L'arte egizia: gli stili

di Giovanni Lanzano tramite: O2O difficoltà: media

Fin dall'antichità tutte le piccole comunità tribali si univano per motivi di difesa e per controllare gli scambi economici con le regioni periferiche. I primi segni artistici sono vasi detti a bocca nera, perché il recipiente si cuoceva capovolto e si intingeva di ceneri. Seguono le ceramiche decorate con motivi naturalistici e animali, rappresentazioni di barche, esseri umani e stendardi divini. Qui di seguito, troverete piccoli delucidazione su L’Arte Egizia: Gli Stili e come si caratterizzava tale arte.

1 Le statue raffigurano portatrici di offerte La sepoltura va da quella a Mastaba, tumuli dalle pareti lisce che sigillano camere e appartamenti funerari sotterranei alla piramide a gradoni. Le pareti parietali vengono decorate a rilievo. Le raffigurazioni a rilievo e pittura che ci sono pervenute integrano le offerte materiali di cui il defunto gode: scene di agricoltura, allevamento, caccia e pesca, banchetti, scene di guerra e di rituali religiosi. Le statue raffigurano portatrici di offerte, le divinità, il faraone seduto su troni cubici con alti schienali, con postura regale e severa; hanno sembianze giovanili, e esprimono forza, realismo e vitalità, i corpi hanno l’impressione di morbidezza e di movimento. Poi infine c'è la figura dello Scriba, seduto a terra con le gambe incrociate, esso riassume in se le caratteristiche di un elevato tenore di vita, di sapienza e professionalità.

2 Statua in calcare della regina Tethisheri
Non va assolutamente dimenticato, che il significato storico-artistico del Nuovo regno si divide principalmente in due dinastie, una straniera del Delta, e l’altra indigena della Tebaide. All’epoca della XVIII dinastia si costruisce complessi templari, i rilievi hanno uno stile elegante che richiamano i moduli figurativi dei periodi precedenti. Tra le tante opere statuarie, si nota la Statua in calcare della regina Tethisheri o di Hatshepsut in trono della XVIII dinastia, conservate a New York.

Continua la lettura

3 La scoperta della tomba di Tutankhanom L’arrivo della dinastia tebana porta dei cambiamenti non solo all’assetto amministrativo, ma anche commerciale e di conseguenza artistico-culturale.  Le grandi tombe sono scavate in una pietra che non si presta all’incisione e al bassorilievo, infatti i personaggi raffigurati nella pittura sono in movimento e descritti con forti note di colore.  Approfondimento Guida all'arte egizia (clicca qui) La linea delle figure è semplice e regolare.  Le descrizioni degli ambienti naturali sono realizzate con toni e sfumature di colore che rendono realistiche e naturali le pitture.  Con il giovane Tutankhanom, vengono restaurati i templi danneggiati in epoca amarniana.  Il morbido ed elegante gusto artistico diventa un linguaggio espressivo irrinunciabile.  La scoperta della tomba di Tutankhanom, avvenuta nel 1922, ha suscita l’emozionante scoperta del mondo splendente dei faraoni.

4 Il regno vive un periodo di pace e prosperità Con l'avvento dei regni di Thutmosis IV e Amenhotep III Il regno vive un periodo di pace e prosperità che si rispecchia anche nell’arte. Finezza e creatività si ritrovano nella produzione artigianale. Nella statuaria gli occhi a mandorla, le labbra sporgenti, le sopracciglia arrotondate sono stilizzati in una sorta di disegno decorativo. Si nota la testa di Amenothep III, 1350 a. C., conservata a Londra.

5 Il governo della XXV dinastia In seguito Il governo della XXV dinastia (747-656 a. C.) viene messo in discussioni dall’invasione degli assiri del 671 a. C. L’innovazione architettonica più importante e significativa, è il mammisi, un piccolo chiosco di fronte al tempio principale che celebra la nascita mitica del dio. Nelle arti figurative compare il ritratto individualizzato con interpretazione più naturalistica e il gusto per l’arcaismo. Si predilige il granito scuro e l’uso dei metalli.

6 La statua proveniente da Tanis Durante il periodo ramesside si ha un declino qualitativo delle opere. Nell’ambito della statuaria è con Ramesside II che si hanno veri capolavori, utilizzando tutte le tipologie possibili. Tra le opere più celebri, La statua proveniente da Tanis che rappresenta un faraone nelle sembianze di un bambino seduto sulle zampe di un colossale falco. Lo stesso faraone fa costruire il tempio di Luxor, infatti in tale rilievo la rappresentazione del faraone che abbatte il nemico è simbolo della vittoria sul male.

7 L'arte Saita diventa un modello per le dinastie successive Un simulacro di un dio-falco, realizzato in argento, essendo un materiale raro in Egitto ma disponibile in Oriente. L'arte Saita diventa un modello per le dinastie successive. In particolare questo è evidente con la XXX dinastia che ne recupera le fogge e la sensibilità nella resa anatomica dei corpi.

8 La conquista di Alessandro Magno Nel 332 a. C., invece, il fervore della civiltà egizia termina con La conquista di Alessandro Magno, si inaugura l’epoca tolemaica. Infine ci tenevamo a dirvi, che leggere e sapere determinate informazioni, non fa altro che accrescere la vostra cultura generale, ma far si che se vi trovate in ambito di esami, tutto ciò può risultarvi vitale.

Arte nella Civiltà Mesopotamica Con arte mesopotamica si intende l'arte sviluppatasi in Mesopotamia nel ... continua » I 10 monumenti più belli al mondo Quando si sceglie di visitare una città, che sia per motivi ... continua » Dinastia: significato Il significato del termine "dinastia" indica nello specifico una casata di ... continua » Arte nella civiltà romana L'arte nella civiltà romana si sviluppò intorno al IV secolo ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

L'arte nel medioevo

Ogni epoca storica ha visto evoluzioni e cambiamenti in diversi ambiti, incluso quello artistico. Ad esempio, il Medioevo rappresenta una delle più importanti epoche che ... continua »

L'arte nei Musei Vaticani

I Musei Vaticani racchiudono un patrimonio artistico secolare, raccogliendo tutte le opere d'arte accumulate nel tempo dai diversi Papi che si sono succeduti e ... continua »

Guida al Museo Egizio

Il Museo Egizio di Torino è il secondo al mondo per importanza e ricchezza di reperti custoditi, subito dopo quello de Il Cairo, e davanti ... continua »

Cubismo in breve

Il Cubismo consiste in un movimento artistico, letterario e musicale, nato intorno al 1906. In questo tipo di corrente, i migliori esponenti tendevano a confrontarsi ... continua »

Botero: le migliori opere

Le opere di Botero, pittore e scultore colombiano da molti ritenuto il più apprezzabile artista sudamericano vivente, vengono considerate dai migliori esperti mondiali come veri ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.