmografia

Grace Kelly resterà sempre una delle più acclamate e brillanti stelle del cinema di Hollywood. Americana di nascita, dopo una carriera decennale nel mondo cinematografico, vive una delle più belle favole d'amore, quella col principe Ranieri di Monaco....
Letteratura

Alexander Pope: vita e opere

Alexander Pope, figlio di un commerciante di stoffe, fu uno dei più grandi poeti del XVIII secolo. Nato a Londra il 22 maggio 1688 da una famiglia cattolica, a causa della sua appartenenza religiosa, non poté frequentare le scuole regolari, perciò...
Musica

Guida ai più famosi bassisti del mondo

Il basso moderno è uno strumento musicale che discende in maniera diretta dal contrabbasso, il quale risale al VII secolo. Il profondo cambiamento che rivoluziona questo strumento inizia con gli strumenti di elettronica ed amplificazione, introdotti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.